Questo sito utilizza i cookie. Per maggiori informazioni consulta la nostra Politica sui cookie. Se per te va bene, continua a navigare. x
Accesso richiesto
Attenzione

Per accedere a quest’area è necessario effettuare la login al portale dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia.

Buona navigazione.

Offerta formativa dell’ordine

In quest’area sono presenti tutti gli eventi formativi a cui gli ingegneri possono partecipare.
Utilizza i filtri per trovare facilmente i corsi di tuo interesse.

01

Settembre

09:00 - 11:30 

2 crediti
2 ore

visita

presso Amazon - Via Dogana Po, 2/U - Castel San Giovanni (Piacenza) Iscrizioni: 06 Lug 2016 - 25 Ago 2016
Visita in azienda Amazon
PROGRAMMA DETTAGLIATO
Ore 09.00 Registrazione partecipanti. Obbligatorio esibire un documento di identità.
Ore 09.15 Breve introduzione relativamente alla storia dell’azienda con visione di un filmato che riguarda l’attività di Amazon in tutto il mondo.
Ore 10.00 Tour sul floor con spiegazione dei singoli processi produttivi: Inbound (dock, receive e stow) e Outbound (pick, pack). A seguire ci sarà spazio per approfondimenti, domande e curiosità.
Ore 11.30 Conclusione visita

NOTE TECNICHE DELL’AZIENDA:
Il Centro di distribuzione Amazon, con i suoi 25.000m² ha la superficie di circa tre campi da calcio, è stato aperto il 27 ottobre 2011 ed è il primo sito di Amazon in Italia. Lo stabilimento ha una superficie operativa di 85.000 metri quadrati nella quale lavorano circa 620 dipendenti.
Tutti i centri di Distribuzione si suddividono nei rami di Inbound e Outbound. L’Inbound riceve i prodotti dei molti venditori. Il ramo Outbound, invece, evade gli ordini dei clienti, ossia ritira, imballa e spedisce la merce ordinata entro scadenze ben precise e in tempi stretti. A seconda della domanda della clientela e del periodo dell'anno, il numero di ordini e le spedizioni variano di dimensioni e possono crescere notevolmente nei picchi natalizi tanto che a Castel San Giovanni sono riusciti a far fronte a un picco di quasi 250.000 spedizioni e 400.000 ordini in un giorno solo. Un ritmo da oltre 4 ordini al secondo. All’interno dello stabilimento si trova il settore delle merci in arrivo. Qui i prodotti dei fornitori vengono disimballati, codificati e infine assegnati dal software di gestione al settore del magazzino più funzionale. Il magazzino è diviso in tre settori: quello per gli articoli pesanti e di grandi dimensioni, quello per i prodotti ingombranti di medie dimensioni e quello per i prodotti piccoli e leggeri. Il settore dedicato a libri, cd, dvd e piccoli oggetti si estende per quattro piani in altezza. A sua volta il magazzino è diviso in zone. Ogni zona è coperta da un addetto, che riceve le richieste dei prodotti di sua competenza, li raccoglie e li manda avanti alla fase di composizione degli ordini. Quando tutti i prodotti di un ordine sono stati raccolti, vengono assemblati nella confezione più adatta e preparati per la spedizione. I pacchi sono quindi suddivisi in modo automatico in base alla priorità, alla dimensione e al tipo di spedizione, e condotti attraverso nastri al contenitore del corriere che lo prenderà in carico.
Tutto è orchestrato in modo rapido e automatico dal sistema logistico, che sceglie in ogni momento le combinazioni più efficienti tra disponibilità di uomini e mezzi, complessità degli ordini da trattare, dislocazione degli articoli da recuperare tra le decine di milioni stivate, tempi di consegna concordati con i clienti e scadenze di trasferimento dei pacchi agli spedizionieri.
+ leggi tutto

08

Settembre

16:00 - 20:00 

120 crediti
120 ore

corso abilitante

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 15 Mar 2016 - 23 Apr 2016
Corso di formazione di 120 ore per Coordinatori per la sicurezza nei cantieri temporanei o mobili
Contenuti e durata del corso di formazione
Il corso di formazione, necessario a qualificare il coordinatore per la progettazione e per l’esecuzione dei lavori, della durata complessiva di 120 ore, è articolato in sei distinti moduli.
• Modulo I: modulo giuridico – durata 28 ore
• Modulo II: modulo tecnico – durata 52 ore
• Modulo III: Modulo metodologico /organizzativo – durata 16 ore
• Modulo IV: Modulo pratico – durata 24 ore
• Verifica finale di apprendimento – durata 5 ore

Il Modulo IV sarà svolto mediante suddivisione in gruppi di lavoro (3 – 4 persone) a cui sarà assegnata la progettazione e la redazione di un piano di sicurezza e coordinamento e del corrispondente fascicolo dell’opera.

PER PROGRAMMA DETTAGLIATO VEDI LOCANDINA

La frequenza all’intero corso consentirà il conseguimento di 120 CFP, secondo quanto stabilito da circolare CNI n° 251/2013. Come da Regolamento, per il rilascio dei crediti è richiesta la presenza al 90% dell’intero corso, assenze superiori al 10% non consentiranno il riconoscimento di alcun CFP.
+ leggi tutto

08

Settembre

16:00 - 20:00 

40 crediti
40 ore

corso di aggiornamento

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 15 Mar 2016 - 23 Apr 2016
Corso di aggiornamento di 40 ore per Coordinatori per la sicurezza nei cantieri temporanei o mobili – modulo 1
- Richiami sulle regole contenute nel capo I del titolo IV del D. Lgs. 81/08 (tipologie di cantiere, appalti e subappalti, pericolo e rischio, infortuni e malattie professionali, piano di sicurezza e di coordinamento, fascicolo tecnico, compiti del CSP e del CSE, imprese esecutrici, imprese familiari, lavoratori autonomi e lavoratori volontari, eccetera).
- Le figure interessate alla realizzazione dell’opera: compiti, obblighi, responsabilità civili e penali. La disciplina sanzionatoria e le procedure ispettive.
- La Legislazione di base in materia di sicurezza e di igiene sul lavoro: la normativa contrattuale inerente gli aspetti di sicurezza e salute sul lavoro; la normativa sull’assicurazione degli infortuni sul lavoro.
- L’ordinamento giuridico e i rapporti tra le norme. Norme tecniche L’analisi delle cause degli infortuni, individuazione delle misure preventive e correttive. Esempio di analisi delle cause su un evento infortunistico avvenuto
- Rischi di cauta dall’alto - Ponteggi e opere provvisionali
- I rischi di incendio ed esplosione in cantiere
- I dispositivi di protezione individuale. Segnaletica di sicurezza.
- Analisi e valutazione del rischio amianto.
- I rischi connessi all’uso di attrezzature e macchine di lavoro.
+ leggi tutto

13

Settembre

09:00 - 13:00 

32 crediti
32 ore

corso

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 21 Giu 2016 - 06 Set 2016
NZEB
PRESENTAZIONE
L’evoluzione normativa (D.g.r. 17 luglio 2015 - n. X/3868) obbliga il progettista al confronto con edifici ad energia quasi zero, cioè come da definizione della Direttiva 2010/31/UE “Edificio con fabbisogno energetico molto basso e coperto in misura molto significativa da energia da Fonti Rinnovabili”. In regione Lombardia ciò significa un edificio che rispetta tutti i requisiti previsti di performance e gli obblighi di integrazione delle fonti rinnovabili.
Il corso non prevede ovviamente la proposta di soluzioni tecnologiche bensì un’analisi ed un confronto relativo agli effetti delle scelte progettuali effettuate e l’onere energetico che questo comporta nel soddisfacimento degli obblighi di legge (ad es. ma quanto conta la forma dell’edificio? Ma se non correggo un ponte termico di quanto devo migliorare la parete? Ecc.) e si sviluppa su quattro giornate, per complessive 32 ore.

Vedasi locandina
+ leggi tutto

13

Settembre

16:00 - 20:00 

40 crediti
40 ore

corso di aggiornamento

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 15 Mar 2016 - 30 Apr 2016
Corso di aggiornamento di 40 ore per Coordinatori per la sicurezza nei cantieri temporanei o mobili – modulo 2
- Codice dei contratti pubblici. Contenuti minimi dei piani di sicurezza e di coordinamento. Responsabilità penali e civili dei soggetti obbligati.
- La sicurezza sul lavoro negli appalti pubblici e privati. Principali norme legislative.
- Lavori in quota. Mezzi di salita in quota.
- Scavi, demolizioni, opere in sotterraneo e in galleria.
- Il rischio elettrico in cantiere e la protezione contro i fulmini
- I rischi fisici in cantiere: Rumore, vibrazioni, microclima, illuminazione, radiazioni ottiche.
- I rischi chimici e biologici in cantiere.
- Rischi in ambienti confinati valutazione ed analisi.
- L’organizzazione in sicurezza del cantiere. Cronoprogramma dei lavori. Planimetria di cantiere.
- I rischi nel lavoro di montaggio/smontaggio degli elementi prefabbricati
+ leggi tutto

16

Settembre

14:00 - 17:00 

2 crediti
2 ore

visita

MG MARPOSS S.p.A. - Via dei metalli – Travagliato (BS) Iscrizioni: 11 Lug 2016 - 08 Set 2016
Visita in azienda MG MARPOSS S.p.A.
PRESENTAZIONE
Lo scopo della visita è fornire un aggiornamento delle competenze in organizzazione e processi aziendali, anche produttivi. Il settore è quello della metrologia, specializzazione in sistemi di misura, controlli funzionali e di tenuta, e macchine per il controllo qualità. Nel giugno 2000 l’azienda è entrata a far parte di un gruppo che, attraverso la rete è presente in tutti i paesi industrializzati con strutture di vendita e assistenza tecnica post-vendita. I principali settori applicativi sono: industria automobilistica e la sua sub-fornitura, aeronautica, componentistica idraulica e pneumatica, componentistica elettrica, industria del vetro, macchine utensili, etc.


PROGRAMMA DELLA VISITA

Ore 13.45 Ritrovo e registrazione dei partecipanti
Saluti

Ore 14.00 Presentazione corporate profile
Illustrazione dei processi aziendali e visita tecnica allo stabilimento.

Ore 17.00 Termine visita
+ leggi tutto

19

Settembre

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario

Area di Ingegneria, Università degli Studi di Brescia, via Branze, 43 Iscrizioni: 26 Ago 2016 - 15 Set 2016
Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS)
PROGRAMMA:

Ore 14,15 Registrazione dei partecipanti
Saluti delle autorità accademiche

Ore 14,30 Linee guida europee per la redazione di un piano urbano della mobilità sostenibile
Prof. Ing. Giulio Maternini Ordinario di Trasporti, Università degli Studi di Brescia.

Ore 15,00 Elementi economici del PUMS. Il caso di Bristol
Prof. Graham Parkhurst Director Centre for Transport and Society, Department of Environment and Technology, University of the West of England, Bristol.

Ore 16,00 Intervallo

Ore 16,15 Gestione del traffico nel PUMS di Parma Arch. Angela Chiari Mobility Manager di Area del Comune di Parma.

Ore 16,40 Sviluppo sostenibile delle infrastrutture di trasporto nella città di Parma
Prof. Ing. Felice Giuliani Ordinario di Strade, Ferrovie e Aeroporti, Università degli Studi di Parma.

Ore 17,00 Un Piano per la Mobilità Sostenibile per Brescia
Ing. Stefano Sbardella Responsabile del Settore Mobilità, Eliminazione Barriere Architettoniche, Trasporto Pubblico del Comune di Brescia.
Ing. Andrea De Bernardi Consulente del Comune di Brescia per la redazione del PUMS

Ore 17,40 Incidenza del PUMS nella pianificazione urbanistica
Prof. Ing. Michela Tiboni Associato di Tecnica e Pianificazione Urbanistica, Università degli Studi di Brescia.

Ore 18,00 Dibattito

Ore 18,30 Conclusioni
+ leggi tutto

19

Settembre

16:00 - 18:00 

2 crediti
2 ore

seminario

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 19 Lug 2016 - 15 Set 2016
Seminario introduttivo al ciclo sulle direttive di prodotto europee - (Rifacimento seminario del 07/07/2016)
PRESENTAZIONE
Il seminario vuole essere una presentazione del percorso formativo che si terrà a partire da settembre 2016 e si concluderà entro giugno/luglio 2017. Il ciclo riguarderà le principali direttive di prodotto Europee ed avrà caratteristiche di complementarietà tali da creare un percorso omogeneo e dal carattere multidisciplinare. Gli eventi saranno caratterizzati da una tematica comune: la sicurezza dei prodotti. I moduli sono comunque stati pensati per essere affrontati anche singolarmente, in modo autonomo. Le tematiche del ciclo sulle direttive di prodotto riguarderanno:

- Il nuovo approccio nelle direttive europee ed il ruolo delle norme armonizzate (Direttiva Macchine 2006/42/CE e valutazione rischio EN 12100:2010)
- La validazione delle funzioni di sicurezza (EN 13849-2/EN 62061) ed il ruolo dell’Organismo Notificato
- L’utilizzo del software SISTEMA nella validazione dei circuiti di sicurezza secondo la EN 13849-2. Esempi pratici
- Direttiva LVD-3 bassa tensione – 2014/35/UE
- Direttiva EMC-3 compatibilità elettromagnetica – 2014/30/UE
- Direttiva ATEX-2 prodotti – 2014/34/UE
- Direttiva PED apparecchi a pressione - 2014/68/UE
- Norma EN 1090: Marcatura CE per i componenti strutturali in acciaio o alluminio.
- Tecniche FMEA e FMECA per l’analisi dei rischi, l’individuazione e la soluzione di problemi
- Principi di gestione della manutenzione industriale: metodi e nuove tecnologie a supporto della manutenzione
- Redazione ottimale della documentazione tecnica (manuale e fascicolo tecnico)
- Direttiva RED (ex R&TTE) dispositivi radio – 2014/53/UE
- Certificazione di qualità di prodotti software
- Direttiva campi elettromagnetici – 2013/35/UE sulle disposizioni minime di sicurezza e di salute relative all'esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dagli agenti fisici (campi elettromagnetici)
- Approccio al mercato Nord Americano. Normativa UL e normativa CE


PROGRAMMA DEL SEMINARIO INTRODUTTIVO
Ore 16.30 Registrazione dei partecipanti
Ore 17.00 Inizio lavori – introduzione al ciclo di incontri sulle direttive di prodotto europee
Ore 19.00 Fine lavori
+ leggi tutto

22

Settembre

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 08 Lug 2016 - 16 Set 2016
La tutela dei segni distintivi: i marchi
PRESENTAZIONE
Il Seminario, alla sua prima edizione, si colloca nel contesto del percorso formativo sulle tematiche legate alla proprietà industriale ed intellettuale ed ha come oggetto la tutela dei marchi in quanto segni distintivi dell’azienda.
L’obiettivo è di fornire una panoramica dei principi generali che regolano la materia, evidenziandone gli aspetti peculiari nell’ottica dell’utilizzo e dello sfruttamento quotidiano dello strumento.
Utilizzando come punto di partenza il Codice della Proprietà Industriale, saranno analizzati in particolare i requisiti di validità del marchio in funzione delle diverse categorie di segni distintivi, i diritti conferiti dalla registrazione di marchio ed i limiti a tali diritti ed infine le principali ipotesi di violazione e tutela dei relativi diritti.


PROGRAMMA DEL SEMINARIO
Ore 14.00 Registrazione dei partecipanti
Ore 14.30 Inizio lavori
1. Principi generali in materia di tutela dei segni distintivi
2. Nozione e funzione del marchio
3. Requisiti di validità
4. Diritti conferiti dalla registrazione di un marchio
5. Vicende del diritto
6. Estinzione del diritto: nullità e decadenza del marchio
7. Violazione dei diritti di marchio
8. Strumenti di tutela
Ore 18.30 Fine lavori
+ leggi tutto

28

Settembre

09:00 - 13:00 

8 crediti
8 ore

corso di aggiornamento

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 21 Lug 2016 - 22 Set 2016
D.P.R. 177 – spazi confinati: formazione del rappresentante del committente e/o preposto
PRESENTAZIONE
Oltre a rappresentare un momento di confronto e aggiornamento sull’applicazione del Regolamento per la qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi operanti in ambienti sospetti di inquinamento o confinanti, il corso si rivolge ai Colleghi che intendono svolgere il ruolo di Rappresentante del Datore di lavoro committente così come individuato all’art. 3 c 2 del DPR 177/11.

PROGRAMMA
Ore 08.30 Registrazione dei partecipanti
Ore 08.45 Presentazione e saluti
Ing. Mastrapasqua – Commissione Sicurezza Luoghi di lavoro
Ore 09.00 Inizio lavori
• Fattori di rischio propri delle attività in ambienti sospetti di inquinamento o confinati e nozioni sulle principali misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione, in particolare in caso di appalto;
• Definizione di compiti, obblighi e responsabilità del Rappresentante del Datore di lavoro committente;

Ore 13.00 Pausa
Ore 14.00 Ripresa lavori
• Orientamento giurisprudenziale relativamente ai seguenti temi: posizione di garanzia ai fini prevenzionistici, organizzazione del lavoro, regole di comune prudenza, ingerenza del committente;
• Cenni sulle tecniche di comunicazione e sensibilizzazione dei lavoratori;
• Applicazione delle procedure di sicurezza lavoro coerenti con le previsioni di cui agli articoli 66 e 121 e punto 3 dell'allegato IV (D.Lgs. 81/08 e s.m.i.) e modalità di esercizio della funzione di vigilanza dell’osservanza da parte dei lavoratori delle disposizioni di legge e aziendali in materia di salute e sicurezza sul lavoro e di uso di DPI e collettivi messi a loro disposizione.

Ore 17.45 Test finale
Ore 18.00 Fine lavori
+ leggi tutto

05

Ottobre

17:30 - 19:30 

2 crediti
2 ore

seminario

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 05 Ago 2016 - 29 Set 2016
Il valore di mercato dei terreni agricoli

PRESENTAZIONE
Il Seminario è un evento del percorso formativo sulla stima del valore dei beni materiali e immateriali.
Lo scopo del seminario è l’aggiornamento delle competenze sulla valutazione e la stima dei valore dei terreni agricoli.
Il valore dei terreni agricoli è, infatti, determinato da una serie di fattori: l’attività agricola e i fabbricati ad essa dedicati, impianti e i macchinari utilizzati dall’azienda, l’eventuale bestiame allevato e infine il valore della gestione dell'impresa agricola. Il valore del terreno è inoltre legato alla specificità e alle diversità territoriali.

PROGRAMMA DEL SEMINARIO

Ore 17.00 Registrazione dei partecipanti
Ore 17.15 Saluti
Ore 17.30 Inizio lavori
Introduzione
Ippolita Chiarolini, Consigliere – Coordinatrice commissione ingegneria economico estimativa Ordine degli Ingegneri della provincia di Brescia

La valutazione dei terreni agricoli
Giovanna Prandini, Presidente di Probrixia – azienda speciale Camera di Commercio
Pietro Avanzi, Coordinatore listino dei valori immobiliari – Borsa immobiliare
Fabio Gargano, Comitato listino dei valori immobiliari – sezione agraria – Borsa immobiliare

Ore 19.00 Quesiti e conclusioni
Ore 19.30 Termine lavori
+ leggi tutto

15

Ottobre

09:00 - 13:00 

16 crediti
16 ore

corso

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 05 Lug 2016 - 07 Ott 2016
Il risk management - La creazione delle fasi del processo
PRESENTAZIONE
Il risk management è uno strumento per fornire una ragionevole sicurezza sul raggiungimento degli obiettivi.
L’obiettivo didattico del corso è la sperimentazione delle fasi del processo di Risk Management su un CASO PRATICO AZIENDALE. La sperimentazione è utile sia per acquisire competenze sulle modalità di svolgimento del processo, sia per poter valutare come mettere a frutto, nel miglior modo possibile, le competenze già possedute. Ciascun modulo tratterà una specifica fase del processo di Risk Management.

METODOLOGIA DIDATTICA
Il percorso si sviluppa attraverso 4 moduli da 4 ore ciascuno; i partecipanti prenderanno attivamente parte alle sessioni formative attraverso la compilazione di fogli di lavoro e la condivisione di esempi predisposti dal relatore appositamente per l’evento formativo. Segue programma dettagliato.


Vedasi locandina
+ leggi tutto

20

Ottobre

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 13 Lug 2016 - 14 Ott 2016
La tutela del software
PRESENTAZIONE
La correlazione tra sistemi meccanici ed elettronici e lo sviluppo specifico che negli ultimi anni hanno avuto questi ultimi, sia lato hardware che lato software, ha fatto sì che sia quanto mai attuale per l’Ingegnere conoscere gli strumenti specifici volti a tutelare i propri software e la logica operativa delle proprie centraline al fine di ottenere l’esclusiva sulle proprie realizzazioni ed evitare di incorrere nelle tutele altrui. Il seminario si propone di fornire agli iscritti all’Ordine, grazie all’esperienza di un Avvocato specialista in materia IP e di un Ingegnere elettronico mandatario brevettuale, le conoscenze di base del tema approfondendo sia le tematiche legali che quelle tecniche-brevettuali relativamente alla “tutela del software” spiegando anche con esempi pratici quali siano i migliori strumenti applicabili.

PROGRAMMA DEL SEMINARIO
Ore 14.00 Registrazione dei partecipanti

Ore 14.30 Inizio lavori
Aspetti tecnico-brevettuali:
- gli strumenti di tutela del software
- definizione di software
- perché tutelare il software
- i diversi strumenti di tutela del software
- i brevetti di software
- brevetto vs. Know-how
- la prassi europea e la prassi statunitense sui brevetti di software
- esempi di brevetti di software
- la tutela del software mediante registrazione di design

Aspetti Legali:
- brevetto vs. diritto d'autore
- presupposti di proteggibilità ai sensi del diritto d'autore
- ambito di protezione del software ai sensi del diritto d'autore (tutela del codice, algoritmi, flowchart, interfaccia utente...)
- diritti del titolare / autore
- utilizzazioni libere
- decompilazione
- casistica
- "Software Libero e Open Source”

Ore 18.30 Fine lavori
+ leggi tutto

21

Ottobre

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

corso di aggiornamento

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 21 Lug 2016 - 13 Ott 2016
Aggiornamento CSP/CSE: Infortuni sul lavoro - l’attività del CTU e del Perito Tecnico incaricato per approfondimenti a seguito di infortuni sul lavoro
Presentazione: L’intervento ha la finalità di illustrare le fasi di indagine e di ulteriore accertamento tecnico che si sviluppano a seguito di infortuni sul lavoro, relativamente ai principali aspetti operativi riguardanti l’ingegnere o altro tecnico, con i compiti dell’esperto tecnico incaricato, e con i passaggi fondamentali da effettuare, e propone esempi di elaborati tecnici.

SOMMARIO DEGLI ARGOMENTI
- Elementi basilari
- Fenomeno infortunistico
- Sviluppo della consulenza
- Passi operativi
- Etica professionale
- Sintesi delle procedure
- Esempi di comunicazioni
- Verbalizzazioni
- Soggetti tecnici coinvolti
- Schemi di relazione tecnica
- Fase delle indagini penali: alcuni esempi di consulenze tecniche d’ufficio
- Fase delle indagini penali: alcuni esempi di consulenze tecniche di parte indagata
- Fase di giudizio penale: esempi di perizie tecniche
- Conclusioni

+ leggi tutto

26

Ottobre

14:30 - 17:30 

6 crediti
6 ore

seminario

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 03 Ago 2016 - 20 Ott 2016
La ricostruzione dei sinistri stradali - Pratica ed operatività dei Consulenti Tecnici
PRESENTAZIONE
Successivamente agli anni ’50, con l’intensificarsi del traffico veicolare, gli incidenti stradali hanno registrato un incremento progressivo che, nel nostro Paese, nel 2014 ha portato allo stabilirsi di circa 251.000 sinistri con lesioni alle persone coinvolte, ci cui 1,3% mortali. Oltre che per gli aspetti personali, l’impatto sociale del fenomeno è enorme anche in termini economici, potendosi stimare che, tra cure mediche e perdita di attività, il costo sociale sia superiore a 15,6 € miliardi/anno. Nell’ambito di un contesto di tale vastità l’ingegnere può assumere un ruolo di fondamentale importanza, nel prevenire la sinistrosità del traffico veicolare, mediante l’accorta concezione delle infrastrutture; accanto a questo primario obiettivo resta la necessità di ricostruire le modalità e la dinamica dei sinistri che si verificano, al fine di individuarne le responsabilità. Si è originata così la specialità del Tecnico ricostruttore dei sinistri stradali, il quale, applicando le leggi fondamentali della fisica e della meccanica, mediante l’analisi di prove di Crash, l’utilizzo di software di calcolo e di simulazione, è in grado di fornire risposte adeguate agli operatori di Giustizia in ambito penale, civile, o di gestione delle garanzie assicurative in risarcimento ai danni patrimoniali e personali. Il seminario è rivolto a quanti intendano operare nel ruolo del Consulente nell’infortunistica stradale per la Committenza privata, per le Compagnie assicurative, per i Magistrati, fornendo gli elementi basilari del processo cognitivo, dello sviluppo numerico, della modalità con cui relazionare i risultati. Il seminario si prefigge anche di fornire spunti che ogni singolo potrà sviluppare per il più appropriato comportamento nei tanto articolati rapporti che vanno a stabilirsi nel corso della delicata attività con le Forze dell’ordine, i congiunti delle Vittime, gli Operatori economici, gli amministratori della Giustizia, i Colleghi. Esposizione ed apprendimento saranno agevolate dalla conduzione di esercitazioni pratiche, illustrando alcuni casi risolti. Il quadro informativo sarà introdotto da cenni di pianificazione e progettazione preventivistica, e delle nuove tecniche di rilevamento degli elementi sul campo del sinistro.

PROGRAMMA DEL SEMINARIO
Programma I° sessione 26 OTTOBRE 2016:
Ore 14.15 Registrazione dei partecipanti
Ore 14.30 Presentazione del seminario
Ing. Dario Distefano (Coordinatore Commissione Ingegneria Forense)
La prevenzione dell’infortunio stradale: aspettative e ruolo dell’Ingegnere
Ing. Riccardo Gozio (Componente dell’Ordine degli Ingegneri di Brescia);
Prof. Ing. Giulio Maternini (Professore ordinario di Ingegneria dei Trasporti, Università studi Brescia)
Il rilievo degli elementi probanti sul campo del sinistro; le nuove tecnologie in ausilio alle indagini forensi.
Ing. Michele Vitiello (Membro Commissione Ingegneria Forense)
Obiettivi ed aspettative della ricostruzione del sinistro; gli ambiti di applicazione; la restituzione delle risultanze; l’elaborato del Tecnico ricostruttore.
Ing. Dario Distefano (Coordinatore Commissione Ingegneria Forense)
Quesiti, risposte, dibattimento
Ore 17.30 Fine lavori

Programma II° sessione 29 NOVEMBRE 2016:
Ore 14.15 Registrazione dei partecipanti
Ore 14.30 Presentazione di casi pratici, con evidenza sulle tecniche della ricostruzione dei sinistri, sul calcolo numerico, assistito dal foglio elettronico e dagli applicativi software specialistici.
Ing. Ubaldo Mazzoncini (Membro Commissione Ingegneria Forense)
Presentazione di casi pratici, con evidenza sul contradittorio tra Tecnici ricostruttori, la consultazione e la discussione, lo scambio delle informazioni.
Ing. Roberto Cesenni (Membro Commissione Ingegneria Forense)
Quesiti, risposte, dibattimento
Ore 17.30 Fine lavori
+ leggi tutto

22

Novembre

16:00 - 19:00 

3 crediti
3 ore

seminario

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 05 Ago 2016 - 16 Nov 2016
La stima del valore dei segni distintivi aziendali: I MARCHI
Il Seminario è uno degli eventi del percorso formativo sulle tematiche relative alla stima del valore dei beni materiali e immateriali e ha come oggetto la stima del valore dei marchi, in quanto segni distintivi dell’azienda.
L’obiettivo è quello di fornire una panoramica sul valore dei marchi per l’azienda, considerandone brevemente la strategia, e di esaminare, a valle delle indagini necessarie per l’esistenza e la validità dei marchi, i principali metodi di valutazione esistenti in letteratura anche attraverso l'analisi di un esempio pratico di un caso reale.

PROGRAMMA DEL SEMINARIO
Ore 15.30 Registrazione dei partecipanti
Ore 16.00 Saluti e Inizio lavori

- La stima del valore: l’azienda, la strategia e i segni distintivi
Ippolita Chiarolini (Consigliere – coordinatrice commissione ingegneria economico estimativa)

- I metodi di valutazione dei marchi
Maria Grazia Cerchia (Componente della commissione ingegneria economico estimativa)

Ore 18.30 Quesiti e conclusioni
Ore 19.00 Termine lavori
+ leggi tutto

15

Dicembre

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 03 Ago 2016 - 08 Dic 2016
METROLOGIA INDUSTRIALE: senza misura non c’è conoscenza
PRESENTAZIONE

Il seminario mira ai seguenti obiettivi:
- Fornire i concetti principali di metrologia e le regole per una scrittura corretta dei risultati delle misurazioni
- Fornire una panoramica sulla normativa vigente in Europa e riguardante la metrologia
- Rendere chiaro lo scopo ed il significato della taratura e della conferma metrologica
- Introdurre il concetto di incertezza di misura in un processo di misurazione
- Far comprendere il giusto rapporto tra incertezza e tolleranza
- Fornire i concetti fondamentali che sanciscono i criteri per la valutazione di conformità di un prodotto a specifiche definite (UNI EN ISO 14253-1)

Il seminario è rivolto a tutti coloro che pur non essendo metrologhi o aspiranti tali, hanno necessità e/o desiderio di approfondire i concetti e le nozioni fondamentali della metrologia Industriale.

PROGRAMMA
Ore 14.00 Registrazione dei partecipanti
Ore 14.30 Inizio lavori
- Concetti metrologici di base (misura, misurando, unità di misura, precisione, accuratezza, risoluzione, sensibilità, ripetibilità, riproducibilità ecc.)
- Cenni sul concetto di incertezza di misura
- Organizzazione metrologica Internazionale e contesto Italiano
- Approccio alla misura industriale (metodi diretti, indiretti, per comparazione, misuratori assoluti) e criteri di valutazione di conformità di un “manufatto” in accordo con ISO 14253-1
- Cenni sui requisiti di gestione delle apparecchiature di misura in ambito industriale secondo ISO 10012
Ore 18.30 Fine lavori
+ leggi tutto