Questo sito utilizza i cookie. Per maggiori informazioni consulta la nostra Politica sui cookie. Se per te va bene, continua a navigare. x
Accesso richiesto
Attenzione

Per accedere a quest’area è necessario effettuare la login al portale dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia.

Buona navigazione.

Torna all’archivio

Offerta formativa dell’ordine

corso

Aggiornamento Prev. Incendi : MODULO A: Introduzione alla Fire Safety Engineering (FSE) – 20 ore

Luogo: Sede dell'Ordine

Orari: 14:30 - 18:30

DURATA ORE: 20

CREDITI: 20

POSTI TOTALI: 88

POSTI DISPONIBILI: VEDI PAGINA DI ISCRIZIONE

QUALIFICA DOCENTI: ING. CARROLO - COMANDANTE VV. F. BRESCIA ; ING. TEMPONI; ING. CANCELLIERE; ING. TONDINI; ING. S. CIANI

Corso valido ai fini dell’aggiornamento in materia di prevenzione incendi, di cui all’art. 7 del D.M. 5/08/2011, finalizzato al mantenimento dell’iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell’Interno ex D.Lgs. 139/2006.

FIRE SAFETY ENGINEERING: LA PROGETTAZIONE ANTINCENDIO E STRUTTURALE IN CASO DI INCENDIO CON IL METODO PRESTAZIONALE.
MODULO A: Introduzione alla Fire Safety Engineering (FSE) – 20 ore

Corso valido ai fini dell’aggiornamento in materia di prevenzione incendi, di cui all’art. 7 del D.M. 5/08/2011, finalizzato al mantenimento dell’iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell’Interno ex D.Lgs. 139/2006.
Evento valido per 16 ore di aggiornamento prev. incendi (circ. 7213 del 25/05/2012)

COMPOSIZIONE DEL CORSO: Corso in tre moduli, tra loro indipendenti, fruibili separatamente
- MODULO A: Introduzione alla Fire Safety Engineering (FSE) – 20 ore
- MODULO B: Modellazione Termofluidodinamica Avanzata ed Impianti – 56 ore (DA DEFINIRE)
- MODULO C: Il Calcolo Termostrutturale Avanzato con Approccio Prestazionale – 32 ore (DA DEFINIRE)
Per entrambi i moduli B e C, fruibili separatamente, si richiede la preliminare conoscenza dei concetti di base trattati nel modulo A.

OBIETTIVI DEL CORSO:
Il corso si propone di fornire al progettista gli elementi di base (modulo A) ed avanzati (Moduli B e C) per arrivare, alla conclusione del corso, a svolgere in autonomia un progetto antincendio con utilizzo dell’approccio prestazionale (Fire Safety Engineering, FSE) in accordo al DM 09/05/2007 e al DM 03/08/2015 (Codice di Prevenzione Incendi), dall’analisi del caso in cui poterlo applicare fino alla sua completa elaborazione.
Partendo dai principi di base e dai metodi semplificati, validi in determinati ambiti, gli argomenti verranno approfonditi, sia dal punto di vista teorico sia dal punto di vista pratico/applicativo, da un gruppo selezionato e diversificato di docenti di elevato profilo, esperti della materia in diversi ambiti e sotto diversi punti di vista: Funzionari del Corpo Nazionale dei VV.F, Docenti universitari, Professionisti.
Il primo modulo del corso (modulo A) è pensato per introdurre all’applicazione della materia e fornisce i concetti di base essenziali per poter affrontare uno o entrambi i moduli avanzati.
Nel secondo modulo (modulo B), formato da sette lezioni fruibili separatamente, verranno approfondite le tematiche dell’approccio ingegneristico, con particolare attenzione all’utilizzo della termofluidodinamica computazionale (CFD) ed alla modellazione degli impianti di protezione attiva. Particolare spazio sarà lasciato all’approfondimento e predisposizione di esempi applicativi anche di compilazione di FDS nella sua versione originale liberamente disponibile.
Il terzo modulo del corso (Modulo C) è specificatamente pensato per progettisti strutturali che vogliano affrontare il calcolo termo-meccanico delle strutture sottoposte all’incendio in modo avanzato, sfruttando le potenzialità offerte dall’approccio prestazionale.

Rilevazione presenze: 15 minuti prima dell’inizio di ciascuna lezione.
È previsto un test finale di valutazione dell’apprendimento.

DETTAGLI LEZIONI:

LEZIONE 1 – DOCENTI ING. AGATINO CARROLO (Dirigente del Corpo Nazionale VV.F. - Comandante Provinciale VV.F. di Brescia) E ING. ALESSANDRO TEMPONI (Libero Professionista – Brescia)
La prima lezione ha come obiettivo l’illustrazione del corso stesso, nella sua interezza, e l’introduzione alla materia. Verrà quindi delineata una breve storia della Fire Safety Engineering in Italia e nel mondo, verranno presentate alcune normative e pubblicazioni internazionali. Si passerà quindi all’esame della normativa italiana, con particolare riferimento al DM 03/08/2015, si definiranno le possibili applicazioni dell’approccio ingegneristico ammesse dalle norme vigenti in Italia.

LEZIONE 2 – DOCENTE ING. PIERGIACOMO CANCELLIERE (Direttore vice Dirigente del Corpo Nazionale VV.F. – Settore Protezione Attiva, Roma, Capannelle)
Nella seconda lezione verrà definito il significato delle curve di incendio naturali e della loro derivazione. Vi sarà quindi una parte di teoria della combustione, verrà definito il rapporto esistente tra carico di incendio e curve di incendio. Verranno presentate curve di incendio naturali e verrà trattato come ricavarle e dove cercarle in letteratura. Verrà mostrata la costruzione delle curve e si discuterà dei vari parametri che la condizionano e degli utilizzi delle curve stesse.

LEZIONE 3 – DOCENTE ING. NICOLA TONDINI (Ricercatore di Tecnica delle Costruzioni - Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica dell’Università di Trento)
La lezione nr. 3 ha l’obiettivo di fornire al Professionista Antincendio un quadro sufficientemente ampio e completo dei modelli di incendio parametrici e dei modelli di incendi localizzati. Sarà quindi presentato il background scientifico dei vari modelli con i relativi limiti di applicazione e l’implementazione nella normativa vigente. Saranno poi mostrati alcuni semplici esempi di applicazione. Infine è prevista un’attività pratica durante la quale i Professionisti potranno cimentarsi nell’implementazione dei modelli in semplici spreadsheet. Per questa lezione sarà necessario portare il proprio PC portatile.

LEZIONI 4 E 5 – DOCENTE ING. GIANLUIGI GUIDI (Libero Professionista – Guidi & Partners, Bologna)
La lezione, della durata di otto ore complessive, prevede di fornire una panoramica generale sui modelli di calcolo a zone e fluidodinamici. Di entrambi i modelli si analizzeranno peculiarità, limitazioni e problematiche applicative. Attenzione particolare sarà data ai modelli a zone, di cui si mostreranno esempi applicativi.

- Modelli a zone
- Guida a C-FAST
- Limitazioni dei modelli a zone e di CFAST
- Applicazioni dei modelli a zone
- Storia della termofluidodinamica computazionale applicata all’ingegneria antincendio;
- Presentazione di FDS;
- Sotto-modelli di FDS;
- Strategia per il dimensionamento della griglia computazionale e analisi di sensibilità;
- Analisi qualitativa del modello fluidodinamico;
- Limitazioni di FDS.

COSTO:

COSTI D’ISCRIZIONE: € 280,00+ IVA (= € 341,60). PAGAMENTO: tramite bonifico da versarsi alla FONDAZIONE DELL’ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI BRESCIA - P.IVA 03622340176 - IBAN IT28B0311111235000000015905

L'evento è composto dai seguenti appuntamenti:

LEZIONE: Agg. Prev.Incendi- Introduzione alla FSE: prescrittivo, prestazionale, scenari, metodi, quadro normativo, il Codice, ecc.

DATA: 13/11/2018

ORARIO: 14:30 - 18:30

DOCENTI:

LUOGO: Sede dell'Ordine

LEZIONE: Agg. Prev. Incendi - Carico di incendio e curve di rilascio termico

DATA: 16/11/2018

ORARIO: 14:30 - 18:30

DOCENTI:

LUOGO: Sede dell'Ordine

LEZIONE: Agg. Prev. Incendi: Modelli di incendio parametrici e modelli di incendi localizzati , con utilizzo PC personale portatile

DATA: 20/11/2018

ORARIO: 14:30 - 18:30

DOCENTI:

LUOGO: Sede dell'Ordine

LEZIONE: Agg. Prev. Incendi: Modelli di incendio a zone

DATA: 23/11/2018

ORARIO: 09:00 - 13:00

DOCENTI:

LUOGO: Sede dell'Ordine

LEZIONE: Agg. Prev. Incendi: Modelli termo-fluidodinamici (CFD)

DATA: 23/11/2018

ORARIO: 14:00 - 18:00

DOCENTI:

LUOGO: Sede dell'Ordine

13

Nov

APERTURA ISCRIZIONI:

25 Set 2018
13 Nov 2018