Questo sito utilizza i cookie. Per maggiori informazioni consulta la nostra Politica sui cookie. Se per te va bene, continua a navigare. x
Accesso richiesto
Attenzione

Per accedere a quest’area è necessario effettuare la login al portale dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia.

Buona navigazione.

Archivio eventi formativi

In quest’area sono presenti tutti gli eventi formativi passati ed è possibile scaricare
le dispense i il materiale didattico (ove disponibilie)

10

Giugno

09:00 - 15:00 

3 crediti
5 ore

convegno

Università di Brescia,via Branze, 43, Aula Magna
La gestione degli impianti di depurazione MBR - MEMBRANE BIOLOGICAL REACTOR
La presente Giornata di Studio è organizzata dal Gruppo di Lavoro “Gestione impianti di depurazione”, che opera dal 1998 presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Brescia e che vede la partecipazione di oltre duecento tra ricercatori universitari, gestori di impianti, esponenti degli Enti di controllo e operatori del settore.
Il Gruppo di Lavoro ha recentemente istituito un sottogruppo che si occupa del tema della gestione degli impianti MBR – Membrane Biological Reactor nel campo della depurazione delle acque reflue.
Il presente convegno, in cui verrà presentata l’attività svolta da tale sottogruppo, ha l’obiettivo di illustrare i benefici e le problematiche gestionali posti dall’uso dei processi MBR nel trattamento di reflui urbani e industriali. A tale scopo, a valle di alcuni interventi introduttivi che presenteranno l’attuale applicazione degli impianti MBR in Italia e le principali attività di ricerca e sviluppo del settore, verrà dato ampio spazio all’illustrazione di esperienze gestionali che riguardano depuratori sia urbani sia industriali.
Il pomeriggio si aprirà con una tavola rotonda che metterà a confronto i costruttori e i gestori di impianti MBR, e proseguirà con la visita tecnica all’impianto di depurazione MBR a servizio dello stabilimento Saves di Cazzago San martino (BS).

8:30 Registrazione dei partecipanti
9:10 Indirizzi di saluto
9:20 Introduzione al Convegno - Carlo Collivignarelli

9:30 Evoluzione tecnica nei sistemi MBR - Gianni Andreottola

9:50 Esperienze di ricerca nel trattamento dei reflui mediante processi biologici a membrana - Francesco Pirozzi

10:10 Indagine del GdL "Gestione impianti di depurazione" sulle problematiche gestionali degli impianti MBR in Italia - Mentore Vaccari

ESPERIENZE DI GESTIONE DI IMPIANTI MBR

10:30 L’impianto di depurazione reflui urbani di Montichiari (BS) - Roberto Romano

10:45 L’impianto di depurazione reflui urbani di Barbarano Vicentino (VI)

11:00 COFFEE BREAK

11:15 L’impianto di depurazione reflui urbani di Monterotondo (RM) - Enzo Di Nunno

11:30 L’impianto di depurazione reflui urbani di Casteggio (PV)

11:45 L’impianto di depurazione reflui urbani di Rocca Piora

12:00 L’impianto a servizio dello stabilimento Esselunga di Parma (PR)

12:15 L’impianto a servizio dello stabilimento Saves di Cazzago San Martino (BS) - Mauro Lucchese

12:30 PAUSA PRANZO

13:30 Tavola rotonda
"La gestione degli impianti MBR: quali prospettive?" Partecipano: ditte costruttrici e gestori degli impianti MBR

15:00 Conclusioni
+ leggi tutto

05

Giugno

14:30 - 17:00 

3 crediti
7 ore

convegno

Sede di Ingegneria, Via Branze, 43 - Aula B.03
VIVERE E CAMMINARE IN CITTA'
La Conferenza Internazionale “VIVERE E CAMMINARE IN CITTÀ”, giunta alla sua ventiduesima edizione, affronta ogni anno diversi temi relativi alla qualità della vita in ambito urbano. Il rapporto tra aree urbane e rurali è un tema che interseca diverse discipline scientifiche. Questo rapporto è stato ed è ancora oggetto di scelte settoriali caratterizzate dalla ricorrente separatezza tra le politiche per le aree rurali e quelle per le aree urbane. Si tratta di una situazione in costante evoluzione che nel tempo ha anche generato criticità anche di tipo economico, sociale e territoriale. La proposta di nuovi paradigmi è tema complesso, con evidenza di sinergie potenziali non sempre
facilmente misurabili, che si affaccia su scenari di interesse per le politiche comunitarie, nazionali, regionali oltreché locali.
Quest’anno la XXII Conferenza Internazionale, approfondendo il tema dei “nuovi paradigmi nel rapporto città e campagna” intende indurre a una riflessione su quali siano gli elementi definitori effettivamente propri finalizzati alla qualificazione delle politiche territoriali focalizzando l’attenzione sui seguenti aspetti:
“Il suolo come risorsa”
“Agricoltura e paesaggio”
“L’orto in prossimità: dall’abitazione, al vicinato e al quartiere”
“Il ruolo dell’agricoltura periurbana”
+ leggi tutto

04

Giugno

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario

la sede dell'Ordine
Gli obblighi di attestazione dell'idoneità statica e del collaudo statico ( RIFACIMENTO DEL 15 MAGGIO )
PRESENTAZIONE
Il tema dell’idoneità statica è spesso oggetto di interpretazioni diverse. Principalmente, ciò si spiega con il fatto che la necessità di un documento che attesti l’idoneità statica di una costruzione può scaturire da almeno quattro differenti fattispecie: le opere oggetto di condono edilizio; le opere oggetto di accertamento di conformità; le opere soggette all’origine al rilascio del certificato di agibilità; le costruzioni destinate a locali di pubblico spettacolo o di impianti sportivi. Nel seminario si analizza in dettaglio quale sia l’obbligo di attestazione dell’idoneità statica nei quattro diversi casi. Per il collaudo statico la normativa prevede una serie di adempimenti e di procedure al quale il professionista si deve attenere, nel corso del seminario affrontati tutti gli adempimenti e le responsabilità inerenti alla stesura del certificato di collaudo


Ore14.00 Registrazione dei partecipanti
Ore 14.15 Presentazione e saluti: Ing. Marco Rossi - Coordinatore della Commissione strutture e geotecnica
Ore 14.30 - 16.15 Ing. Gianluigi Maccabiani
Ore 16.15-18.15Ing. Dario Bianchetti
Ore 18.15-18.30 Dibattito e conclusioni

PROGRAMMA DEL SEMINARIO
- GLI OBBLIGHI DI ATTESTAZIONE DELL’IDONEITÀ STATICA
- IL COLLAUDO STATICO: NOZIONE, ADEMPIMENTI E RESPONSABILITÀ
+ leggi tutto

04

Giugno

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario

Aula magna (3° piano) - I.I.S. “Olivelli Putelli“ via Ubertosa 1 - Darfo
DIRETTA STREAMING DARFO - Gli obblighi di attestazione dell'idoneità statica e del collaudo statico ( RIFACIMENTO DEL 15 MAGGIO )
PRESENTAZIONE
Il tema dell’idoneità statica è spesso oggetto di interpretazioni diverse. Principalmente, ciò si spiega con il fatto che la necessità di un documento che attesti l’idoneità statica di una costruzione può scaturire da almeno quattro differenti fattispecie: le opere oggetto di condono edilizio; le opere oggetto di accertamento di conformità; le opere soggette all’origine al rilascio del certificato di agibilità; le costruzioni destinate a locali di pubblico spettacolo o di impianti sportivi. Nel seminario si analizza in dettaglio quale sia l’obbligo di attestazione dell’idoneità statica nei quattro diversi casi. Per il collaudo statico la normativa prevede una serie di adempimenti e di procedure al quale il professionista si deve attenere, nel corso del seminario affrontati tutti gli adempimenti e le responsabilità inerenti alla stesura del certificato di collaudo


Ore14.00 Registrazione dei partecipanti
Ore 14.15 Presentazione e saluti: Ing. Marco Rossi - Coordinatore della Commissione strutture e geotecnica
Ore 14.30 - 16.15 Ing. Gianluigi Maccabiani
Ore 16.15-18.15Ing. Dario Bianchetti
Ore 18.15-18.30 Dibattito e conclusioni

PROGRAMMA DEL SEMINARIO
- GLI OBBLIGHI DI ATTESTAZIONE DELL’IDONEITÀ STATICA
- IL COLLAUDO STATICO: NOZIONE, ADEMPIMENTI E RESPONSABILITÀ
+ leggi tutto

29

Maggio

17:45 - 20:00 

2 crediti
2 ore

convegno

Erbusco - Teatro Comunale Via Verdi, 55
Contenimento del consumo di suolo e rigenerazione urbana (A ERBUSCO)
N.B IL CONVEGNO E' UNA REPLICA QUINDI NON VERRANNO RICONOSCIUTI I CREDITI A CHI HA GIA' PARTECIPATO AL CONVEGNO IN DATA 8 MAGGIO 2015

PRESENTAZIONE
Scopo del convegno è aggiornare rispetto alla recente evoluzione normativa in tema di governo del territorio. In particolare verrà presentata e discussa sotto il profilo urbanistico e giuridico la nuova legge regionale 31/2014 sul contenimento del consumo di suolo e verranno affrontati gli aspetti ambientali ad essa connessi.

Ore 17.45 Presentazione e saluti
Ore 18.00 Inizio lavori (si veda locandina per i contenuti)
Ore 20.00 Fine lavori
+ leggi tutto

28

Maggio

17:15 - 19:30 

2 crediti
2 ore

visita

Termoutilizzatore Via Malta 25/R - Brescia
Visita al termoutilizzatore A2A
PRESENTAZIONE
La visita ha lo scopo di far conoscere la strategia di recupero energetico partendo dai rifiuti indifferenziati, grazie a un sistema integrato per la gestione dei rifiuti che consente di produrre energia elettrica e termica risparmiando sull'utilizzo dei combustibili.
Il Termoutilizzatore di Brescia rappresenta una preziosa fonte di energia: grazie al processo di recupero di energia termica è possibile convogliare il calore attraverso la rete di teleriscaldamento, fino alle abitazioni dei singoli utenti.

Programma:
Ore 17.15 Ritrovo dei partecipanti presso il parcheggio esterno all'impianto Via Malta 25/R - Brescia
Ore 17.30 Presentazione del processo di funzionamento dell'impianto e visita guidata
Ore 19.30 Termine della visita
+ leggi tutto

28

Maggio

14:45 - 18:00 

3 crediti
3 ore

seminario

SEDE DELL'ORDINE
Il BIM: innovazione e qualità nella progettazione strutturale
PROGRAMMA:

14.45 Registrazione partecipanti

15.00 Introduzione al BIM
Cos’è il BIM
Strumenti tecnologici BIM: inquadramento e classificazione delle tecnologie informatiche al servizio della progettazione.
I formati e le tecniche di scambio dati nel BIM.
Il Model Checking ed il Model Review.
Docente: Ing. Paolo Sattamino, Harpaceas

16.00 Il BIM nelle diverse discipline: architettura, strutture, impianti, infrastrutture
Docente: Ing. Alessio Bertella, Harpaceas

16.30 Interoperabilità in ambito strutturale: il trasferimento dei dati dai modellatori BIM ai programmi di calcolo strutturale
Docente: Ing. Alessio Bertella

17.30 Confronto geometrico-dimensionale tra modello BIM strutturale e di calcolo per la soluzione delle incongruenze interdisciplinari
Docente: Ing. Paolo Sattamino

18.00 Chiusura lavori
+ leggi tutto

27

Maggio

14:30 - 17:00 

2 crediti
2 ore

visita

la sede FERALPI SIDERURGICA SPA in via Campagna di Sopra 10 – Lonato del Garda (BS)
Visita in azienda FERALPI Siderurgica
La vista ha la finalità di consentire ai partecipanti di prendere conoscenza del ciclo di produzione del tondo e della vergella per cemento armato attraverso la visita al complesso produttivo di una società facente parte di un importante gruppo siderurgico bresciano, modernamente organizzato e dotato di sistemi di gestione della qualità, dell’ambiente e della salute e sicurezza nonché, situazione unica nel comparto produttivo italiano della siderurgia a ciclo complesso, di certificazione EMAS. Nell’ambito della vista si avrà modo di prendere conoscenza dei prodotti e dell’organizzazione del gruppo FERALPI e dello stabilimento di Lonato del Garda della società FERALPI Siderurgica.

PROGRAMMA

ore 14:15 Arrivo presso la sede di FERALPI SIDERURGICA SPA in via Campagna di Sopra 10 – Lonato del Garda (BS)

ore 14:30 Ingresso

ore 14:30 – 15:30 Presentazione della società FERALPI SIDERURGICA SPA

ore 15:30 – 17:00 Visita dello stabilimento FERALPI SIDERURGICA SPA

ore 17:00 Fine della visita
+ leggi tutto

22

Maggio

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario

la sede dell'Ordine
Sistemi di gestione integrati: qualità - sicurezza - ambiente ( Rifacimento del 31 marzo 2015 )
Organizzato dall’Ordine degli Ingegneri della provincia di Brescia
in collaborazione con SQS (Associazione Svizzera per Sistemi di Qualità e di Management)
Nel corso del 2015 verranno pubblicate le nuove edizione delle norme ISO 9001 e ISO14001. E’ quindi interessante, e consigliabile, approfondire la conoscenza della ISO/DIS 9001:2015 e ISO/DIS 14001. Nel corso del seminario si affronteranno le tematiche relative ai nuovi requisiti e le tempistiche per l’adeguamento dei certificati.
PROGRAMMA
14.30 – 15.30
Ing. Antonio Lucchini – Introduzione
- il modello HLS
- Risk-based thinking (approccio di gestione del rischio)

15.30 – 16.45
Ing. Carlo Giardini:
- introduzione ai nuovi requisiti (novità principali)
- il contesto e le parti interessate
- la pianificazione
- i processi di supporto

16.45 – 17.45 Ing. Antonio Lucchini:
- la leadership
- valutazione delle prestazioni
- il miglioramento

17.45 – 18.30 Ing. Carlo Giardini:
- modalità per l’adeguamento dei certificati
- discussione
+ leggi tutto

19

Maggio

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

corso di aggiornamento

la sede dell'Ordine
AGGIORNAMENTO CSP/CSE: Accertamento tecnico a seguito di infortunio sul lavoro

15

Maggio

09:00 - 13:30 

4 crediti
4 ore

seminario

la sede dell'Ordine
Gli obblighi di attestazione dell'idoneità statica e del collaudo statico
PRESENTAZIONE
Il tema dell’idoneità statica è spesso oggetto di interpretazioni diverse. Principalmente, ciò si spiega con il fatto che la necessità di un documento che attesti l’idoneità statica di una costruzione può scaturire da almeno quattro differenti fattispecie: le opere oggetto di condono edilizio; le opere oggetto di accertamento di conformità; le opere soggette all’origine al rilascio del certificato di agibilità; le costruzioni destinate a locali di pubblico spettacolo o di impianti sportivi. Nel seminario si analizza in dettaglio quale sia l’obbligo di attestazione dell’idoneità statica nei quattro diversi casi. Per il collaudo statico la normativa prevede una serie di adempimenti e di procedure al quale il professionista si deve attenere, nel corso del seminario affrontati tutti gli adempimenti e le responsabilità inerenti alla stesura del certificato di collaudo


Ore 08.45 Registrazione dei partecipanti
Ore 09.00 Presentazione e saluti: Ing. Marco Rossi - Coordinatore della Commissione strutture e geotecnica
Ore 09.15-11.00 Ing. Gianluigi Maccabiani
Ore 11.15-13.15 Ing. Dario Bianchetti
Ore 13.15-13.30 Dibattito e conclusioni

PROGRAMMA DEL SEMINARIO
- GLI OBBLIGHI DI ATTESTAZIONE DELL’IDONEITÀ STATICA
- IL COLLAUDO STATICO: NOZIONE, ADEMPIMENTI E RESPONSABILITÀ
+ leggi tutto

14

Maggio

14:00 - 18:00 

8 crediti
8 ore

corso di aggiornamento

la sede dell'Ordine
Aggiornamento prevenzione incendi: Le atmosfere esplosive e le verifiche Atex
Programma del corso

Martedì 12/05 ore 14:00-18:00
Relatore ing. Mirko Martina - Responsabile Settore Atex Intek S.p.A.
- Cenni sul pericolo di esplosione
- Geografia della certificazione
- IEC zone System: classificazione delle zone pericolose e delle apparecchiature
- IEC zone System: serie norme tecniche 60079
- IEC 60079: modi di protezione e marcatura delle apparecchiature
- La legislazione europea e l’armonizzazione delle IEC 60079: La direttiva ATEX recepisce IEC zone System
- La nuova direttiva ATEX 2014/34/EU

Martedì 12/05 ore 14:00-16:00
Relatore ing. Alessandro Granata - Funzionario Comando prov.le VVF di Brescia
- Geografia della certificazione
- IEC zone System: classificazione delle zone pericolose e delle apparecchiature
- IEC zone System: serie norme tecniche 60079
- IEC 60079: modi di protezione e marcatura delle apparecchiature
- La legislazione europea e l’armonizzazione delle IEC 60079: La direttiva ATEX recepisce IEC zone System
- La nuova direttiva ATEX 2014/34/EU

Giovedì 14/05 ore 14:00-16:00
Relatore ing. Alessandro Granata - Funzionario Comando prov.le VVF di Brescia
Cenni normativi
- Adempimenti per il D.lgs. 81/08
- D.P.R. n. 462/01
- Controlli e sanzioni
- Le Atex nella Pratica di prevenzione incendi

Giovedì 14/05 ore 16:00-18:00
Relatore ing. Mirko Martina - Responsabile Settore Atex Intek S.p.A.
- Impianti: regole di installazione IEC 60079-14 e competenze
- Impianti: verifiche IEC 60079-17 e competenze

Verifica finale di apprendimento
+ leggi tutto

14

Maggio

13:45 - 17:00 

3 crediti
3 ore

seminario

Associazione Industriale Bresciana, via Cefalonia, 62
ATTIVITÀ ESTRATTIVA E SILICE CRISTALLINA RESPIRABILE

Scopo del convegno è l'illustrazione dei contenuti dell'Accordo NePSI ( Piattaforma multi-settoriale di Negoziazione sulla Silice ), stipulato a livello europeo tra la Commissione Europea e le
organizzazioni datoriali di categoria e le loro controparti sindacali per la protezione della salute dei lavoratori attraverso la corretta manipolazione ed utilizzo della Silice cristallina e dei prodotti che la contengono. Il convegno è orientato ad approfondire i profili di interesse per le cave di inerti, quali i protocolli di monitoraggio e sorveglianza sanitaria e le Buone Pratiche per la protezione della salute dei lavoratori . Saranno inoltre illustrati alcuni casi pratici di applicazione delle Buone Pratiche da parte di operatori di cava e di produttori di impianti per cava. Per la tipologia dell'argomento trattato il convegno è rivolto ai Titolari e Datori di Lavoro, ai Direttori Responsabili, agli RSPP ed ai Medici Competenti.

PROGRAMMA DEI LAVORI
13.30-13.45 Registrazione partecipanti
13.45-14.00 Saluto di benvenuto ed introduzione al Convegno
Giuseppe Pasini Vicepresidente A.I.B, Paolo Zambianchi Presidente A.N.E.P.L.A
Rappresentante Ordine Ingegneri Brescia
RELATORI
14.00-14.20 L' Accordo europeo sulla Silice - Nepsi Dott. Geol. Roberto Mangilli – Responsabile Comitato Salute e Sicurezza ANEPLA
14.20-14.40 La valutazione dell'esposizione a SLC ai fini assicurativi INAIL Dott.ssa Geol. Bianca Rimoldi – CONTARP INAIL Direzione Regionale per la Lombardia
14.40-15.10 La Regione Lombardia ed il NIS (Network Italiano Silice) Ing. Domenico Savoca – Dirigente Struttura Cave e Miniere Regione Lombardia
15.10-15.30 Il protocollo di monitoraggio Ing. Angelo Rostagnotto – Igienista Industriale
15.30-15.50 Il protocollo di Sorveglianza sanitaria Dott. Maurizio Coggiola - Azienda Ospedaliera Torino
15.50-16.10 Le buone Pratiche - i principi generali Dott.ssa Geol. Anna Merlini - Coll. Dip. Scienze della Terra. Univ. Statale di Milano
16.10-16.30 Le buone Pratiche - caso di studio 1: la cava
16.30-16.50 Le buone Pratiche - caso di studio 2: gli impianti
16.50-17.00 Dibattito
17.00 Conclusioni Dott. Geol. Paolo Zambianchi -Presidente A.N.E.P.L.A
+ leggi tutto

12

Maggio

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario

Presso la sede dell'Ordine
VAL. IMM. SEM. 6 (rifacimento): La redazione del rapporto di valutazione: esempi ed esercitazione
Programma del seminario:
esempi con dati e illustrazione indagini e ricerche necessarie per la redazione del rapporto
esercitazione pratica per la determinazione del valore di mercato e di vendita forzata

+ leggi tutto

09

Maggio

09:00 - 13:00 

4 crediti
4 ore

seminario

Salò, I.T.C.G. Battisti (Via Bezzecca), Auditorium ”P. Ceccato”
Il lago di Garda: quale futuro per il paesaggio
PRESENTAZIONE
Il lago di Garda è giunto in Ateneo, tra passato presente e futuro. Il lago di Garda conta su di un’antica tradizione di bellezza. La magia dei luoghi si accompagna alla clemenza mediterranea del clima che ha permesso nel passato la coltura di degli agrumi, da esportare in tutta l’Europa, e lo svilupparsi della villeggiatura prima e del moderno turismo poi, fattore di grande progresso per l’economia delle comunità locali.
Il connubio tra luoghi ameni e l’elemento dell’acqua, anche per le attività sportive e ricreative ad essa legate, è un motivo primario dello di sviluppo turistico, cui si accompagna però oggi la necessità di rilettura del paesaggio costiero e delle alture retrostanti, attraversate da vie di comunicazione nel ‘900 hanno permesso di far da traino allo sviluppo, attraverso il collegamento diretto con le principali città del nord Italia e con il nord Europa.
Quell’evoluzione ha favorito una pressione antropica che, in assenza di ogni ragionevole organizzazione, è oggi divenuta insostenibile e lo sprawl edificatorio seguito ha provocato una rilevante trasformazione proprio di quei luoghi ameni che ne erano stati l’origine.
Il tema che si pone ora e su cui si incentra il titolo di questa occasione di incontro è come rileggere il paesaggio del lago di Garda, che è andato evolvendosi secondo i canoni di crescita disordinata tipici delle zone a rapido sviluppo, con una commistione spuria di zone periferiche senza carattere, con i centri abitati legati all’antica tradizione di prestigio e con colture agricole condotte in passato in delicato equilibrio con il territorio, senza dimostrare la necessaria attenzione alla capacità di mantenere la coerenza della qualità come punto di forza.
Il proporre il solo approccio della tutela a fronte delle irreversibili trasformazioni compiute può apparire ormai riduttivo.
In che misura recuperare un’identità locale per innovarsi potrebbe esser l’assunto da cui partire, non rinnegando il passato per adattarlo al presente.
In tutto ciò la scelta di che paesaggio e quanto del “costruito” si vuole privilegiare è basilare per il futuro.
+ leggi tutto

09

Maggio

09:00 - 13:00 

4 crediti
4 ore

seminario

AUDITORIUM ESEB ENTE SISTEMA EDILIZIA BRESCIA – VIA GARZETTA NR. 51 - BRESCIA
Seminario di aggiornamento sullo stato dell’arte di alcuni decreti del c.d. “decreto del fare”
Seminario di aggiornamento sullo stato dell’arte di alcuni decreti del c.d. “decreto del fare” e altro:
Attestati di Abilitazione per Attrezzature, Opere provvisionali, LST, Capannoni Industriali, Palchi e Fiere, Modelli Semplificati di POS PSC PSS e FO, Jobs Act

APPROFONDIMENTI:
1) Accordo 22.2.12 "Abilitazione all'uso delle attrezzature di lavoro" ed approfondimento dei punti più importanti concernenti le circolari ministeriali sull'argomento
2) DM 11.4.11 "Verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro" ed approfondimento dei punti più importanti concernenti le circolari ministeriali sull'argomento
3) Opere provvisionali con particolare riferimento ai ponteggi con approfondimento delle problematiche più frequenti
4) DM 4.2.11 "Lavori sotto tensione": illustrazione del decreto
5) DM 18.4.14 "Notifica all'organo di vigilanza di interventi edilizi da adibire a lavorazioni industriali": informativa
6) DM 22.7.14 "Salute e sicurezza degli operatori dello spettacolo e delle manifestazioni fieristiche" ed approfondimento della circolare n.35/2014
7) DM 9.9.14 "Modelli semplificati per la redazione del POS, PSC, PSS e FO": illustrazione del decreto
+ leggi tutto

08

Maggio

17:45 - 20:00 

2 crediti
2 ore

convegno

Orzinuovi - Sala della Rocca Piazza Garibaldi
Contenimento del consumo di suolo e rigenerazione urbana (A ORZINUOVI)
PRESENTAZIONE
Scopo del convegno è aggiornare rispetto alla recente evoluzione normativa in tema di governo del territorio. In particolare verrà presentata e discussa sotto il profilo urbanistico e giuridico la nuova legge regionale 31/2014 sul contenimento del consumo di suolo e verranno affrontati gli aspetti ambientali ad essa connessi.

Ore 17.45 Presentazione e saluti
Ore 18.00 Inizio lavori (si veda Bozza della locandina per i contenuti)
Ore 20.00 Fine lavori
+ leggi tutto

30

Aprile

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario

Brescia, Auditorium di Santa Giulia, via Giovanni Piamarta, 4
COSTRUIRE SUL COSTRUITO. RIQUALIFICAZIONE E RIGENERAZIONE URBANA: IL CASO DI BRESCIA
RIQUALIFICAZIONE E RIGENERAZIONE URBANA: IL CASO DI BRESCIA

13,50 Registrazioni
14,15 Stefania Buila – Ordine degli Architetti
Presentazione e coordinamento
14,30 Michela Tiboni – Comune di Brescia
Riqualificazione e rigenerazione: dal quadro strategico alle azioni di piano della variante al PGT di Brescia
15,00 Roberto Scarsi – Dirigente ALER Brescia, Cremona, Mantova
La rigenerazione e la riqualificazione dell’edilizia sociale a Brescia
15,30 Angelantonio Capretti – Comune di Brescia, settore Sostenibilità
Gli aspetti ambientali della riqualificazione/rigenerazione di aree inquinate a Brescia
16,00 Pausa
16,15 Gianpiero Ribolla – Comune di Brescia, settore Urbanistica
Gli aspetti urbanistici della riqualificazione/rigenerazione nel PGT di Brescia
16,45 Claudio Buizza e Stefano Bordoli– Architetti consulenti per la variante al PGT di Brescia
Luoghi dismessi – Occasioni ritrovate
17,15 Renato Brignani - Commissione Urbanistica Ordine degli Ingegneri
Spunti e proposte dalla Commissione urbanistica dell’Ordine degli Ingegneri
17,30 Tavola Rotonda
Moderano: Cesare Bertocchi, Roberto Bellini – Commissione Urbanistica Ordine degli Ingegneri
Intervengono:
Michela Tiboni – Assessore all’urbanistica Comune di Brescia
Pier Luigi Mottinelli – Presidente della Provincia di Brescia
Roberto Scarsi – Dirigente ALER Brescia, Cremona, Mantova
Stefania Buila – Presidente Commissione Urbanistica dell’Ordine degli Architetti
Tiziano Pavoni- Presidente del Collegio Costruttori
18.45 Chiusura Lavori
+ leggi tutto

28

Aprile

09:00 - 18:30 

30 crediti
30 ore

corso

Sede dell'Ordine - Calendario da definire
Corso di Technical English - PREISCRIZIONE TEST DI LIVELLO
Il corso di Business English è un corso di inglese ad indirizzo tecnico.

L’approccio del corso è comunicativo e il vocabolario utilizzato è tecnico.

Vengono convolte tutte le funzioni linguistiche (espressione, comprensione, lettura, scrittura) con una particolare focalizzazione sull’interazione orale. Si privilegeranno attività legate a situazioni concrete di lavoro.

Le aree tematiche previste sono tre:

• Civile/Ambiente
• Industriale
• Informazione

Questa tipologia di corso è prevista per il livello preintermedio (A2) e per i livelli successivi.
Per i livelli successivi al preintermedio (A2) il prerequisito è essere già in possesso di un livello A2 (livello soglia).

Totale ore: 30
Frequenza e durata delle lezioni: 2 lezioni settimanali da 2 ore
Test iniziale: obbligatorio (chi non dovesse confermare l’iscrizione al corso dopo aver effettuato e trasmesso il test iniziale, dovrà provvedere al versamento di 5€ + IVA)
Materiale didattico: incluso
Gruppo: minimo 5 – massimo 8 persone

COSTI E CREDITI FORMATIVI PROFESSIONALI:
• Costo dell’intero corso di 30 ore è di € 450 + IVA.
• E’ previsto il riconoscimento di 30 CFP a fronte della partecipazione al corso nella sua interezza. Partecipazioni parziali non vedranno il riconoscimento di alcun CFP.
• Elemento fondamentale per la massima efficacia di un corso d’inglese è che la classe sia composta da pochi partecipanti, a livello necessario di competenza. Per questo motivo il test iniziale è obbligatorio e la valutazione da parte di Multilingue insindacabile. Dopo aver effettuato il test iniziale, i singoli iscritti verranno inseriti nel gruppo per loro piu appropiato.
• I vari livelli dei corsi verranno attivati solo al raggiungimento di almeno 5 partecipanti per livello.

CALENDARIO:
A partire da febbraio 2015. In corso di definizione in base al numero di iscrizioni che perverranno. Le iscrizioni saranno aperte nel portale della formazione fino al 20 gennaio 2015, dopodichè verrà trasmesso ai pre-iscritti il test iniziale obbligatorio. Al termine della correzione dei test verrà comunicato al partecipante il gruppo nel quale è stato inserito, con il relativo calendario.
+ leggi tutto

28

Aprile

14:00 - 18:00 

8 crediti
8 ore

corso di aggiornamento

la sede dell'Ordine
AGG. ASPP/RSPP:Sicurezza dei sistemi di comando per le macchine.Le norme UNI EN13849-1/UNI EN13849-2.
VALIDO COME AGGIORNAMENTO PER ASPP/RSPP

Trasmettere le conoscenze di base e i principi generali per la progettazione di sistemi di comando e controllo legati alla sicurezza.
Il partecipante avrà così una panoramica sui concetti fondamentali della sicurezza funzionale delle macchine.

Programma del corso:

La sicurezza funzionale secondo le norme ISO 13849-1 ed ISO 13849-2
Regole generali per i circuiti di comando;
Contatti ausiliari: caratteristiche;
Il modulo di sicurezza;
Il PLC;
Sistemi di azionamento;
Arresto controllato in categoria 1;
Comando ad uomo presente e velocità ridotta;
Impiego di interruttori di prossimità e posizione;
Connessione in serie di interblocchi: mascheramento del guasto;
Tipologie di guasto;
La funzione di sicurezza
Elementi di una funzione di sicurezza.

La norma ISO EN 13849-1 ( Principi di progettazione)
Campo di applicazione
Determinazione del PLr (Valutazione del rischio)
Schema a blocchi
Metodo semplificato e categorie
Parametri fondamentali
Determinazione del PL
Requisiti del software
Il software SISTEMA con esempio pratico

La norma ISO EN 13849-2 (Validazione)
Il processo di validazione;
Analisi e test
Validazione
Componenti well tried
Esclusione dei guasti

Esempi


+ leggi tutto

19

Giugno

09:00 - 12:30 

27 crediti
27 ore

corso

la sede dell'Ordine
Il consulente tecnico in ambito giudiziario
Il corso intende rispondere alle esigenze di informazione e formazione dei Colleghi che hanno intenzione di intraprendere l’attività di consulenza tecnica nel settore giudiziario civile, penale o fallimentare, quale ausiliari del Giudice od anche in assistenza ad una delle Parti in giudizio. Nell’incontro introduttivo l’attività verrà inquadrata nel proprio ambito istituzionale; successivamente, i quattro principali settori applicativi verranno trattati nel corso di altrettante sessioni, nel corso delle quali i fondamenti saranno illustrati a cura di un Magistrato e di un Legale, o di un Commercialista, a seconda dell’ambito, mentre a cura di Colleghi Ingegneri verrà presentata una selezione di argomenti tratti da esperienze correnti, per introdurre all’approccio pratico. Il corso si concluderà una sessione relativa alla richiesta di liquidazione del compenso, al deposito degli elaborati nel Processo Civile Telematico, ed alla fatturazione elettronica verso gli Uffici Giudiziari.
Il percorso formativo sarà integrato successivamente mediante incontri su temi di specifico interesse, che potranno essere programmati tenendo conto delle esigenze manifestate dai partecipanti al corso. Nel seguito, i relatori interni rimarranno a disposizione per assistere i Colleghi nelle proprie prime esperienze, attraverso l’istituto dell’incubatore già promosso dall’ Ordine Ingegneri.
+ leggi tutto

20

Aprile

15:00 - 18:00 

3 crediti
3 ore

seminario

Associazione Artigiani, via Cefalonia 66
Gli adempimenti e le responsabilità del Professionista asseveratore e certificatore
PRESENTAZIONE
Obiettivo del seminario è fornire un quadro operativo degli adempimenti con indicazioni pratiche di compilazione degli elaborati ex D.M. 7/08/2012 e D.M. 20/12/2012, delineare il quadro delle responsabilità dei tecnici abilitati e dei professionisti antincendio (art. 16 d.lgs. 139/2006).


Ore 14.15 Registrazione dei partecipanti
Ore 14.30 Presentazione e saluti
Ing. Marco Belardi – Presidente dell’Ordine Ingegneri della provincia di Brescia
Ing. Patrizia Guerra – Consigliere, referente area Sicurezza dell’Ordine Ingegneri della provincia di Brescia
ORE 15.00
PROGRAMMA DEL SEMINARIO
Il programma prevede l’analisi critica dei provvedimenti normativi, gli atti che codificano i procedimenti, i soggetti coinvolti, il ruolo dei titolari delle attività, dei professionisti, dei Comandi dei VV.F., gli sportelli unici SUAP e SUE, gli obblighi e le responsabilità dei “tecnici abilitati” e dei “professionisti antincendio”.

Ore 18.00 Dibattito e Conclusioni
Ore 18.30 Fine lavori
+ leggi tutto

18

Aprile

09:00 - 13:00 

4 crediti
4 ore

seminario

AUDITORIUM ESEB ENTE SISTEMA EDILIZIA BRESCIA – VIA GARZETTA NR. 51 - BRESCIA
MOG E LE PROCEDURE SEMPLIFICATE PER LE PMI
Obiettivo di questo seminario è principalmente proporre un punto di vista nuovo ai partecipanti, ovvero spostare il focus dell’attività dalla “formazione in tema di sicurezza” alla “adozione di procedure operative”, per proporre un salto di qualità in materia di sicurezza nel settore delle costruzioni.
+ leggi tutto

17

Aprile

15:00 - 18:30 

3 crediti
3 ore

articolo

Sede Ordine Ingegneri Brescia
Fatturazione elettronica, Job act e regime dei minimi - DIRETTA STREAMING
Seminario formativo relativo a fatturazione elettronica, Job act e regime dei minimi. L'evento sarà interamente trasmesso in diretta streaming e verranno attribuiti 3 CFP agli iscritti che parteciperanno presso la sede dell'Ordine.
Partecipazione gratuita.
+ leggi tutto

16

Aprile

14:30 - 19:00 

6 crediti
8 ore

seminario

Ordine Ingegneri Brescia
Il miglioramento sismico degli edifici prefabbricati
IN COLLABORAZIONE CON MAGNETTI BUILDING / PREFABBRICATI CAMUNA / EDIFICI + SICURI

Riconosciuti 6 CFP (categoria “seminario”) per la partecipazione al seminario nella sua interezza. Partecipazioni parziali non vedranno il riconoscimento di alcun CFP.

PRESENTAZIONE
Gli eventi sismici del 2012 che hanno prevalentemente colpito l'Emilia-Romagna hanno messo in evidenza l'elevata vulnerabilità sismica delle strutture prefabbricate progettate prima dell'entrata in vigore della O.P.C.M. 3274/03. La provincia di Brescia, che da sempre è la più esposta al rischio sismico nel territorio Lombardo, è caratterizzata da numerosi edifici prefabbricati costruiti con appoggi ad attrito; molti di questi edifici sono prevalentemente adibiti ad attività industriali ma non mancano scuole, ospedali e caserme.
Lo scopo del seminario è illustrare le tecniche di intervento per il miglioramento sismico, eliminando la perdita dell'appoggio tra gli elementi strutturali e, secondariamente, incrementando la resistenza sismica di questa tipologia strutturale.

PROGRAMMA DEL SEMINARIO:
IL QUADRO NORMATIVO: D.M. '87, D.M. '96, O.P.C.M. 3274/03, NTC'08
SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO (D.LGS. 81/08): LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO SISMICO VA INSERITA NEL DVR?
GLI INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO SISMICO NELL'AMBITO DELLE NTC '08 E L'IPOTESI DI ADEGUAMENTO SISMICO (FATTIBILITÀ)
ANALISI DELLA VULNERABILITÀ SISMICA DELLE STRUTTURE PREFABBRICATE, LIVELLO DI CONOSCENZA, ANALISI STRUTTURALE
TECNICHE DI INTERVENTO PER L'ELIMINAZIONE DELLA PERDITA D'APPOGGIO O RIBALTAMENTO, COLLEGAMENTI TRA GLI ELEMENTI PREFABBRICATI (PILASTRO-TRAVE, TRAVE-SOLAIO, TAMPONAMENTI PREF. ECC.) CON PIASTRE IN CARPENTERIA METALLICA, CON CAVI/TIRANTI IN ACCIAIO, ALTRE TECNICHE
ANALISI DEI COSTI (INDICATIVI) PER LE VARIE TIPOLOGIE D'INTERVENTO PROPOSTE
+ leggi tutto