Questo sito utilizza i cookie. Per maggiori informazioni consulta la nostra Politica sui cookie. Se per te va bene, continua a navigare. x
Accesso richiesto
Attenzione

Per accedere a quest’area è necessario effettuare la login al portale dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia.

Buona navigazione.

Offerta formativa dell’ordine

In quest’area sono presenti tutti gli eventi formativi a cui gli ingegneri possono partecipare.
Utilizza i filtri per trovare facilmente i corsi di tuo interesse.

13

Dicembre

16:00 - 20:00 

120 crediti
120 ore

corso abilitante

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 24 Ott 2016 - 10 Nov 2016
Corso base di specializzazione in prevenzione incendi 120 ore
Iscrizioni e frequenza
Il corso partirà sabato 12 novembre 2016 ed è aperto a tutte le categorie professionali, dando precedenza agli ingegneri iscritti all’Ordine degli Ingegneri di Brescia, che hanno pre-aderito nei mesi scorsi.
Il numero massimo dei partecipanti consentiti per legge è fissato in 60 unità.
La frequenza è obbligatoria. E’ ammesso un tasso di assenza alle lezioni non superiore al 10%.
Si specifica che l’annullamento della propria iscrizione a corso avviato renderà impossibile la restituzione della quota versata in virtù del numero chiuso del corso.

Crediti Formativi Professionali
La frequenza all’intero corso consentirà il conseguimento di 120 CFP.
Come da Regolamento, per il rilascio dei crediti è richiesta la presenza al 90% dell’intero corso, assenze superiori al 10% non consentiranno il riconoscimento di alcun CFP.

Verifica finale
L’esame di fine corso è articolato in:
- una prova a quiz di 50 domande a risposta multipla da effettuare in 60 minuti
- una prova orale alla quale sono ammessi i candidati che abbiano risposto positivamente ad almeno 35 domande


Corso patrocinato dal Collegio provinciale Geometri di Brescia
+ leggi tutto

14

Dicembre

09:00 - 13:00 

16 crediti
16 ore

corso

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 26 Ott 2016 - 27 Nov 2016
Corso base di Project Management
PRESENTAZIONE

Il corso mira ai seguenti obiettivi:

• Fornire una panoramica completa dei processi fondamentali e delle tecniche di Project Management, con esempi pratici che concretamente insegneranno ai partecipanti la gestione di tutte le fasi di Pianificazione, Controllo e Reporting dei progetti.
• Tenere sotto controllo tutte le variabili di un progetto: compito che richiede grande esperienza e conoscenza.
• Sviluppare specifiche conoscenze e tecnologie utili a supportare concretamente il Project Manger nella fase di Pianificazione, Controllo e Reporting dei progetti.
• Raggiungere gli obiettivi del progetto: "tempi, costi e qualità", per cui occorre applicare tecniche, metodi, strumenti e conoscenze di carattere gestionale che vanno dalla gestione dei costi, alla motivazione delle persone, alla gestione dei rischi etc.

Il corso è rivolto a tutti coloro che vogliono apprendere logiche, metodologie e tecniche necessarie per saper organizzare e condurre progetti di piccole e grandi dimensioni: Liberi Professionisti, Funzionari ed operatori della Pubblica Amministrazione, Imprenditori, Project Manager etc. Il corso ha un taglio molto pratico derivante da decenni di esperienza acquisita sul campo dal relatore, fornisce le basi per conseguire la certificazione IPMA (International Project Management Association).
Sarà inoltre presentata una nuova figura manageriale il: BIM (BUILDING INFORMATION MODELLING) Manager. Il Project Manager è oggi una delle figure professionali più richieste dalle aziende e dalle organizzazioni.

Per il programma dettagliato vedere la locandina.
+ leggi tutto

15

Dicembre

09:00 - 13:00 

4 crediti
4 ore

seminario

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 03 Ago 2016 - 08 Dic 2016
METROLOGIA INDUSTRIALE: senza misura non c’è conoscenza
PRESENTAZIONE

Il seminario mira ai seguenti obiettivi:
- Fornire i concetti principali di metrologia e le regole per una scrittura corretta dei risultati delle misurazioni
- Fornire una panoramica sulla normativa vigente in Europa e riguardante la metrologia
- Rendere chiaro lo scopo ed il significato della taratura e della conferma metrologica
- Introdurre il concetto di incertezza di misura in un processo di misurazione
- Far comprendere il giusto rapporto tra incertezza e tolleranza
- Fornire i concetti fondamentali che sanciscono i criteri per la valutazione di conformità di un prodotto a specifiche definite (UNI EN ISO 14253-1)

Il seminario è rivolto a tutti coloro che pur non essendo metrologhi o aspiranti tali, hanno necessità e/o desiderio di approfondire i concetti e le nozioni fondamentali della metrologia Industriale.

PROGRAMMA
Ore 8.30 Registrazione dei partecipanti
Ore 9.00 Inizio lavori
- Concetti metrologici di base (misura, misurando, unità di misura, precisione, accuratezza, risoluzione, sensibilità, ripetibilità, riproducibilità ecc.)
- Cenni sul concetto di incertezza di misura
- Organizzazione metrologica Internazionale e contesto Italiano
- Approccio alla misura industriale (metodi diretti, indiretti, per comparazione, misuratori assoluti) e criteri di valutazione di conformità di un “manufatto” in accordo con ISO 14253-1
- Cenni sui requisiti di gestione delle apparecchiature di misura in ambito industriale secondo ISO 10012
Ore 13.00 Fine lavori
+ leggi tutto

16

Dicembre

09:00 - 12:00 

3 crediti
3 ore

seminario

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 30 Nov 2016 - 14 Dic 2016
Understanding 3D Printing
PROGRAMMA DEL SEMINARIO

Ore 8.30 Registrazione partecipanti
Saluti

Ore 9.00 Inizio lavori

_ Intro: Digital Fabrication ed Addictive Manufacturing
_ Breve storia delle stampanti 3D dal movimento Reprap ai giorni nostri
_ Tecnologie di stampa 3D
_ Stato dell’arte, Trend e Sviluppi Futuri
_ Stampanti 3D FDM
_ Dal Modello alla Stampa
_ Quesiti ed interventi dei partecipanti

Ore 12.00 Fine lavori
+ leggi tutto

16

Dicembre

10:00 - 13:00 

3 crediti
3 ore

seminario

Sala polivalente di Palazzo Deodato Laffranchi (primo piano) Piazza Martiri della Libertà CARPENEDOLO (BS) Iscrizioni: 30 Nov 2016 - 14 Dic 2016
Comuni Lombardi uniti: nuovi servizi digitali per i professionisti, le imprese e i cittadini
L'aggregazione Comuni Lombardi Uniti, con il Comune di Carpenedolo come ente capofila e la collaborazione di GLOBO srl, ha attivato numerosi nuovi servizi digitali a disposizione di cittadini, professionisti e imprese: lo sportello unico dell'edilizia e delle attività produttive, il sistema informativo geografico, l'anagrafe estesa geografica e lo sportello telematica polifunzionale. Da oggi i Comuni dell'aggregazione sono ancora più coesi per diffondere l'innovazione e la semplificazione sul loro territorio.
Una serie di progetti per un'amministrazione semplice digitale e moderna che attuano le nuove disposizioni legislative previste in materia di semplificazione e la trasparenza amministrativa (Decreto legge 24/06/2014, n. 90) e dal nuovo codice dell'amministrazione digitale (Decreto legislativo 26/08/2016, n. 179).
+ leggi tutto

16

Dicembre

15:00 - 18:00 

3 crediti
3 ore

seminario

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 29 Nov 2016 - 14 Dic 2016
31/12/2016 - Termine ultimo per contabilizzazione e termoregolazione del calore
PRESENTAZIONE
Il prossimo 31/12/2016 rappresenta il termine ultimo imposto dal D. Lgs. 102/14 per l’installazione di sistemi di contabilizzazione e termoregolazione del calore per tutti gli edifici dotati di impianto centralizzato. Il convegno intende presentare la attuale situazione normativa e tecnica alla luce dei 3 anni passati dall’emanazione della norma UNI 10200 di riferimento nell’ambito della ripartizione spese. Particolare attenzione verrà posta alla discussione dei pesanti impatti che tale norma ha avuto nella normale gestione condominiale tanto delle spese tanto degli ormai consolidati equilibri interni al condominio. Il termine del 31/12/2016 rappresenta inoltre lo spunto per focalizzare tutti gli interventi di riqualificazione ed ottimizzazione energetica che possono d’ora in poi essere messi in atto a valle della realizzazione e messa a punto dell’impianto di contabilizzazione e termoregolazione del calore così come “in primis” auspicato dal Legislatore per la riduzione del fabbisogno di energia in ambito civile.

PROGRAMMA
Ore 14.30 Registrazione dei partecipanti

Ore 14.45 Saluti

Ore 15.00 Inizio lavori
Presentazione della contabilizzazione e termoregolazione in Lombardia, aspetti normativi e problematiche tecniche e sociali riscontrate – Emanuele De Vincenzis (Infrastrutture Lombarde)

L’efficientamento dei tamponamenti opachi dell’involucro edilizio – Marco Manessi (Rofix)

L’efficientamento dei serramenti – Cristiano Curzi (Agostini Group)

L’importanza della ventilazione meccanica controllata – Daniele Bianchini (Newatt)

L’efficientamento nella generazione del calore – Federico Zanini (Weishaupt)

Quesiti e approfondimenti
Ore 18.00 Fine lavori
+ leggi tutto

21

Dicembre

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

corso di aggiornamento

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 28 Nov 2016 - 18 Dic 2016
Aggiornamento prevenzione incendi: Gli impianti per la produzione biogas
Programma:

Modulo 1 – I depositi di biogas secondo il D.M. 3 febbraio 2016. Classificazione, distanze di sicurezza e sistemi di protezione.
Modulo 2 – Componenti fondamentali degli impianti per la produzione di biogas e la cogenerazione, analisi dei rischi specifici e strategia antincendio. Presentazione di incidenti reali.

artecipazioni parziali non vedranno il riconoscimento di alcun CFP.

Corso di aggiornamento in materia di prevenzione incendi, di cui all’art. 7 del D.M. 5/08/2011, finalizzato al mantenimento dell’iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell’Interno ex D. Lgs. 139/2006.
+ leggi tutto

11

Gennaio

14:30 - 18:30 

16 crediti
16 ore

corso

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 15 Set 2016 - 03 Nov 2016
Corso avanzato Microsoft Excel
IMPORTANTE:
Al fine di consentire che gli obiettivi proposti vengano effettivamente conseguiti e che il corso sia orientato ad una classe omogenea di discenti, per poter iscriversi al corso avanzato sarà obbligatorio sostenere un test di ammissione previsto per MERCOLEDI' 09 NOVEMBRE ore 17.30-18.30, presso la sede dell’Ordine.

PRESENTAZIONE

Normalmente quando si parla di avanzato, si utilizza subito la parola magica “macro”. In realtà la creazione di una macro è semplice, solitamente si limita ad un’operazione di registrazione; diventa più complesso modificare a mano una macro, organizzare le macro in modo da averle disponibili in più fogli (Excel) o documenti (Word), ecc.
Il linguaggio di scrittura delle macro (VBA) è uguale per tutti i prodotti Office, il corso avanzato sarà orientato in modo generico sia a Word che ad Excel senza fare differenze, cercando piuttosto di evidenziare le moltissime analogie di utilizzo delle macro in entrambi i programmi. Pertanto il corso avanzato sarà sviluppato in modo misto utilizzando sia Word che Excel.

PROGRAMMA:

? Non solo Somma… Utilizzo di funzioni di Excel avanzate. Approfondimento dei concetti di riferimenti assoluti e relativi. Scrittura e utilizzo di funzioni logiche (Se, Somma.se), funzioni di ricerca (Cerca.Vert), di testo, di trattamento delle informazioni data ora ecc.
? Introduzione a VBA (Visual Basic for Applications), il linguaggio che “sta dietro” ai programmi Office.
? Il concetto di “macro”, inteso come registrazione di una macro per rendere automatiche operazioni ripetitive.
? Registrazione di una macro.
? Utilizzo di macro attraverso combinazione di tasti oppure collegando la macro ad un pulsante su una barra strumenti.
? Organizzazione delle macro. Rendere una macro utilizzabile solo da una cartelle di lavoro oppure da tutte le cartelle.
? Scrittura di una macro a mano utilizzando ora il registratore, ora le proprie conoscenze di VBA.
? Esempi

DATE: mercoledì 11 – 18 – 25 gennaio, mercoledì 1 febbraio 2017 dalle ore 14.30 alle ore 18.30 (rilevazione presenze a partire dalle 14.00)

 
+ leggi tutto

11

Gennaio

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 02 Dic 2016 - 09 Gen 2017
Qualità e strumenti per la qualità Modulo I: La qualità e i suoi strumenti: concetti introduttivi
PRESENTAZIONE
Questo seminario introduttivo si prefigge di fornire i concetti base della qualità industriale. Dopo aver contestualizzato il perché la qualità industriale sia importante si parlerà di miglioramento continuo e quali le strategie da attuare per ottenerlo. Quindi verranno discusse le teorie della qualità e il ciclo di Deming (Plan Do Check Act), modello sviluppato per il miglioramento continuo della qualità in un'ottica ad ampio raggio.
La parte finale del seminario verterà sui principi base della norma ISO 9001 in modo da completare il panorama introduttivo sulla Qualità Industriale. Al termine del primo seminario introduttivo (gratuito) verrà chiesto di compilare un questionario al fine di valutare l’interesse nei confronti dei singoli seminari del corso, in questa maniera sapremo quali seminari attivare. Inoltre si fornirà un ulteriore elenco di temi inerenti la qualità per valutare eventuali seminari alternativi.

Ore 14.00 Registrazione dei partecipanti
Ore 14.15 Presentazione e saluti
Ore 14.30 Inizio lavori
PROGRAMMA DEL SEMINARIO
• PERCHÉ LA QUALITÀ?
• CONCETTO DI MIGLIORAMENTO CONTINUO
• TEORIE DELLA QUALITÀ
• DEMING
• PRINCIPI DELLA NORMA
• PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO E CALENDARIO
Ore 18.00 Conclusioni
Ore 18.30 Fine lavori
+ leggi tutto

14

Gennaio

08:30 - 12:30 

20 crediti
20 ore

corso

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 02 Dic 2016 - 11 Gen 2017
Corso base di HEC – RAS
Programma sintetico:

I pomeriggio: Cosa c’è dietro HEC-RAS? II pomeriggio: Pratica in alvei cilindrici
III pomeriggio: Pratica con correnti non lineari e inserimento dei manufatti

IV pomeriggio: Gli alvei naturali

V pomeriggio: HEC-RAS per la protezione del territorio
+ leggi tutto

08

Febbraio

14:30 - 18:30 

16 crediti
16 ore

corso

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 02 Nov 2016 - 05 Feb 2017
Valutazione economica dei beni e delle operazioni immobiliari
PRESENTAZIONE DEL CORSO
Il corso è finalizzato alla valutazione dei beni e delle operazioni immobiliari con un approccio economico finanziario. Dopo una parte iniziale di inquadramento in cui si spiegano le logiche e il funzionamento economico del mercato immobiliare nella prospettiva degli investitori, si procede con l’analisi delle tecniche di valutazione partendo dai criteri economico-finanziari e dalla costruzione dei flussi di cassa. Il programma si concentra inizialmente sulla convenienza economica di un investimento immobiliare, per terminare con i criteri per la stima del valore di mercato degli immobili.
Per consolidare quanto appreso sarà utilizzato un caso di studio in cui i partecipanti, all’interno di un team di lavoro, dovranno analizzare un’operazione e costruire il modello di supporto tramite l’ausilio di Excel.
L’obiettivo è creare e consolidare competenze economico-finanziarie e operative per analizzare operazioni immobiliari di ogni genere. Al termine del corso il partecipante sarà in grado di valutare la convenienza economica di un investimento immobiliare e stimare il valore di mercato dei beni.

Saranno trattati i seguenti temi:
• Il funzionamento economico del mercato immobiliare
• Inquadramento delle metodologie valutative
• Metodo comparativo
• Metodologie economiche finanziarie
• La costruzione dei flussi di cassa
• Il valore finanziario del tempo e il tasso di attualizzazione
• I criteri di valutazione delle operazioni immobiliari
• La valutazione dei beni esistenti
• La valutazione delle operazioni di sviluppo
• Esempi, esercitazioni e casi di studio
• I principali errori nelle valutazioni

+ leggi tutto

17

Febbraio

09:00 - 13:00 

4 crediti
4 ore

corso

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 24 Nov 2016 - 03 Feb 2017
Direttiva LVD-3 bassa tensione - 2014/5/UE - esempio di applicazione ad un prodotto tipo
PRESENTAZIONE
Il 29 Marzo 2014 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea la nuova direttiva Bassa Tensione 2014/35/UE (LVD-3), che andrà a sostituire completamente l'attuale direttiva 2006/95/CE il 20 Aprile 2016.
Lo scopo del corso è illustrare le differenze fra le due direttive, ma soprattutto riassumere gli obblighi degli operatori economici (fabbricanti, rappresentanti autorizzati, importatori e distributori) a fronte di questa importante direttiva applicabile ad una grande varietà di prodotti elettrici ed elettronici.
Saranno in oltre affrontate le procedure per la valutazione di conformità, per la realizzazione del fascicolo tecnico, della dichiarazione di conformità e della marcatura CE.
Saranno poi presi in esame esempi di prove di tipo generalmente richieste dalle norme armonizzate da utilizzare per la presunzione di conformità dei prodotti.

PROGRAMMA

Ore 8.30Registrazione dei partecipanti, presentazione e saluti
Ore 09.00 Inizio lavori
• Introduzione alle direttive CE Nuovo approccio vs. Vecchio approccio
• Principali differenze tra nuova e vecchia direttiva LVD
• Campo di applicazione della direttiva
• Leggi di recepimento
• Controlli e sanzioni
• Soggetti coinvolti
• I requisiti minimi di sicurezza (RES)
• Presunzione di conformità - Norme armonizzate
• Il fascicolo tecnico
• Il controllo della produzione
• Marcatura CE e marchi volontari
• I rapporti con le altre direttive
• Esempio di applicazione ad alcuni prodotti tipo
Ore 13.00 Fine lavori
+ leggi tutto

03

Marzo

09:00 - 13:00 

4 crediti
4 ore

corso

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 24 Nov 2016 - 17 Feb 2017
Direttiva 2014/35/UE - RED Ex R&TTE
PRESENTAZIONE
Il 16 Aprile 2014 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea la nuova direttiva 2014/35/UE (RED), che andrà a sostituire completamente l'attuale direttiva 1999/5/CE (R&TTE) il 13 Giugno 2016. La direttiva si applica agli apparecchi radio riceventi e/o trasmittenti, ovvero apparecchi in grado di comunicare mediante l'emissione e/o la ricezione di onde radio impiegando lo spettro delle radiofrequenze. Lo scopo del corso è illustrare le differenze tra le due direttive e riassumere gli obblighi e le responsabilità degli operatori economici (fabbricanti, rappresentanti autorizzati, importatori e distributori) a fronte di questa importante direttiva applicabile ad una grande varietà di prodotti. Obiettivi: fornire le conoscenze di base per il controllo della documentazione fornita dai produttori internazionali a supporto della conformità alla direttiva; fornire informazioni di base per la comprensione dei requisiti essenziali richiesti dalla direttiva e per verificarne la conformità relativamente ai propri prodotti.

PROGRAMMA

Ore 08.30 Registrazione dei partecipanti, presentazione e saluti
Ore 09.00 Inizio lavori
• Campo di applicazione della direttiva
• Definizioni ed esclusioni
• Leggi di recepimento
• Controlli e sanzioni
• Soggetti coinvolti
• Processo di valutazione della conformità
• Requisiti tecnici essenziali
• Classificazione degli apparati
• Situazione normativa
• Impatto sulle altre Direttive: EMC, Bassa tensione
• Il fascicolo tecnico
• Marcatura CE e dichiarazione di conformità
• Esempio di applicazione ad alcuni prodotti tipo
Ore 13.00 Fine lavori

+ leggi tutto

10

Marzo

09:00 - 13:00 

16 crediti
16 ore

corso

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 24 Nov 2016 - 03 Mar 2017
La Marcatura CE di strutture metalliche - UNI EN 1090
PRESENTAZIONE
Il corso proposto ha la finalità di far apprendere ai partecipanti i concetti base delle norme UNI EN 1090 Parte 2, “Requisiti tecnici per la realizzazione di strutture in acciaio” fabbricate mediante saldatura.
Tale norma presuppone l’implementazione del Factory Production Control (FPC) certificato da un Organismo Notificato, con applicazione volontaria già dal 1 dicembre 2010.
A partire dal 1 luglio 2014 diverrà requisito di legge per l’esecuzione delle opere strutturali e la loro marcatura CE, ma ne è preferibile fin d’ora la gestione, per perseguire finalità ed obiettivi comuni in azienda e far percepire ai clienti il maggior valore del prodotto o servizio loro offerto. Ne consegue un aumento della competitività e della redditività aziendale.
Requisiti minimi: Buona conoscenza della norma UNI EN ISO 3834 e/o UNI EN ISO 9001 applicata ai processi di saldatura

PROGRAMMA

Ore 08.30 Registrazione dei partecipanti, presentazione e saluti
Ore 09.00 -13:00 e 14:00-18.00
• Definizione delle Classi di Esecuzione EXC 1-4
Classificazione delle Conseguenze (CC1-2-3)
Categorie di servizio (S1 e S2)
Categorie di prodotti (P1 e P2)
• Struttura del controllo di produzione in fabbrica FPC (Factory production Control)
Le norme UNI EN ISO 3834 (2006): Requisiti di qualità per la saldatura per fusione dei materiali metallici.
Parte seconda: requisiti di qualità estesi.
Parte terza: requisiti di qualità normali.
Parte quarta: requisiti di qualità elementari.
• Descrizione dell’organizzazione, struttura organizzativa e campo d’applicazione
Riesame del contratto e della progettazione
Gestione dei documenti di saldatura
• Requisiti dei Coordinatori di Saldatura con i limiti di applicazione
(Norma UNI EN ISO 14731:2007)
• Controlli non distruttivi supplementari
Piano di fabbricazione e controllo
• Qualificazione del personale e delle procedure di saldatura
Istruzioni o procedure di saldatura
Rapporti di qualificazione delle procedure di saldatura
• Valutazione della conformità CE
Ore 18.00 Fine lavori
+ leggi tutto

24

Marzo

09:00 - 13:00 

4 crediti
4 ore

corso

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 24 Nov 2016 - 03 Mar 2017
Direttiva ATEX-2 prodotti - 2014/34/UE esempio di applicazione di alcuni modi di protezione ad un apparecchio elettromeccanico e procedure di valutazione della conformità
PRESENTAZIONE
Il 29 Marzo 2014 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea la nuova direttiva per i prodotti destinati a essere utilizzati in atmosfera potenzialmente esplosiva 2014/34/UE (ATEX-2), che andrà a sostituire completamente l'attuale direttiva 94/9/CE il 20 Aprile 2016. Lo scopo del corso è illustrare le differenze fra le due direttive, ma soprattutto definirne esattamente il campo di applicazione, gli obblighi dei fabbricanti e/o degli importatori a fronte di questa importante direttiva applicabile ad una grande varietà di prodotti e in una altrettanto grande varietà di ambienti con la presenza di rischi. Gli obiettivi principali sono la conoscenza del problema “pericolo di esplosione” e la consapevolezza che non è un fenomeno relativo ai luoghi di lavoro dove tale pericolo è noto (aziende del settore petrolchimico), per poi acquisire le informazioni necessarie alle procedure di valutazione di conformità per i prodotti destinati ad essere impiegati in detti luoghi.

PROGRAMMA

Ore 8.30 Registrazione dei partecipanti, presentazione e saluti
Ore 9.00 Inizio lavori
• Cenni sul fenomeno esplosione;
• Principi di sicurezza contro l’esplosione;
• Tecniche costruttive per evitare l’innesco: i modi di protezione delle Norme Armonizzate EN 60079 per le apparecchiature elettriche e relativi contrassegni;
• Tecniche costruttive per evitare l’innesco: i modi di protezione delle Norme Armonizzate EN 13463 per le apparecchiature non elettriche;
• Principali differenze tra nuova e vecchia direttiva ATEX
• Come le direttive comunitarie recepiscono i principi di sicurezza contro l’esplosione: Direttiva Atex 1999/92/CE (rischio di esposizione dei lavoratori alle atmosfere potenzialmente esplosive) e Direttiva 2014/34/UE (prodotti)
• Classificazione delle apparecchiature,
• Requisiti essenziali di sicurezza,
• Procedure di valutazione della conformità
• Documentazione tecnica e di prodotto,
• Marcatura.
Ore 13.00 Fine lavori
+ leggi tutto

06

Aprile

14:30 - 18:30 

8 crediti
8 ore

corso

la sede dell'Ordine Iscrizioni: 02 Nov 2016 - 02 Apr 2017
Corporate real estate management: la prospettiva delle aziende utilizzatrici di immobili
PRESENTAZIONE DEL CORSO
Il corso di formazione intende fornire modelli e strumenti per la valutazione economico-finanziaria di iniziative di natura immobiliare.
Dopo una parte iniziale di inquadramento in cui si spiegano le logiche gestionali in materia real estate all’interno di un’azienda non a vocazione immobiliare e si analizzano i principali driver decisionali e le modalità di rappresentazione in bilancio, si procede con l’analisi delle tecniche di valutazione economico-finanziarie delle decisioni in materia immobiliare all’interno di un’azienda.
In particolare viene condotta un’esercitazione in Excel in cui sono poste a confronto due ipotesi alternative (acquisto vs. locazione di immobile) e attraverso il lavoro di gruppo si valuta e si discute, alla luce delle informazioni disponibili, quale potrebbe essere la soluzione migliore. Attraverso la costruzione dei flussi di cassa, la scelta del tasso di attualizzazione, l’individuazione del valore finale del bene si perviene a un giudizio circa la convenienza economica delle alternative esaminate
Al termine del corso il partecipante sarà in grado di valutare la convenienza economica di operazioni di natura immobiliare secondo la prospettiva di aziende non a vocazione immobiliare, potendo così operare all’interno delle aziende stesse o interloquire con loro in qualità di professionista.

Saranno trattati i seguenti temi:
• Il Corporate Real Estate Management: le diverse prospettive “Valore”, “Sostenibilità” e “HSE”
• Le decisioni di investimento in ambito CREM: le scelte lease or buy
• La valutazione degli intangibles nelle decisioni d’investimento in ambito CREM
+ leggi tutto