Questo sito utilizza i cookie. Per maggiori informazioni consulta la nostra Politica sui cookie. Se per te va bene, continua a navigare. x
Accesso richiesto
Attenzione

Per accedere a quest’area è necessario effettuare la login al portale dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia.

Buona navigazione.

Archivio eventi formativi

In quest’area sono presenti tutti gli eventi formativi passati ed è possibile scaricare
le dispense i il materiale didattico (ove disponibilie)

15

Giugno

10:00 - 13:30 

3 crediti
3 ore

seminario

Università degli Studi di Brescia - Aula Magna area Medicina, Viale Europa 11 - Brescia
Pianificazione urbanistica e della mobilità per migliorare la qualità urbana - Town and mobility planning for urban quality
9:45 Registrazioni

10:00 Saluti delle autorità accademiche e della società civile

10.30 Introduzione Maurizio Tira, Chair della Conferenza
Roberto Busi, Chair emerito della Conferenza

Sessione plenaria Casi di studio e buone pratiche per migliorare la qualità urbana attraverso la pianificazione della mobilità e degli spazi pubblici

Moderatore Roberto Busi – Università degli Studi di Brescia

Relatori
Rodney Tolley – Sustainable Transport Consultant (UK)
Camminare per la salute e il benessere: buone pratiche per la pedonalità di supporto ai professionisti.

Graham Parkhurst – University of the West of England, FET (UK)
Migliorare la qualità urbana attraverso la gestione della mobilità: qual è il giusto equilibrio tra supporti, incentivi e vincoli?

13.30 Chiusura dei lavori

E’ previsto il servizio di traduzione in simultanea inglese-italiano
+ leggi tutto

04

Luglio

14:00 - 18:00 

22 crediti
24 ore

corso

SEDE UTR DI BRESCIA – VIA DALMAZIA 92/94
FONDAMENTI DI IDRAULICA E COSTRUZIONI IDRAULICHE PER LA DIFESA DEL SUOLO
Finalità: Scopo del corso è adeguare la formazione dei tecnici preposti alla valutazione di progetti idraulici e statici, connessi con le derivazioni idroelettriche, con la legge regionale sugli sbarramenti (L 8/98) e con l’attività di polizia idraulica.

Giovedì 15 giugno 2017
Mattina 9:00 /13:00 – NOZIONI DI IDRAULICA
Correnti a pelo libero e in pressione, energia della corrente, moto uniforme, definizioni e calcoli di tirante e battente idraulico, perdite di carico, rigurgito, etc.
RELATORI: INGG. CARLO CIAPONI E ALESSIO RADICE
Pomeriggio 14:00 / 18:00 - FONDAMENTI DI IDROLOGIA
Asta principale e bacino idrografico, definizione e calcolo del tempo di corrivazione, istogrammi di pioggia, calcolo delle piene con determinati tempi di ritorno, curva di probabilità pluviometrica, modellazione flussi, strumenti di misura
RELATORI: INGG. PAPIRI SERGIO E ROBERTO SERRA

Giovedì 22 giugno 2017
Mattina 9:00 /13:00 – APPLICAZIONE AI DISSESTI DELLE NOZIONI DI IDRAULICA E IDROLOGIA
Trasporto dei sedimenti, tipologie di dissesto idrogeologico: cause ed interventi
RELATORI: ING. GIUSEPPE BARBERO E DOTT. MAURIZIO NESPOLI
Pomeriggio 14:00 / 18:00 – MANUFATTI IDRAULICI 4 ORE X 2 PRESENTAZIONI
Elementi caratteristici e nozioni di base sulla progettazione idraulica e statica di briglie, traverse e sbarramenti fluviali, difese spondali; opere di ingegneria naturalistica; scale di risalita; vasche di laminazione
RELATORI: INGG. FULVIO BERNABEI E LORENZO DEL FELICE

Martedì 4 luglio 2017
Mattina 9:00 /13:00 – RELAZIONI IDRAULICHE E IDROGEOLOGICHE, VALUTAZIONI AMBIENTALI
Cenni alla normativa vigente, con particolare riferimento alla ripartizione di competenze tra stato e regione Guida alla stesura e lettura di relazioni idrauliche ed idrologiche, a supporto dei tecnici istruttori delle istanze di derivazione e costruzione di traverse fluviali a scopo idroelettrico, di opere di difesa spondale o sbarramento idraulico
RELATORI: ING. CLAUDIO MERATI E DOTT. MAURIZIO NESPOLI
Pomeriggio 14:00 / 18:00 – DIGHE E TRAVERSE FLUVIALI + TEST FINALE
Tipologie e funzionamento degli impianti idroelettrici. Traverse fluviali: opere di presa, condotte, canali, vasche di carico, paratoie, organi di regolazione, canali. Tipologie di turbine. Verifiche di stabilità delle traverse fluviali
RELATORI: INGG. GIUSEPPE BARBERO E FULVIO BERNABEI
+ leggi tutto

14

Giugno

15:00 - 19:00 

4 crediti
4 ore

seminario

Sede dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia
TECNICHE IRRIGUE E OTTIMIZZAZIONE DELLO SFRUTTAMENTO DELLA RISORSA IDRICA
PROGRAMMA

Ore 14.30 Rilevazione presenze

Ore 15.00 Inizio lavori – Moderatore Ing. Paolo Pezzagno (Vice Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia e Coordinatore della Commissione Idraulica)
? Tecniche irrigue tra scarsità idrica e conservazione del suolo. - Ing. Stefano Barontini
? Territorio bresciano e agricoltura: dal calcolo dell'AWC (Available Water Capacity) alla stima dei fabbisogni idrici delle colture. - Dott. Agr. Marcellina Bertolinelli
? Implicazioni idrogeologiche relative alle diverse tecniche di irrigazione. - Dott. Geol. Laura Ziliani
? Il punto di vista dei Consorzi: problemi e soluzioni tecniche, idee innovative, progetti. Metodo di controllo della distribuzione della risorsa, criteri di gestione e di monitoraggio delle reti irrigue.
Ing. Massimo Buizza, direttore del Consorzio dell’Oglio - Ing. Paolo Magri, direttore tecnico del Consorzio di Bonifica Garda Chiese e Direttore del Consorzio del Mincio
? Relazione tra l’attività di irrigazione e la gestione del Reticolo Idrico Minore - Ing. Giuseppe Rossi, ingegnere idraulico
? Tecniche all’avanguardia: il caso dell’azienda La Canova Società Agricola S.r.l.
Ing. Carlo Virgilio Cena - Per. Agr. Giovanni Battista Doninelli (tecnico responsabile della parte agronomica)
? Agroecologia e biodiversità: il valore del cibo nel rispetto di chi lo produce - Arch. Nicola Vitale di Slow Food
? Tavola Rotonda “Il FUTURO DELL’ IRRIGAZIONE” con la partecipazione dei relatori e del pubblico.

Ore 19.00 Fine lavori
+ leggi tutto

15

Giugno

14:30 - 17:30 

18 crediti
21 ore

corso

Università degli studi di Brescia - Via Branze, 43
PROCESSO A FANGHI ATTIVI: METODI DI CONTROLLO DELLE DISFUNZIONI TRAMITE MICROSCOPIA, VERIFICHE DI IMPIANTO E OTTIMIZZAZIONE DEL PROCESSO
PRESENTAZIONE DEL CORSO:
Il processo a fanghi attivi è tuttora il più utilizzato dei metodi biologici per il trattamento delle acque di scarico. Il fango attivo presenta una grande versatilità, che consente la rimozione di svariati inquinanti organici, l’ossidazione e la rimozione dei composti ridotti dell'azoto, la promozione di fenomeni di rimozione biologica dei fosfati, di microrganismi patogeni etc. Più di un secolo è ormai trascorso dalla introduzione di questo processo, e numerose sono le innovazioni che sono state introdotte, quali la Rimozione Biologica dei Nutrienti (BNR), i Reattori Sequenziali (SBR), i Bioreattori a Letto Mobile (MBBR) ), i Bioreattori a Membrana (MBR), i Fanghi Granulari etc.. Solide conoscenze dell'Ingegneria dei processi e della Microbiologia sono oggi richieste per la diagnosi, il controllo e la soluzione dei comuni problemi che di frequente occorrono, come il deterioramento delle proprietà di sedimentazione del fango attivo, la formazione di schiume o la perdita di particolari popolazioni microbiche.
Il Corso, arrivato alla sua XXVII edizione, consisterà in una serie di presentazioni sulle moderne configurazioni del processo a fanghi attivi, comprese BNR, SBR, MBR etc.. Il Corso, nelle due prime giornate comuni, oltre a fornire una panoramica delle tecnologie disponibili e delle interazioni che avvengono all’interno di complesse comunità microbiche, propone approfondimenti di carattere impiantistico, che combinati con appropriate tecniche di caratterizzazione microbiologica, consentono una adeguata conduzione del processo. Nella terza giornata i Partecipanti, a loro scelta, seguiranno uno dei due Moduli Operativi specialistici: uno sulle metodiche microscopiche di caratterizzazione del fango attivo (tradizionale e avanzata tramite la tecnica di ibridazione fluorescente in situ (FISH) o, in alternativa, a quello sulle misure di fondamentali proprietà e parametri (capacità di areazione, sedimentabiltà dei fanghi, interpretazione dei risultati).
Il Corso è diretto a progettisti, tecnici ed operatori di impianti di trattamento biologici industriali ed urbani, a ricercatori e studenti di Dottorato. Il gruppo docente è costituito da esperti di ampia esperienza a livello internazionale.
Durante lo svolgimento dei due Moduli Operativi, il gruppo docente sarà assistito da tutors.
Dopo 26 edizioni svoltesi con successo a Perugia e Palermo, il Corso, mantenendo il taglio itinerante, nel 2017 è in programma presso l’Università di Brescia, a cura del Gruppo di lavoro Gestione Impianti di Depurazione, dell’Università di Brescia. Al corso è stato riconosciuto il grande merito di avere contribuito molto alla diffusione della conoscenza sui problemi delle disfunzioni degli impianti di depurazione a fanghi attivi sia in Italia che all’estero.

PER IL PROGRAMMA DETTAGLIATO DELLE 3 GIORNATE, VEDASI LOCANDINA

ATTENZIONE: Partecipazioni senza regolare iscrizione non consentiranno il riconoscimento di crediti formativi. Verranno riconosciuti n. 18 CFP per la partecipazione a tutte e tre le giornate,Partecipazioni parziali non vedranno il rilascio di alcun CFP. Le presenze saranno registrate in entrata ed in uscita per ogni fascia (mattutina e pomeridiana) di ogni modulo
+ leggi tutto

13

Giugno

10:00 - 17:30 

6 crediti
6 ore

seminario

Sala ASSOCIAZIONE ARTIGIANI - Via Cefalonia, 66 (BS)
LA CLASSIFICAZIONE E ASSEVERAZIONE DEL RISCHIO SISMICO DEGLI EDIFICI E IL "SISMABONUS"
OBIETTIVI: L’evento ha l’obiettivo di mettere il professionista abilitato in grado di correttamente classificare il rischio sismico e di fornire indicazioni specifiche ed operative sulle modalità per rendere la relativa asseverazione, oltre a defire in maniera schematica le condizioni e le procedure per usufruire del suddetto “Sismabonus”.Il Seminario, destinato a professionisti già operanti nel settore sismico, si connota per il taglio esclusivamente pratico ed operativo e per la ricorrente interazione tra il Relatore e i partecipanti.

PROGRAMMA

ORE 9.30 RILEVAZIONE PRESENZE

ORE 10.00 SALUTI INIZIALI - Ing. Marco Belardi (Presidente dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia)

ORE 10.15 - 13.30 SESSIONE MATTUTINA - Arch. M. Boscolo Bielo
- Valutazione della sicurezza sismica e classificazione degli interventi
- La Classificazione di rischio sismico degli edifici
- Valutazione con il metodo convenzionale e con il metodo semplificato
- Asseverazione della classe di rischio sismico da parte del progettista

ORE 13.30-14.30 PAUSA

ORE 14.30 - 17.30 SESSIONE POMERIDIANA - Arch. M. Boscolo Bielo
- Progetto delle strutture e adempimenti edilizi
- Progettazione degli interventi di messa in sicurezza statica
- Valutazione del costo degli interventi
- Adempimenti del direttore dei lavori e del collaudatore
- Il bonus fiscale (cd. “Sismabonus”), entità e procedure
DIBATTITO E QUESITI

Richiesta la partecipazione al seminario nella sua interezza (sia mattino che pomeriggio). PARTECIPAZIONI PARZIALI NON VEDRANNO IL RICONOSCIMENTO DI ALCUN CFP.
+ leggi tutto

10

Giugno

09:00 - 13:00 

4 crediti
4 ore

seminario

Auditorium Ente Sistema Edilizia Brescia - Via Garzetta 51 Brescia
Appalti pubblici, nuove tipologie di appalto. Il P.P.P.
SCALETTA DEGLI INTERVENTI:
ORE 9.00
REGISTRAZIONE DEI PARTECIPANTI E PRESENTAZIONE DEI RELATORI
IL NUOVO CODICE DEGLI APPALTI
FERDINANDO CAPRA E SARA MESCHINI
ANCE BRESCIA - COLLEGIO COSTRUTTORI DI BRESCIA E PROVINCIA
ORE 11.00 COFFEE BREAK
ORE 11.15 – 12.30
IL P.P.P. (PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO)
Il Partenariato Pubblico Privato come opportunità per le imprese, per ampliare le possibilità
di partecipare agli appalti pubblici
PROF. PAOLO SABBIONI
AVVOCATO, PATROCINANTE PRESSO LE SUPREME CORTI, ESPERTO IN DIRITTO AMMINISTRATIVO
E PROFESSORE UNIVERSITARIO DI DIRITTO PUBBLICO
ORE 12.30 – 13.00
TIZIANO PAVONI – PRESIDENTE COLLEGIO COSTRUTTORI DI BRESCIA E PROVINCIA
+ leggi tutto

09

Giugno

16:30 - 18:30 

2 crediti
2 ore

seminario

la sede dell'Ordine
LA CONDOTTA DEL CONSULENTE TECNICO: REGOLE E CONVENIENZE - PRATICA ED OPERATIVITÀ DEI CONSULENTI TECNICI IN AMBITO GIUDIZIARIO
INTRODUZIONE
Lo svolgimento dell’attività, oltre alle competenze in materia tecnica, impone che il Consulente Tecnico in ambito giudiziario si attenga ad una condotta adeguata anche in relazione alle regole specifiche che contraddistinguono ruoli e compiti del consulente in ambito giudizio, questo sia che ci si trovi nel ruolo di ausiliario del Giudice che quale consulente di parte.
Le regole fondamentali di comportamento sono stabilite dal Codice Civile e laddove non vi siano riferimenti diretti in via analogica vengono considerate quelle del Giudice e/o delle Parti.
Nel processo, come in altre settori della vita professionale, la forma detta anche la sostanza e consente di evitare fraintendimenti dovuti a diversi punti di vista in ordine alla operatività.
Il successo nell’espletamento di un incarico è sicuramente aiutato dalle modalità con cui il Consulente approccia e conduce l’attività ed il rapporto che instaura con i consulenti delle Parti.
Il seminario ha la finalità di offrire una serie di spunti il cui sviluppo sarà affidato alla sensibilità e personalità di ciascun singolo, e nel prosieguo alla rispettiva esperienza lavorativa di ciascuno, al fine di promuovere ed accrescere un garbato ma efficace “galateo”.
Al fine di tenere vivo l’interesse ed ottimizzare l’efficacia della esposizione, sarà favorito il dibattito tra docente e discenti.

PROGRAMMA
Ore 16.00 Registrazione dei partecipanti

Ore 16.15 Saluti e presentazione del seminario - Ing. Dario Distefano (Coordinatore Commissione Ingegneria Forense dell’Ordine degli Ingegneri di Brescia)

Ore 16.30 Inizio lavori – Ing. Luigi Cipriani
Il comportamento del Consulente tecnico: riferimenti normativi
La consulenza tecnica come strumento di conoscenza processuale
Il contraddittorio formale e sostanziale
L’indagine del consulente in relazione al quesito formulato
Ore 17.30 Quesiti

Ore 18.30 Fine lavori
+ leggi tutto

09

Giugno

10:15 - 13:15 

3 crediti
3 ore

convegno

SALA DELLA GLORIA, Università Cattolica (Via Trieste, 17 Brescia)
PROTEZIONE CIVILE, RISCHI NATURALI. NORMATIVA, GESTIONE, COMUNICAZIONE
PROGRAMMA
Ore 9.30 Registrazioni

Ore 9.45 Saluto delle Autorità
ALFREDO MARZOCCHI, Preside della Facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali dell'Università Cattolica del Sacro Cuore
LUIGI PATI, Preside della Facoltà di Scienze della formazione dell'Università Cattolica del Sacro Cuore
PIERLUIGI MALAVASI, Direttore Alta Scuola per l’Ambiente, Università Cattolica del Sacro Cuore
PAOLO SIMONI, Presidente del Comitato di Gestione della Riserva Naturale di Manerba del Garda
Chairman: STEFANO PAREGLIO, Direttore del CRASL, Università Cattolica del Sacro Cuore

Ore 10.15 Interventi:
La nuova norma UNI 11656:2016
MARCO LEONARDI, Centro Studi dell'Associazione Nazionale Disaster Manager
Il Piano di Gestione Rischio Alluvioni di Regione Lombardia
GREGORIO MANNUCCI, Unità Organizzativa Difesa del suolo della Direzione Generale Territorio, Urbanistica, Difesa del suolo e Città Metropolitana di Regione Lombardia
La nuova Direttiva Regionale sull’Allertamento di Regione Lombardia
MAURIZIO MOLARI, Unità Operativa Protezione Civile della Direzione Generale Sicurezza, Protezione Civile e Immigrazione di Regione Lombardia
Pianificazione di Emergenza a livello Comunale e ruolo del Sindaco
GIUSEPPE FERRARA, Esperto in Protezione Civile
L’emergenza in un contesto territoriale: il ruolo di Anci nel sistema di Protezione Civile
RINALDO REDAELLI, Anci Lombardia
Il Documento di azione per l’adattamento al cambiamento climatico in Lombardia ANTONIO BALLARIN DENTI, Fondazione Lombardia per l’Ambiente
La comunicazione del rischio
BARBARA LUCINI, ITSTIME (Italian Team for Security, Terroristic Issues & Managing Emergencies), Università Cattolica del Sacro Cuore
La piattaforma digitale LibraRisk, per la comunicazione del rischio via Internet mobile. STEFANO OLIVERI, Ecometrics e LibraRisk

Ore 13.00 Contributi:
ILARIA BERETTA, Università Cattolica del Sacro Cuore
SIMONA SANDRINI, Università Cattolica del Sacro Cuore
EMANUELE CABINI, Università Cattolica del Sacro Cuore

Ore 13.15 Discussione e fine evento
+ leggi tutto

08

Giugno

14:30 - 17:30 

6 crediti
6 ore

seminario

la sede dell'Ordine
Tecniche di rinforzo strutturale di edifici esistenti con materiali compositi
PROGRAMMA
Ore 08.30 Registrazione dei partecipanti
Saluti

Ore 09.00 – 13.00 SESSIONE MATTUTINA:

- I materiali compositi in FRP: Normativa di riferimento, tecniche di intervento. Le principali tecnologie (FFF, DLP, SLA, DLS) con campioni stampati in diverse tecnologie
CECILIA ZAMPA - Amministratore e Direttore Commerciale FIBRE NET Srl

- Esperienze dai sismi recenti: qualità muraria e comportamento sismico delle costruzioni in muratura
PROF. ING. ANTONIO BORRI - Professore Ordinario di Scienza delle Costruzioni Dipartimento di Ingegneria Università degli Studi di Perugia

- Prestazioni meccaniche e durabilità dei materiali nel rinforzo strutturale. Prove su murature rinforzate con FRP
PROF. ING. MARIA ANTONIETTA AIELLO o PROF. ING. FRANCESCO MICELLI - Professore Ordinario di Tecnica delle Costruzioni Università del Salento

Ore 13.00 – 14.30 Pausa

Ore 14.30 – 17.30 SESSIONE POMERIDIANA:

- Analisi delle meccaniche sugli edifici e sulle volte in muratura derivanti da eventi sismici.
Sistemi di rinforzo strutturale di edifici esistenti con la tecnica dell’intonaco armato e sistemi in GFRP
PROF. ING. NATALINO GATTESCO – Professore Associato di Tecnica delle Costruzioni Facoltà di Architettura Università di Trieste, Professore di Tecnica delle Costruzioni Facoltà di Ingegneria Civile Politecnico di Praga

- Profili pultrusi e strutture leggere in GFRP. La tecnica dell’intonaco armato con GFRP. Sistemi per la messa in sicurezza degli elementi non strutturali mediante tecniche FRCM
ING. ENRICO ZANELLO o ING. GIANLUCA USSIA o ING. ALLEN DUDINE - Ingegnere strutturista
- Rinforzi strutturali con placcaggio fibrorinforzato. Rinforzo strutturale secondo Linee Guida CNR DT200
ING. ENRICO ZANELLO o ING. GIANLUCA USSIA o ING. ALLEN DUDINE - Ingegnere strutturista

- Dibattito

Ore 17.30 Fine lavori
+ leggi tutto

08

Giugno

14:30 - 17:30 

6 crediti
6 ore

seminario

Darfo Boario Terme - Ist. Olivelli
Tecniche di rinforzo strutturale di edifici esistenti con materiali compositi - DIRETTA STREAMING DARFO
PROGRAMMA
Ore 08.30 Registrazione dei partecipanti
Saluti

Ore 09.00 – 13.00 SESSIONE MATTUTINA:

- I materiali compositi in FRP: Normativa di riferimento, tecniche di intervento. Le principali tecnologie (FFF, DLP, SLA, DLS) con campioni stampati in diverse tecnologie
CECILIA ZAMPA - Amministratore e Direttore Commerciale FIBRE NET Srl

- Esperienze dai sismi recenti: qualità muraria e comportamento sismico delle costruzioni in muratura
PROF. ING. ANTONIO BORRI - Professore Ordinario di Scienza delle Costruzioni Dipartimento di Ingegneria Università degli Studi di Perugia

- Prestazioni meccaniche e durabilità dei materiali nel rinforzo strutturale. Prove su murature rinforzate con FRP
PROF. ING. MARIA ANTONIETTA AIELLO o PROF. ING. FRANCESCO MICELLI - Professore Ordinario di Tecnica delle Costruzioni Università del Salento

Ore 13.00 – 14.30 Pausa

Ore 14.30 – 17.30 SESSIONE POMERIDIANA:

- Analisi delle meccaniche sugli edifici e sulle volte in muratura derivanti da eventi sismici.
Sistemi di rinforzo strutturale di edifici esistenti con la tecnica dell’intonaco armato e sistemi in GFRP
PROF. ING. NATALINO GATTESCO – Professore Associato di Tecnica delle Costruzioni Facoltà di Architettura Università di Trieste, Professore di Tecnica delle Costruzioni Facoltà di Ingegneria Civile Politecnico di Praga

- Profili pultrusi e strutture leggere in GFRP. La tecnica dell’intonaco armato con GFRP. Sistemi per la messa in sicurezza degli elementi non strutturali mediante tecniche FRCM
ING. ENRICO ZANELLO o ING. GIANLUCA USSIA o ING. ALLEN DUDINE - Ingegnere strutturista
- Rinforzi strutturali con placcaggio fibrorinforzato. Rinforzo strutturale secondo Linee Guida CNR DT200
ING. ENRICO ZANELLO o ING. GIANLUCA USSIA o ING. ALLEN DUDINE - Ingegnere strutturista

- Dibattito

Ore 17.30 Fine lavori
+ leggi tutto

31

Maggio

14:00 - 19:00 

5 crediti
5 ore

seminario

Auditorium della Camera di Commercio di Brescia - Via Einaudi 23 (Brescia)
Professione e previdenza, il ruolo di Inarcassa per Architetti ed Ingegneri
PRESENTAZIONE: durante il seminario verranno approfonditi i temi legati alla professione ed alla previdenza. Si parlerà di Inarcassa, ovvero della Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza per gli Ingegneri ed Architetti liberi professionisti e della Fondazione di Inarcassa. La partecipazione al seminario è consigliata in particolare ai neo iscritti.

PROGRAMMA

Ore 13.30 Registrazione dei partecipanti
Saluti Ing. Marco Belardi – Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia e Delegato Inarcassa Ingegneri Brescia
Saluti Arch. Umberto Baratto – Presidente Ordine degli Architetti della Provincia di Brescia
Inizio lavori

Ore 14.00 La Fondazione Inarcassa – Membro del Consiglio Direttivo Fondazione Inarcassa
Lo scopo della Fondazione; i servizi a favore degli iscritti; il controllo dell’ambito legislativo.

Ore 15.00 Inarcassa e la libera professione - Arch. Giuseppe Santoro – Presidente Inarcassa
- L'avvio della professione per un giovane ingegnere o architetto- gli obblighi
- Il Sistema pensionistico
- Le opportunità contributive di Inarcassa
Pausa
- Intervento sostitutivo e regolarità contributiva
- La Pianificazione previdenziale e la comunicazione
- La Strada di Inarcassa

Ore 18.30 Dibattito
Ore 19.00 Fine lavori

L’incontro permetterà il conseguimento di 5 CFP validi per l’etica e la deontologia professionale
+ leggi tutto

30

Maggio

15:00 - 18:00 

3 crediti
3 ore

seminario

la sede dell'Ordine
Il ruolo dell'ingegnere nella consulenza tecnica con l'Agenzia delle Entrate
Il Seminario è uno degli eventi del percorso formativo sulle tematiche relative alla stima del valore dei beni materiali e immateriali e ha come oggetto l’illustrazione del ruolo dell’ingegnere nel contenzioso tributario e nelle successioni.

Tra le competenze degli ingegneri rientra la rappresentanza del ricorrente nei giudizi tributari in materia catastale, gli atti di aggiornamento delle banche dati, assistenza e consulenza per il contribuente; infatti nella contestazione degli atti di natura catastale emessi dagli uffici catastali (ora agenzia delle entrate - uffici provinciali –territorio) il contribuente l’art. 12 del d.lgs. può essere assistito in giudizio da un difensore abilitato, e tra i soggetti abilitati a prestare assistenza rientrano gli ingegneri iscritti nei relativi albi professionali.

L’accertamento dell’ufficio è ispirato all’attuazione di una giustizia fiscale, la consulenza tecnica dell’ingegnere e la verifica della nuova determinazione di rendita aiuta a chiarire le caratteristiche dell’immobile e l’individuazione della rendita più adeguata alle caratteristiche dell’immobile.

L’obiettivo è quello di illustrare i doveri e le procedure (ricorso presso la commissione tributaria provinciale e autotutela) che l’ingegnere deve affrontare, anche con dei casi pratici.

Ore 14.30 Registrazione dei partecipanti

PROGRAMMA DEL SEMINARIO

Ore 15.00 Saluti e Inizio lavori
IPPOLITA CHIAROLINI
Consigliere e coordinatrice della commissione ingegneria economico estimativa

DOTT. BIONDO STEFANO
Funzionario Ufficio territoriale Brescia 1 Agenzia delle Entrate Lombardia

ING. RAFFAELA RABAIOLI
Funzionario Ufficio provinciale del territorio Agenzia delle Entrate Lombardia


Ore 17.30 Quesiti e conclusioni

Ore 18.00 Termine lavori

+ leggi tutto

29

Maggio

14:30 - 19:30 

5 crediti
5 ore

corso

la sede dell'Ordine
AGGIORNAMENTO IN PREVENZIONE INCENDI: Il DM 3.8.2015 t.u. e l’applicazione pratica agli uffici esistenti
Corso di aggiornamento in materia di prevenzione incendi, di cui all’art. 7 del D.M. 5/08/2011, finalizzati al mantenimento dell’iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell’Interno ex D. Lgs. 139/2006.

PROGRAMMA
Ore 14.00 Registrazione dei partecipanti

Ore 14.30 Presentazione ed introduzione a cura dell’ing. Agatino Carrolo
Comandante del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco di Brescia

Ing. Franco Luraschi

- Illustrazione del DM 3.8.2015: principi ispiratori ed ambito di applicazione. Modalità e fonti di aggiornamento normativo;
- Spiegazione di un esempio progettuale dell’attività di ufficio, con riferimento ai capitoli riguardanti la determinazione dei profili di rischio dell’attività;
- Analisi della strategia antincendio e le regole tecniche verticali. Verifica delle scelte effettuate e modifica del livello di rischio.
Test

Ore 19.30 Fine lavori
+ leggi tutto

29

Maggio

14:30 - 19:30 

5 crediti
5 ore

corso

Darfo Boario Terme - Ist. Olivelli
AGGIORNAMENTO IN PREVENZIONE INCENDI: Il DM 3.8.2015 t.u. e l’applicazione pratica agli uffici esistenti - DIRETTA STREAMING DARFO
Corso di aggiornamento in materia di prevenzione incendi, di cui all’art. 7 del D.M. 5/08/2011, finalizzati al mantenimento dell’iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell’Interno ex D. Lgs. 139/2006.

PROGRAMMA
Ore 14.00 Registrazione dei partecipanti

Ore 14.30 Presentazione ed introduzione a cura dell’ing. Agatino Carrolo
Comandante del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco di Brescia

Ing. Franco Luraschi

- Illustrazione del DM 3.8.2015: principi ispiratori ed ambito di applicazione. Modalità e fonti di aggiornamento normativo;
- Spiegazione di un esempio progettuale dell’attività di ufficio, con riferimento ai capitoli riguardanti la determinazione dei profili di rischio dell’attività;
- Analisi della strategia antincendio e le regole tecniche verticali. Verifica delle scelte effettuate e modifica del livello di rischio.
Test

Ore 19.30 Fine lavori
+ leggi tutto

27

Maggio

09:00 - 13:00 

4 crediti
4 ore

seminario

Auditorium ESEB Via Garzetta, 51 - Brescia
Appalti pubblici: nuovo codice degli appalti e qualificazione delle imprese
PROGRAMMA
Registrazione dei partecipanti e presentazione dei relatori

IL NUOVO CODICE DEGLI APPALTI
Ferdinando Capra e Sara Meschini
ANCE BRESCIA - Collegio Costruttori di Brescia e Provincia

IL PUNTO DI VISTA DI ANCE
geom. Mario Parolini
Vice Presidente ANCE BRESCIA
PRESIDENTE REFERENTE OPERE PUBBLICHE ANCE NAZIONALE

LA QUALIFICAZIONE DELLE IMPRESE
• STAZIONE APPALTANTE:
LA QUALIFICAZIONE DELLE IMPRESE PER GLI APPALTI PUBBLICI DI LAVORI E SERVIZI
COME SELEZIONARE IMPRESE AFFIDABILI
• IMPRESE:
COME GARANTIRE LA PROPRIA AFFIDABILITÀ ALLA STAZIONE APPALTANTE
+ leggi tutto

27

Maggio

09:00 - 11:00 

2 crediti
2 ore

visita

Via Carducci 4, Paderno Franciacorta (BS)
Visita in cantiere di una PASSIVHAUS
PROGRAMMA

Ore 08.30 Ritrovo fuori dal cantiere in Via Carducci, 4 Paderno Franciacorta

Ore 09.00 Inizio lavori – esposizione a cura dell’ing. Nicola Fenaroli (progettista dell'opera e Consigliere dell'IGPassivhaus Lombardia).

Introduzione ai concetti Passivhaus
Scelte progettuali e analisi attraverso i software di calcolo specifici Passivhaus
Analisi dei ponti termici
Spiegazione delle fasi costruttive in atto al momento della visita
Domande da parte dei colleghi in visita

Ore 11.00 Fine lavori


NOTE TECNICHE
La prima casa passiva in Franciacorta progettata dall'ing. Nicola Fenaroli nasce dalla volontà del progettista e committente di realizzare un edificio con struttura tradizionale ma dalle grandi performance a livello di benessere ed energetico. Per giungere a questo scopo, dopo aver partecipato al corso per progettisti certificati passivahus ed essere entrato a far parte del direttivo regionale IGPassivhaus Lombardia, l'ing. Nicola ha dato vita al progetto che sta prendendo forma in questi mesi in Franciacorta, un progetto che dopo essere stato verificato con il software Passivhaus porterà ad un consumo di soli 10kWh/m2anno. L'edificio è in corso di certificazione al Passivhaus Institut di Darmstadt che rilascerà il certificato a fine lavori per dare una conferma e garanzia del rispetto dei limiti e delle applicazioni di tutte le prescrizioni che fanno della Passivhaus un edificio ad altissimo benessere con il minimo consumo.
La visita del cantiere sarà guidata dall'ing. Nicola Fenaroli che anche grazie a tavole, disegni tecnici e fotografie mostrerà scelte progettuali e tecniche applicate a questo progetto, spiegando i concetti che stanno alla base dell'edificio Passivhaus.

NOTA IMPORTANTE: PER ACCEDERE AL CANTIERE È OBBLIGATORIO DOTARSI DI PROPRI DPI.
Gli spostamenti dovranno avvenire con mezzi propri.
+ leggi tutto

26

Maggio

14:00 - 17:00 

3 crediti
3 ore

visita

AB IMPIANTI Srl (Via Artigianato, 27 a Orzinuovi - BS);
Visita in azienda AB IMPIANTI
PROGRAMMA DETTAGLIATO

Ore 13.45 Ritrovo presso la sede di AB IMPIANTI Srl (Via Artigianato,27 a Orzinuovi - BS);

Ore 14.00 Ingresso, registrazione partecipanti
Presentazione della Società AB Impianti
Visita dello stabilimento

Ore 17.00 Conclusione della visita

Lo scopo della visita è fornire un aggiornamento delle competenze in organizzazione e processi aziendali.
L’avventura imprenditoriale di AB nasce nel 1981 dall’idea di Angelo Baronchelli, giovane specialista del settore elettrotecnico tutt’ora Presidente del Gruppo. Nel 1992 vengono prodotti i primi moduli containerizzati di cogenerazione a gas naturale e biogas. Con questa evoluzione si rafforza un preciso posizionamento di mercato e si sviluppa il giro d’affari. Grazie ad un processo di strutturazione dell’azienda, dal 2010 vengono acquisite nuove strutture produttive e logistiche, fino a creare il più importante polo industriale al mondo dedicato interamente alla cogenerazione.
Le principali attività produttive e ingegneristiche sono concentrate in un moderno polo industriale con sede a Orzinuovi (Brescia), dislocato su circa 40.000 mq di edifici tra loro collegati, dove trovano sede lo stabilimento produttivo, le strutture di engineering (centro di eccellenza e ricerca internazionale dove operano oltre 130 ingegneri) e direzionali.

NOTA IMPORTANTE: gli spostamenti dovranno avvenire con mezzi propri. L’iscrizione alla visita è subordinata all’invio di copia del documento d’identità in corso di validità all’indirizzo formazione@ordineingegneri.bs.it.
+ leggi tutto

26

Maggio

14:00 - 18:00 

8 crediti
8 ore

corso

la sede dell'Ordine
AGGIORNAMENTO ASPP/RSPP: L'utilizzo del software SISTEMA nella validazione dei circuiti di sicurezza secondo la EN 13849-1. Esempi pratici
PROGRAMMA
- Richiami: grandezze (B10, MTTF, PFH, DC), architetture (cat. 1...4), PL, tabella categorie/PL, limiti delle architetture
- Esempio di determinazione della DC (es. monitoraggio diretto, indiretto)
- Esempio di esclusione dei guasti
- Progetto di una funzione di sicurezza mediante Sistema.
- Esempi di funzioni di sicurezza (emergenza generale movimenti con azionamenti elettrici e/o movimenti oleodinamici)

ORARI DI SVOLGIMENTO
Ore 08.30 Registrazione dei partecipanti, presentazione e saluti
Ore 09.00 – 13.00 Sessione mattutina
Ore 13.00 – 14.00 Pausa
Ore 14.00 – 18.00 Sessione pomeridiana, test e fine lavori

Valido per l’aggiornamento ASPP/RSPP

Nota: si daranno per assodate conoscenze di base della norma EN13849-1 ed EN13849-2.
+ leggi tutto

25

Maggio

16:30 - 18:30 

2 crediti
2 ore

seminario

la sede dell'Ordine
Le novità sulle procedure esecutive concorsuali: il trasferimento di beni immobili sospensivamente condizionato e la relazione giurata di stima
INTRODUZIONE

L’art. 2 della legge 119 del 30 giugno 2016 recante disposizioni urgenti in materia di procedure esecutive concorsuali, è intervenuto modificando il d. lgs. 385/1993 (Testo Unico Bancario), introducendo all’art. 48-bis il finanziamento alle imprese garantito da trasferimento di bene immobile sospensivamente condizionato.
Con questo istituto Banca d’Italia stima che i tempi di recupero dei crediti sia ridotto dalla media attuale di oltre quattro anni a sei mesi, lo scopo è quindi anche quello di ridurre le procedure esecutive.

Il seminario consentirà l’aggiornamento delle competenze sul trasferimento di bene immobile sospensivamente condizionato, affrontando anche il rapporto tra patto marciano e patto commissorio, l’oggetto e la stipula della garanzia, le criticità, l’avveramento della condizione sospensiva e della procedura, soffermandosi sul nuovo contributo della relazione giurata di stima e andando a comprendere le condizioni di trasferimento della proprietà immobiliare, o degli altri diritti reali immobiliari.

PROGRAMMA
Ore 16.00 Registrazione dei partecipanti
Ore 16.30 Saluti e presentazione del nuovo contributo della relazione giurata di stima
Ippolita Chiarolini – Consigliere e Coordinatrice Commissione ingegneria economico-estimativa
Avv. Claudia Bruscaglioni
Ore 18.00 Conclusioni e quesiti
Ore 18.30 Fine lavori
+ leggi tutto

25

Maggio

15:30 - 17:30 

2 crediti
2 ore

visita

Maserati S.p.A. (Viale Ciro Menotti 322, Modena)
Visita tecnica presso Maserati SpA
PRESENTAZIONE
Scopo della visita è far conoscere il ciclo produttivo e di assemblaggio di un marchio storico della produzione automobilistica italiana. Il programma prevede un tour guidato nello stabilimento, in due gruppi composti da un massimo di dieci persone. I modelli prodotti attualmente nella sede storica di Modena sono la GranTurismo e la GranCabrio; le linee di produzione degli altri modelli si trovano a Grugliasco (TO) e non sono visitabili. Durante la visita si potranno osservare le diverse architetture dei fabbricati storici originari (fine anni 30) in contrapposizione a quelli più recenti (anni 2000) tra i quali lo showroom del designer Ron Arad.

PROGRAMMA
Ore 15.15 Ritrovo all’ingresso della sede di Modena in Viale Ciro Menotti 322, accoglienza con registrazione ed accettazione delle norme di sicurezza aziendali
Ore 15.30 Inizio visita
- Partenza dallo showroom aziendale
- Area componenti
- Linee di assemblaggio
- Zona test per le automobili in uscita dalle linee
- Ritorno allo showroom aziendale, eventuali domande e quesiti.
Ore 17.30 Fine visita


NOTE:
- Gli spostamenti dovranno avvenire con mezzi propri ed il ritrovo sarà all’ingresso della sede.
- Sarà possibile parcheggiare nel parcheggio multipiano di Maserati che si trova in viale Ciro Menotti, 322, oppure nelle vicinanze della fabbrica.
- Agli iscritti verrà inviato preventivamente il regolamento di sicurezza interno.
- L’iscrizione alla visita è subordinata all’invio di copia del documento d’identità in corso di validità all’indirizzo formazione@ordineingegneri.bs.it.
+ leggi tutto

24

Maggio

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario

la sede dell'Ordine
L’impianto fognario di civile abitazione

INTRODUZIONE
Il seminario si propone di sviluppare la trattazione prevalentemente da un punto di vista pratico della progettazione e direzione lavori degli impianti fognari nelle civili abitazioni, presentando schemi planimetrici di impianti fognari realizzati, con una documentazione fotografica “dal vero” o reperita in vari ambiti tecnici.


PROGRAMMA
Ore 14.00 Registrazione dei partecipanti
Saluti istituzionali

Ore 14.30 Inizio lavori

- Normativa di riferimento;
- Schemi impianti fognari tipo;
- Componenti e manufatti dell’impianto fognario;
- Materiali utilizzati;
- Dimensionamento dei manufatti;
- Esempi di realizzazione di impianti fognari;
- Esempi di adeguamenti di impianti fognari;
- Manutenzione degli impianti fognari.

Ore 18.30 Fine lavori
+ leggi tutto

23

Maggio

17:00 - 19:00 

2 crediti
2 ore

seminario

la sede dell'Ordine
La gestione economica e fiscale della libera professione per giovani ingegneri
PRESENTAZIONE
Scopo del corso è quello di aiutare i giovani colleghi nell’assolvere i molteplici adempimenti burocratici connessi allo svolgimento della professione e di fornire le conoscenze economiche sufficienti per poter gestire in maniera autonoma la partita iva a seconda dei possibili regimi fiscali.

PROGRAMMA DEL SEMINARIO
Ore 16.30 Registrazione dei partecipanti

Ore 17.00 Inizio lavori
? Inquadramento sulla gestione economica della libera professione
? Gestione delle fatture ai clienti e degli acquisti
? Tipologia di tassazione e scadenze principali
? Apertura e gestione di Inarcassa
? Simulazione di compilazione della dichiarazione dei redditi
? Analisi di casi concreti
? Prestazioni occasionali

Ore 18.30 Domande dei partecipanti

Ore 19.00 Fine lavori
+ leggi tutto

20

Giugno

14:30 - 18:30 

16 crediti
16 ore

corso

la sede dell'Ordine
Corso base Q-GIS
PRESENTAZIONE: La Commissione Idraulica dell’Ordine ha organizzato due corsi sul Q-GIS, uno base ed uno avanzato. I corsi sono strutturati sulla base di lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche guidate, durante le quali i partecipanti avranno modo di operare direttamente sul software ai fini di ottenere un miglior apprendimento. I contenuti del corso saranno adeguati alle reali problematiche del cliente che potrà portare i propri dati sui cui esercitarsi, con la finalità di rendere più chiare ed esaustive le esercitazioni pratiche, calzate su realtà note e specifiche. A ciascun partecipante sarà fornito del materiale didattico aggiornato e relativo agli argomenti trattati. lI corso fornisce le conoscenze necessarie per l'utilizzo di QGIS partendo dal caricamento dei dati raster vettoriali, la stilizzazione e la realizzazione di elaborati cartografici. Durante le lezioni verranno illustrate anche operazioni più avanzate come l'accesso a sorgenti dati tipo WMS e Database SQLlitee l'utilizzo di Plugin esterni.
+ leggi tutto

22

Maggio

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

corso

la sede dell'Ordine
Aggiornamento CSP/ CSE: Demolizione di strutture con esplosivo dalla progettazione all’esecuzione
Programma: Il corso è finalizzato a fornire i principi base sulla progettazione della demolizione di strutture civili ed industriali mediante microcariche esplosive, quando risulta vantaggioso applicare questa tecnica rispetto a quelle tradizionali e quali azioni intraprendere per produrre il crollo di una struttura nella direzione progettata. Verranno presentate le verifiche da eseguire sulle strutture, e i metodi calcolo dei disturbi prodotti durante la demolizione.
+ leggi tutto

22

Maggio

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario

Aula magna di ingegneria, Via Branze 38 - Brescia
COSTRUIRE SUL COSTRUITO - Riqualificare il centro storico - Problematiche di efficientamento energetico dell'edificato esistente
PROGRAMMA

14.00 Rilevazione presenze

14.30 Saluti ed introduzione
Anna Richiedei – Università degli Studi di Brescia, CePSU
Relazioni
Marco Caffi – Green Building Council Italia

Tavola Rotonda
Valentina Sachero – Regione Lombardia
Giovanni Plizzari – Università degli Studi di Brescia
Alberto Arenghi – Università degli Studi di Brescia
Cesare Feiffer
Lorenzo Spadoni – A2A
Donato Zambelli – Ufficio sportello Energia AIB

Dibattito/Conclusioni
+ leggi tutto