Questo sito utilizza i cookie. Per maggiori informazioni consulta la nostra Politica sui cookie. Se per te va bene, continua a navigare. x
Accesso richiesto
Attenzione

Per accedere a quest’area è necessario effettuare la login al portale dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia.

Buona navigazione.

Archivio eventi formativi

In quest’area sono presenti tutti gli eventi formativi passati ed è possibile scaricare
le dispense i il materiale didattico (ove disponibilie)

10

Marzo

14:00 - 18:30 

8 crediti
8 ore

corso

la sede dell'Ordine
Invecchiamento al lavoro: realtà e problematiche connesse alla salute e sicurezza sul lavoro
PRESENTAZIONE
Il corso si pone l’obiettivo di fornire: 1) una caratterizzazione dei lavoratori in età avanzata, in termini di prestazioni fisiche, capacità funzionali e comportamentali, di patologie prevalenti, e di principali rischi e fattori di rischio; 2) indicazioni metodologiche ed operative per la progettazione/riprogettazione ergonomica degli ambienti e delle postazioni di lavoro adeguate per i lavoratori in età avanzata.

Ore 08.45 Registrazione dei partecipanti
Ore 08.55 Presentazione e saluti
Ing. Patrizia Guerra - Segretario del Consiglio e Referente area Sicurezza dell’Ordine ingegneri della Provincia di Brescia
Dott. Aldo Palliggiano - Presidente dell’Associazione Medici del Lavoro della Provincia di Brescia
Ore 09.00 Inizio dei lavori. Programma:
- CAMBIAMENTI SIGNIFICATIVI IN TERMINI DI PRESTAZIONI FISICHE, CAPACITÀ FUNZIONALI E COMPORTAMENTO DOVUTI ALL’ETÀ
- PRINCIPALI RISCHI E FATTORI DI RISCHIO CHE POSSONO INTERESSARE I LAVORATORI IN ETÀ AVANZATA
- MODALITÀ DI VALUTAZIONE E GESTIONE DI TALI RISCHI: RUOLO DEL MEDICO COMPETENTE E COLLABORAZIONE CON IL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE
- INDICAZIONI METODOLOGICHE ED OPERATIVE PER LA PROGETTAZIONE ERGONOMICA DI POSTAZIONI ED AMBIENTI DI LAVORO ADEGUATI AI LAVORATORI IN ETÀ AVANZATA
Ore 13.00 Pausa dei lavori
Ore 14.00 Ripresa dei lavori. Programma:
- CASI PRATICI E LAVORI DI GRUPPO
Ore 18.00 Test di valutazione
Ore 18.30 Fine lavori

Corsi valido ai fini dell'aggiornamento obbligatorio per ASPP/RSPP D.Lgs. 81/2008.

+ leggi tutto

09

Marzo

14:30 - 17:30 

3 crediti
3 ore

seminario

la sede dell'Ordine
Il Framework COBIT
PRESENTAZIONE
La capacità di gestire il rischio IT costituisce una della componenti essenziali dell’IT Governance e
l’adozione “passiva” di soluzioni preconfezionate non fornisce sufficienti garanzie di efficacia.
La risposta è l’adozione di metodi basati sulla gestione proattiva del Rischio IT, quali il Framework
COBIT, giunto alla sua quinta edizione.

PROGRAMMA DEL SEMINARIO
Ore 14.00 Registrazione dei partecipanti
Ore 14.30 Inizio lavori

- Finalità
- Applicabilità del Framework COBIT 5
- Best practices per approcci risk based

Ore 17.30 Fine lavori
+ leggi tutto

09

Marzo

14:00 - 18:00 

8 crediti
8 ore

corso

la sede dell'Ordine
Giornate CENED 2: POMPA DI CALORE
PRESENTAZIONE DEL CICLO DI INCONTRI
Il programma Cened+ 2. mostra complessità di utilizzo e gestione (modellizzazione di problemi puntuali, individuazione dei dati da inserire, precisione degli stessi, ecc.). Il certificatore può considerare prioritari e di interesse problemi diversi in funzione del numero e del tipo di certificazioni che va a svolgere, oltre che delle competenze personali riguardo ai temi specifici. Si è predisposta una serie di incontri caratterizzati da un unico filo conduttore pensati, però, per essere affrontati anche partecipando solo a singoli eventi, su temi specifici.

Importante: i corsi verranno svolti nell’aula PC presso la sede dell’Ordine, dotata di 15 postazioni. Il numero massimo di partecipanti consentito sarà di 30, pertanto ciascuna postazione prevede il possibile utilizzo da parte di due utenti (sarà discrezione dei discenti, dotarsi di un proprio pc portatile qualora non volessero condividere la postazione). Non è previsto materiale cartaceo, solo digitale.

E’ necessario iscriversi ai singoli incontri.

Il seminario ha come obiettivo la modellizzazione delle diverse pompe di calore in CENED+2. In particolare si affronterà il problema dei dati da inserire (e il loro reperimento) e sull’interpretazione dei risultati ottenuti e all’analisi del report prodotto. La caratterizzazione dei parametri caratteristici.
+ leggi tutto

03

Marzo

14:30 - 18:15 

3 crediti
3 ore

seminario

la sede dell'Ordine
Sfruttamento dell’acqua di falda per le pompe di calore

PROGRAMMA DEL SEMINARIO

Ore 14.15 Registrazione dei partecipanti
Ore 14.30 Presentazione e saluti
Ing. RAPHEL CARATTI – Coordinatore della Commissione Energia e certificazione energetica dell’Ordine ingegneri della provincia di Brescia
Ing. Davide Mariani – Coordinatore della Commissione Energia e Ambiente C.R.O.I.L.
Ing. Luca Bertoni – Coordinatore d’area C.R.O.I.L.
Ore 14.45 Inizio lavori
- IL TELERISCALDAMENTO FREDDO (COGEME – PI PIERPAOLOTARANTINO)
- LA TECNOLOGIA DELLE POMPE DI CALORE CONDENSATE AD ACQUA DI POZZO O AD ANELLO GEOTERMICO: VANTAGGI, PROBLEMATICHE LEGISLATIVE ED APPLICAZIONI IMPIANTISTICHE (FIORINI GROUP – IGOR IMBROGLINI E RICCARDO ZANIN)
- LO SCAMBIATORE A PIASTRE NELLA TECNOLOGIA DELLE POMPE DI CALORE: VANTAGGI, LIMITI E PROBLEMATICHE (FIORINI GROUP – IGOR IMBROGLINI E RICCARDO ZANIN)
- LA GESTIONE DEL SANITARIO NEGLI IMPIANTI CON POMPA DI CALORE: DAL BOLLITORE AL PRODUTTORE DI ACS (FIORINI GROUP – IGOR IMBROGLINI E RICCARDO ZANIN)
- OPPORTUNITÀ E APPLICAZIONI LATO UTENTE (HOVAL – GIOVANNI LOCATELLI)
Ore 18.00 Conclusioni
Ore 18.15 Fine lavori
+ leggi tutto

03

Marzo

14:30 - 17:30 

3 crediti
3 ore

seminario

Associazione Artigiani, via cefalonia 66
Etica e deontologia per l’ingegnere
PRESENTAZIONE
Il seminario permette di conseguire una formazione completa, aggiornata e dal taglio assolutamente pratico sulle materie di Etica e Deontologia per l’Ingegnere. La sua frequenza, inoltre, consente di maturare 3 dei 5 Crediti Formativi in Etica e Deontologia richiesti per assolvere all’obbligo di cui al Regolamento per la formazione continua.

PROGRAMMA

Ore 14.15 Registrazione dei partecipanti
Ore 14.30 Inizio lavori
? L’ETICA E LA DEONTOLOGIA.
? IL CODICE DEONTOLOGICO
? L’ORDINAMENTO DELLA PROFESSIONE DI INGEGNERE IN ITALIA (LA STRUTTURA ORDINISTICA)
? IL CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI
? IL FUNZIONAMENTO DELL’ORDINE
? L’AZIONE DI VIGILANZA DEGLI ORDINI PROFESSIONALI
? CASO PRATICO
Ore 17.30 Fine lavori
+ leggi tutto

02

Marzo

15:00 - 18:00 

3 crediti
3 ore

seminario

la sede dell'Ordine
Aggiornamento prevenzione incendi: Impianti di protezione attiva alla luce del D.M. 20.12.2012: Linee Guida per la redazione delle specifiche tecniche
Il seminario di aggiornamento intende illustrare ai partecipanti le Linee Guida tecniche per ottemperare a quanto richiesto dal D.M. 20.12.2012 con particolare riferimento alle specifiche tecniche degli impianti di protezione attiva contro l’incendio.

Seminario di aggiornamento in materia di prevenzione incendi, di cui all’art. 7 del D.M. 5/08/2011, finalizzato al mantenimento dell’iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell’Interno ex D. Lgs. 139/2006.
+ leggi tutto

01

Marzo

15:30 - 17:30 

2 crediti
2 ore

seminario

la sede dell'Ordine
IL KNOW-HOW Gli strumenti per la tutela e lo sfruttamento delle proprie conoscenze

Il Know-How e la contestuale tutela delle conoscenze aziendali è un insieme di informazioni e ancor più genericamente di dati riservati, nonché una raccolta di competenze di soluzioni realizzate nel tempo, che l’ingegnere ed eventualmente l’azienda per cui questo lavora hanno tutto l’interesse di tutelare per garantire la propria competitività e, nell’ambito socio-economico attuale, in alcuni casi, la propria sopravvivenza. La materia del Know-How si colloca, quindi, in maniera trasversale nella strategia della tutela d’impresa. Un’efficace tutela delle conoscenze e dei segreti aziendali volta ad evitarne la violazione e a renderne agevole la repressione richiede una pluralità di competenze che spaziano dal diritto industriale, alla concorrenza ed al diritto del lavoro, incrociandosi costantemente con la tutela sanzionatoria tipica del diritto penale.
Quindi, il Know-How come bene aziendale, oggetto di diritti atipici di proprietà industriale, richiede precise strategie comportamentali, con misure aziendali e strumenti contrattuali di tutela preventiva del segreto specificatamente volte a tali scopi.
Il seminario, dopo il successo riscontrato nella sua versione 2015, propone di fornire all’Ingegnere, sia che opera in proprio sia che opera in un contesto aziendale, una panoramica della conoscenza basilare del tema del Know-How e delle informazioni dei segreti d’impresa.
Saranno quindi presi in disamina i principali istituti che concorrono a delinearne le fattispecie, per concentrare poi l’attenzione sui diversi strumenti giuridici utili alla tutela del Know-How aziendale: dalla preventiva salvaguardia, articolata nelle diverse modalità operative aziendali, alle strategie di gestione delle risorse umane.
Si faranno, invece, brevi cenni alle nozioni e agli usi dei fondamentali schemi contrattuali ed agli strumenti di difesa giurisdizionale, che saranno invece oggetto di uno specifico intervento nell’autunno 2016.

+ leggi tutto

25

Febbraio

17:30 - 19:30 

2 crediti
2 ore

seminario

la sede dell'Ordine
Introduzione all’enterprise risk management - Strumento operativo in tempo di crisi per fronteggiare i rischi
PRESENTAZIONE
Lo scopo del seminario è trasmettere le conoscenze introduttive sulla gestione del rischio nelle organizzazioni.
PROGRAMMA DEL SEMINARIO
Il seminario introdurrà il processo di enterprise risk management, la relazione tra risk owner (responsabile del rischio) e enterprise risk manager (che aiuta i risk owner nella gestione del rischio, anche attraverso il coinvolgimento di specialisti in aree specifiche). Gli ambiti specialistici possono riguardare il cyber risk e cloud data risk (per gli ingegneri specializzati in informatica), business continuity (per ingegneri gestionali), valutazioni patrimoniali (per ingegneri civili-edili).

Ore 17.00 Registrazione dei partecipanti
Ore 17.15 Presentazione e saluti
Ing. Ippolita Chiarolini
Consigliere e coordinatrice commissione ingegneria economico estimativa
Ore 17.30 Inizio lavori
Ore 19.30 Termine lavori
+ leggi tutto

25

Febbraio

09:15 - 13:30 

4 crediti
4 ore

seminario

la sede dell'Ordine
Le attività degli ingegneri nell’emergenza l’azione di IPE le sue sezioni operative

PROGRAMMA

Ore 09.00 Registrazione dei partecipanti
Ore 09.15 Saluto del Presidente dell’Ordine di Brescia - Ing. Marco Belardi
Ore 09.30 Gli Ingegneri nelle emergenze: dall’esperienza all’organizzazione - Ing. Patrizia Angeli – Presidente IPE
Ore 10.30 L’istituzione del NUCLEO TECNICO NAZIONALE per il rilievo del danno e la valutazione di agibilità nell’emergenza post- sismica - Arch. Filomena Papa Dipartimento Nazionale della Protezione Civile
Ore 11.00 Lo statuto e la costituzione delle Sezioni operative di IPE - Ing. Raffaele De Donno – Consigliere IPE
Ore 11.30 Opportunità per l'animazione ed il rafforzamento della Rete IPE su scala locale ed europea - Dott. Davide Frulla – Consulente Europeo IPE
Ore 12.30 Il ruolo del CNI e la delega all’emergenza e protezione civile: conclusioni - Ing. Angelo Masi – Consigliere CNI delegato all’emergenza e protezione civile
Ore 13.30 Fine Lavori
+ leggi tutto

24

Febbraio

14:00 - 18:00 

8 crediti
8 ore

corso

la sede dell'Ordine
Giornate CENED 1: Lettura del report
PRESENTAZIONE DEL CICLO DI INCONTRI
Il programma Cened+ 2. mostra complessità di utilizzo e gestione (modellizzazione di problemi puntuali, individuazione dei dati da inserire, precisione degli stessi, ecc.). Il certificatore può considerare prioritari e di interesse problemi diversi in funzione del numero e del tipo di certificazioni che va a svolgere, oltre che delle competenze personali riguardo ai temi specifici. Si è predisposta una serie di incontri caratterizzati da un unico filo conduttore pensati, però, per essere affrontati anche partecipando solo a singoli eventi, su temi specifici.

Importante: i corsi verranno svolti nell’aula PC presso la sede dell’Ordine, dotata di 15 postazioni. Il numero massimo di partecipanti consentito sarà di 30, pertanto ciascuna postazione prevede il possibile utilizzo da parte di due utenti (sarà discrezione dei discenti, dotarsi di un proprio pc portatile qualora non volessero condividere la postazione). Non è previsto materiale cartaceo, solo digitale.


E’ necessario iscriversi ai singoli incontri.

Il Report proposta dal software è costituito da una serie di file contenenti informazioni specifiche. Il numero dei risultati elaborati può portare ad una difficoltà di lettura organica.
Nella giornata, a partire da un caso studio, verrà sviluppata una lettura organica generale dei dati di input ed i risultati, seguita da una lettura particolareggiata di alcuni file di risultati specifici.
+ leggi tutto

22

Febbraio

14:30 - 18:30 

3 crediti
3 ore

seminario

Aula Consiliare di Ingegneria, Università degli studi di Brescia, via Branze 38
La mobilità ciclistica: Guida per una corretta progettazione
Ore 14:15 Registrazione dei partecipanti
Ore 14:30 Saluti
- Prof. Ing. Giovanni Plizzari, Direttore del DICATAM dell’Università degli Studi di
Brescia
- Avv. Federico Manzoni, Assessore alle politiche della Mobilità ed ai Servizi Istituzionali
del Comune di Brescia
- Rappresentante dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia
- Rappresentante dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Brescia
- Ing. Omar Bertoletti, Governatore del Distretto 2050 del Rotary International
- Arch. Michele Pontiroli, Presidente del Rotary Club Rodengo Abbazia
Ore 15:00 Geometria ed elementi per la progettazione degli itinerari ciclabili - Prof. ing. Felice Giuliani, Ordinario di Costruzioni di strade, ferrovie e aeroporti, Università degli Studi di Parma
Ore 15:30 Classificazione delle piste ciclabili e alcune tipologie innovative - Prof. ing. Giulio Maternini, Ordinario di Trasporti, Università degli Studi di Brescia
Ore 16:00 Coffee break
Ore 16:20 Elementi per una maggior sicurezza dei ciclisti - Dott. Edoardo Galatola, Responsabile Sicurezza FIAB “Federazione italiana amici della bicicletta”
Ore 16:40 Aspetti della percezione dello spazio e del movimento al fine di migliorare la sicurezza dei ciclisti - Dott. Giovanni Cavadi, Psicologo e psicoterapeuta, docente a c. di Psicologia del lavoro
Ore 17:00 Come comunicare la sicurezza - Dott.ssa Claudia Fabris, Psicologa
Ore 17:20 Pianificazione della mobilità ciclistica a Brescia - Ing. Stefano Sbardella, Responsabile Settore Mobilità, eliminazione barriere architettoniche e Trasporto pubblico del Comune di Brescia
Ore 17:40 Dibattito
Ore 18:30 Conclusione del seminario
+ leggi tutto

20

Febbraio

09:00 - 13:00 

4 crediti
4 ore

seminario

Auditorium Ente Sistema Edilizia Brescia - Via Garzetta, 51
Effetti del terremoto sugli edifici
Argomenti trattati:
1 Problematiche riscontrate negli edifici in muratura
e in calcestruzzo danneggiati dal terremoto.
2 Vulnerabilità degli edifici in zona sismica.
3 Interventi strutturali per il miglioramento
e l’adeguamento sismico degli edifici.
+ leggi tutto

16

Febbraio

13:30 - 17:30 

8 crediti
8 ore

corso

la sede dell'Ordine
AGGIORNAMENTO PREVENZIONE INCENDI: Il D.M. 03/08/2015: come cambia la prevenzione incendi - MODULO II
Il corso è parte di un percorso formativo su “Il D.M. 03/08/2015: come cambia la prevenzione incendi”, composto da tre moduli, nelle seguenti date:
- modulo 1 - 9 febbraio
- mod. 2 - 16 febbraio,
- mod. 3 - 11 marzo 2016 (ore 14:30-18:30) e 12 marzo 2016 (ore 8:30-12:30)
l’iscrizione avviene singolarmente per ciascun modulo.

Programma:
Strategia antincendio alla luce del D.M. 3/08/2015: esodo (capitolo S4)
Metodi: ingegneria della sicurezza antincendio (capitoli M1 – M2 – M3)

Corso di aggiornamento in materia di prevenzione incendi, di cui all’art. 7 del D.M. 5/08/2011, finalizzato al mantenimento dell’iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell’Interno ex D. Lgs. 139/2006.
+ leggi tutto

13

Febbraio

09:30 - 12:00 

15 crediti
21 ore

corso

la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Brescia
Siti contaminati - Esperienze negli interventi di risanamento
PRESENTAZIONE
Il Workshop SiCon 2016 “SITI CONTAMINATI. Esperienze negli interventi di risanamento” si svolgerà a Brescia i giorni 11, 12 e 13
febbraio 2016 presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Brescia.

Il SiCon è organizzato dai gruppi di Ingegneria Sanitaria-Ambientale di Università degli Studi di Brescia, Università degli Studi di Catania e SAPIENZA Università di Roma, in collaborazione con l’ANDIS (Associazione Nazionale di Ingegneria Sanitaria-Ambientale) ed il GITISA (Gruppo Italiano di Ingegneria Sanitaria-Ambientale). Le prime sei edizioni si sono svolte a Roma (2010, 2013), Brescia (2011, 2014) e Taormina (2012, 2015).

Il SiCon è un’occasione di proficuo confronto tra gli operatori del settore e vuole mettere a disposizione dei partecipanti un ampio quadro di quanto è stato ad oggi realizzato nel campo delle bonifiche, con specifico risalto agli aspetti tecnico-operativi. Con questo obiettivo, saranno illustrati (anche nel dettaglio costruttivo/gestionale) casi di studio di risanamento e messa in sicurezza di siti contaminati a scala industrial.


Il Workshop comprende inoltre una sessione nella quale verranno discussi i principali vincoli (di natura giuridico-amministrativa, tecnico-operativa e finanziario-assicurativa) che limitano lo sviluppo degli interventi di bonifica in Italia nonché i possibili rimedi. Sono previste, infine, una sessione riservata ai risultati più recenti della ricerca scientifica sulle tecnologie di bonifica, una visita tecnica e una sessione speciale organizzata da Regione Lombardia e Comune di Brescia dedicata a esperienze positive di bonifica e messa in sicurezza di siti contaminati.
+ leggi tutto

10

Febbraio

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario

la sede dell'Ordine
La perizia in ambito assicurativo
L’accertamento dell’entità e la quantificazione economica dei danni, rende necessario alle Compagnie assicurative ed agli assicurati, accedere alle competenze di tecnici formati nello specifico settore.
Il seminario ha la finalità di fornire ai partecipanti una conoscenza embrionale del settore, e delle particolarità che lo differenziano così profondamente, nel rapporto tra tecnico ed assicurato, dalle convenzionali attività di valutazione e di stima.
Verranno fornite nozioni interpretative del contratto assicurativo con riferimento alle prescrizioni del “mandato dei periti”, e nozioni sulle modalità e criteri di stima nel rispetto dei dettami della polizza.
Esponendo alcuni casi, si mostrerà l’applicazione pratica delle nozioni illustrate.

Programma:

Ore 14.15 Registrazione dei partecipanti

Ore 14.30 Presentazione del seminario
Ing. Dario Distefano
(Coordinatore Commissione Ingegneria Forense)

Ore 14.45 Il consulente tecnico nell’ambito assicurativo:
- Esigenze ed opportunità
- I rapporti tra Consulente tecnico dell’assicurato ed il perito della Compagnia di assicurazioni
- Modalità e criteri di stima
- Parcella del perito
- Casi pratici
Ing. Giorgio Reggiani ed ing. Roberto Cesenni
(Membri Commissione Ingegneria Forense)


Ore 18.30 Termine della sessione



+ leggi tutto

09

Febbraio

14:00 - 17:30 

8 crediti
8 ore

corso

la sede dell'Ordine
AGGIORNAMENTO PREVENZIONE INCENDI: Il D.M. 03/08/2015: come cambia la prevenzione incendi - MODULO I
Il corso è parte di un percorso formativo su “Il D.M. 03/08/2015: come cambia la prevenzione incendi”, composto da tre moduli, nelle seguenti date:
- modulo 1 - 9 febbraio
- modulo 2 - 16 febbraio,
- modulo 3 - 11 marzo 2016 (ore 14:30-18:30) e 12 marzo 2016 (ore 8:30-12:30)
l’iscrizione avviene singolarmente per ciascun modulo.

Programma:
Approccio antincendio alla luce del D.M. 3/08/2015: generalità (sezione G)
Protezione attiva (capitoli S6 – S7 – S8 – S9 – S10)
Regole tecniche verticali (capitoli V1 – V2 – V3)


Corso di aggiornamento in materia di prevenzione incendi, di cui all’art. 7 del D.M. 5/08/2011, finalizzato al mantenimento dell’iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell’Interno ex D. Lgs. 139/2006.
+ leggi tutto

01

Aprile

14:30 - 18:30 

32 crediti
32 ore

corso

la sede dell'Ordine
Corso progettazione acciaio
PRESENTAZIONE
Introduzione alle costruzioni in acciaio, protezione delle strutture e durabilità, individuazione dei sistemi strutturali, problemi di stabilità, classificazione delle sezioni, modelli di calcolo, verifiche degli elementi strutturali, verifiche dei collegamenti, la progettazione nei vari livelli.
In collaborazione con Formazione Promozione Acciaio.

PROGRAMMA
Vedasi locandina
+ leggi tutto

11

Febbraio

18:00 - 20:00 

4 crediti
4 ore

seminario

la sede dell'Ordine
La gestione economica e fiscale della libera professione per giovani ingegneri
Evento formativo volto ai giovani ingegneri ed ai nuovi iscritti

La gestione economica e fiscale della libera professione per giovani ingegneri - mercoledì 3 febbario 2016
PRESENTAZIONE
Scopo del seminario è quello di aiutare i giovani colleghi nell’assolvere i molteplici adempimenti burocratici connessi allo svolgimento della professione e di fornire le conoscenze economiche sufficienti per poter gestire in maniera autonoma la partita iva a seconda dei possibili regimi fiscali.

Ore 18.00 Inizio seminario

PROGRAMMA DEL SEMINARIO
? INQUADRAMENTO SULLA GESTIONE ECONOMICA DELLA LIBERA PROFESSIONE
? GESTIONE DELLE FATTURE AI CLIENTI E DEGLI ACQUISTI
? TIPOLOGIA DI TASSAZIONE E SCADENZE PRINCIPALI
? APERTURA E GESTIONE DI INARCASSA
? SIMULAZIONE DI COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI
? ANALISI DI CASI CONCRETI.
Ore 20.00 Fine lavori

Adempimenti informatici e telematici (pec, firma digitale, fatturazione elettronica) - Giovedì 11 febbraio 2016
PRESENTAZIONE
La Commissione Giovani dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia ha organizzato il seminario indirizzandolo ai giovani ingegneri ed ai neoiscritti al fine di trasmettere importanti nozioni di base relativamente agli adempimenti informatici ed agli adempimenti privacy.

Ore 17.30 Rilevazione presenze
Ore 18.00 Inizio seminario

PROGRAMMA DEL SEMINARIO

? Modulo 1: ADEMPIMENTI INFORMATICI (PEC, FIRMA ELETTRONICA E FATTURA DIGITALE)

? Modulo 2: ADEMPIMENTI PRIVACY (DATI COMUNI E SENSIBILI, MISURE DI SICUREZZA, COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI)

Ore 20.00 Fine lavori



+ leggi tutto

02

Febbraio

14:30 - 16:30 

6 crediti
6 ore

seminario

la sede dell’Ordine degli Architetti PPC di Brescia Via San Martino della battaglia 18 Brescia
Il colore : aspetti di progetto e gestione della componente cromatica negli spazi urbani
Il corso affronta alcuni aspetti teorici, pratici e progettuali fondamentali della percezione del colore e della gestione della componente cromatica nel progetto. In particolare, nella prima parte del corso sono presentati i principali sistemi cromatici e campionari colore finalizzati alla gestione, comunicazione e riproduzione del colore in ambito progettuale. Nella seconda parte del corso vengono invece analizzate le interazioni del colore e quindi le reciproche modificazione che il colore stabilisce con le altre componenti del progetto. Infine, un particolare approfondimento è rivolto alle problematiche del progetto del colore in ambito urbano e al tema dei piani del colore.


Programma

9.00 – 13.00

• La percezione del colore
• I modelli di sintesi degli stimoli cromatici : RGB e CMYK
• I sistemi di notazione cromatica e le raccolte di colore o campionari (NCS, Munsell, RAL, Pantone..)
• Problemi di riproduzione del colore

Docente: Francesca Corazzina

• Colore e variabili visive. Le interazioni del colore con le altre componenti progettuali (luce, materia, forma …)

Docente: Cristina Boeri

14.30 - 16.30

• Valenze e significati del colore negli spazi urbani
• I piani del colore
• Discussione

Docente: Cristina Boeri

+ leggi tutto

22

Gennaio

09:00 - 13:00 

4 crediti
4 ore

seminario

la sede dell'Ordine
Seminario Micro Cogenerazione
PRESENTAZIONE
Scopo di questo seminario è, dopo aver affrontato i concetti di base ed i principali riferimenti normativi, illustrare quali sono le reali possibilità ed i limiti di tale tecnologia. Verranno inoltre dati gli strumenti per poter effettuare delle analisi di fattibilità e stime dei risparmi energetici ed economici conseguibili.

Ore 08.45 Registrazione dei partecipanti
Ore 09.00 Inizio lavori
? BENVENUTO E INTRODUZIONE
? FONDAMENTI E CRITERI GENERALI RELATIVI ALLA COGENERAZIONE (PRINCIPI DI FUNZIONAMENTO, CONDIZIONI PER L‘INSTALLAZIONE DI UN IMPIANTO DI COGENERAZIONE, RIFERIMENTI NORMATIVI)
? DIMENSIONAMENTO DI MASSIMA DI UNA SEZIONE COGENERATIVA
? PROGETTAZIONE DELL’INTEGRAZIONE IDRAULICA NELL’IMPIANTO
? SISTEMI DI SMALTIMENTO FUMI
? CRITERI DI SICUREZZA APPLICABILI
? SISTEMI DI ALIMENTAZIONE COMBUSTIBILE
? CONNESSIONE ALLA RETE ELETTRICA
? STUDIO DI FATTIBILITÀ E REDDITIVITÀ DERIVANTE DALL’IMPLEMENTAZIONE DI UNA SEZIONE DI MICRO-COGENERAZIONE
? DISCUSSIONE LIBERA
Ore 13.00 Fine dei lavori
+ leggi tutto

20

Gennaio

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario

sala conferenze dell’Associazione Artigiani in via Cefalonia n. 66 sala conferenze dell’Associazione Artigiani in via Cefalonia n. 66
Sistemi di rinforzo FRCM e FRC per pavimentazioni in CLS
Programma
Ore 14.15 Registrazione dei partecipanti
Ore 14.30 Criteri e modalità dimensionamento dei sistemi FRCM per calcestruzzo e muratura in accordo CNR_DT200 – Ing. Bernie Baietti– resp. Settore rinf. Strutturali Ruredil spa;
Ore 15.40 Evoluzione delle esperienze realizzative con FRCM e realizzazione di presidi antisfondellamento – case histories – Ing. Bernie Baietti – resp. Settore rinf. Strutturali Ruredil spa;
Ore 16.30 Coffee break
Ore 16.45 Calcestruzzo fibrorinforzato: regole progettuali e quadro normativo attuale per il progetto delle pavimentazioni FRC. – Ing. Emanuele Rava – libero professionista;
Ore 17.50 Dibattito conclusioni
Ore 18.30 Fine lavori
+ leggi tutto

11

Febbraio

09:00 - 13:00 

40 crediti
40 ore

corso

la sede dell'Ordine
Esperti in gestione dell’energia
PRESENTAZIONE
Il D.Lgs. 102-2014, che recentemente ha recepito la direttiva 27/2012/UE sull’efficienza energetica, stabilisce che i fornitori di servizi energetici (tra cui gli auditor energetici, gli EGE, le ESCO, ecc.) debbano essere figure con elevate e riconosciute competenze in materia. La formazione rappresenta un tassello fondamentale per queste figure professionali soprattutto nell’ottica di colmare carenze derivanti da:

- una evoluzione significativa della normativa di riferimento negli ultimi anni,
- opportunità di completamento di competenze specifiche sulle metodologie di azione più aggiornate da applicare in materia (es Diagnosi Energetica)
- una migliorabile conoscenza dei sistemi di analisi costi benefici e di incentivo di interesse in campo energetico
- una ampliabile esperienza pratica e di confronto tra operatori.

Tali carenze possono essere colmate proprio attraverso il confronto con professionisti che abbiano ottenuto il giusto riconoscimento da terzi, in questo senso secondo l’approccio tipico di un sistema di qualità, ovvero riferito al miglioramento continuo. L’obiettivo di questo corso è di fornire tutte le indicazioni necessarie perché i partecipanti abbiano chiaro cosa significa essere un Esperto in Gestione dell’Energia. Al termine del corso i partecipanti vedranno aumentato il proprio livello di preparazione su questa materia e saranno in grado di valutare il gap rispetto ai requisiti richiesti dalla norma UNI CEI 11339 per potersi certificare Esperti in Gestione dell’Energia e quindi godere di tutti i benefici che ne derivano.
Le persone interessate al corso possono essere divise in due gruppi:
- Energy Manager, Responsabili della Manutenzione, Amministratori pubblici o privati sia in ambito industriale, civile che della Pubblica Amministrazione
- Fornitori di servizi quali consulenti, progettisti, auditor, titolari o dipendenti di società di servizi energetici, ESCO
Per il buon esito del corso è richiesta ai partecipanti una preparazione, una conoscenza tecnica ed un’esperienza di base relativa agli aspetti energetici.

Orari dei cinque incontri:
Dalle 09.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00
+ leggi tutto

22

Dicembre

17:30 - 19:30 

2 crediti
2 ore

seminario

la sede dell'Ordine
International Speeches: engineering experiences
PRESENTAZIONE
Gli ingegneri devono costantemente confrontarsi con la realtà nazionale per mantenere elevato il loro grado di professionalità. Per prepararsi a competere nel mercato globale delle professioni è necessario conoscere e approfondire anche le realtà internazionali. Incontri con persone impegnate nel mondo ingegneristico a livello internazionale rappresentano quindi un’importante occasione di aggiornamento per la valutazione della legislazione del paese di riferimento e anche per trarne positivi spunti.

Ore 17.00 Registrazione dei partecipanti
Ore 17.30 Ing. Daniele Tonelli
Esercitare la professione di ingegnere strutturista all’estero (Colombia): requisiti e problematiche
La normativa americana AISC 360, AISC 343, AISC 348, ACI 318, ACI 313-97
La normativa colombiana NSR-10 e il livello dell’ingegneria strutturale in Colombia
La progettazione in un team internazionale
Ore 19.00 Question time
Ore 19.30 Chiusura lavori
+ leggi tutto

22

Dicembre

15:00 - 18:00 

3 crediti
3 ore

seminario

la sede dell'Ordine
Welcome to women cafè
Obiettivo dell’iniziativa è aumentare la conoscenza e la consapevolezza di sé e della propria efficacia, in particolare nel mondo del lavoro. Facilitare il riconoscimento e l’utilizzo delle proprie risorse per gestire eventuali criticità di gestione della propria carriera,.
Si rifletterà su un modello di leadership al femminile che non ingabbi nello stereotipo maschile, che valorizzi le differenze anziché tentare di appianarle o nasconderle.
Si punta inoltre a facilitare l’auto-analisi e la consapevolezza delle proprie caratteristiche, molte delle quali sono particolarmente apprezzate nei leader nel nuovo millennio (es. capacità di ascoltare, collaborare, motivare e mostrare empatia).

PROGRAMMA
ORE 14,30 REGISTRAZIONE DEI PARTECIPANTI
ORE 15,00 SALUTI
Arch. Laura Dalè – Presidente Commissione P.O. e Vice Presidente O.A.P.P.C. Brescia
Ing. Chiara Franzoni – Coordinatrice Commissione P.O. e Consigliere O.D.I.
Arch. Antonella Loda – Presidente A.I.D.I.A sezione di Brescia
ORE 15,15 INIZIO DEI LAVORI
Coordinamento e supervisione Dott.ssa Iacci – Skill RisorseUmane

Ore 18.00 DIBATTITO COMUNE E CONCLUSIONI
+ leggi tutto

18

Dicembre

14:30 - 19:00 

4 crediti
4 ore

seminario

la presso la sala conferenze dell’Associazione Artigiani in via Cefalonia n. 66. sala conferenze dell’Associazione Artigiani in via Cefalonia n. 66
Impianti per il drenaggio delle acqua meteoriche: sistemi convenzionali e sifonici
PRESENTAZIONE
Per il settore impiantistico il progresso tecnologico ha reso disponibili nuove soluzioni che rappresentano strumenti efficaci nelle mani di costruttori, progettisti e installatori per conseguire i risultati richiesti dal moderno mercato immobiliare in termini di efficienza, prestazioni e qualità abitativa. Gli impianti pluviali di tipo sifonico sono una realtà ancora poco utilizzata in Italia ma sono la norma in tutti gli altri paesi sia in Europa che nel resto del mondo. In particolare i sistemi sifonici sono apprezzati per la loro efficienza e la loro sicurezza dove i fenomeni temporaleschi sono di rilevante intensità (anche di origine monsonica). I violenti nubifragi che hanno colpito diverse parti d'Italia negli ultimi anni, impongono anche nel nostro paese una rinnovata attenzione nei confronti degli impianti di drenaggio delle acque meteoriche. L'incontro si pone l'obbiettivo di approfondire le differenze, l'evoluzione e i vantaggi tra un sistema convenzionale e un sistema sifonico. Si vedranno in dettaglio i metodi di progettazione e di calcolo di questi innovativi.

OBIETTIVI
Il seminario ha l'obbiettivo di approfondire le differenze, l'evoluzione e i vantaggi tra un sistema convenzionale e un sistema sifonico. In dettaglio saranno descritti i metodi di progettazione e calcolo dei vari sistemi evidenziando per ciascuno vantaggi e svantaggi.

PROGRAMMA
- 14.15 Registrazione partecipanti.
- 14.30 Saluto di benvenuto e inizio lavori.
Impianti per il drenaggio di acque meteoriche: sistemi convenzionali e sifonici: (Ing. Claudio Pinzi)
Introduzione al sistema di scarico sifonico.
Performance dei sistemi sifonici.
Caratteristiche peculiari e requisiti di progettazione di un sistema sifonico.
Confronto tra un sistema sifonico e tradizionale.
Video dimostrativo di impianto funzionante e video di installazione.
Progettazione di impianti per il drenaggio di acque meteoriche: (Ing. Alessandro Giovannini)
Situazioni critiche (intasamento dei pozzetti) e sistemi di emergenza (overflow).
Analisi della superfici da drenare e studio del layout dei pozzetti.
Dimostrazione pratica dell'influenza dell'altezza dell'edificio sulle performance.
Progettazione di un impianti tradizionale.
Progettazione di un impianto sifonico tramite software.
Principi per il riutilizzo delle acque meteoriche all'interno degli edifici e UNI/TS 11445.
Casi studio.
- 19.00 Fine lavori.
+ leggi tutto