Questo sito utilizza i cookie. Per maggiori informazioni consulta la nostra Politica sui cookie. Se per te va bene, continua a navigare. x
Accesso richiesto
Attenzione

Per accedere a quest’area è necessario effettuare la login al portale dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia.

Buona navigazione.

Archivio eventi formativi

In quest’area sono presenti tutti gli eventi formativi passati ed è possibile scaricare
le dispense i il materiale didattico (ove disponibilie)

06

Ottobre

14:30 - 19:00 

4 crediti
4 ore

seminario

Centro Congressi di Darfo Boario Terme, Sala Blu Via Romolo Galassi 30 - Darfo Boario Terme (BS)
Interventi di ripristino e mitigazione della vulnerabilita’ sismica del patrimonio edilizio esistente: impiego di tecniche innovative, durevoli e certificate
PROGRAMMA
14.00 Registrazione dei partecipanti e distribuzione del materiale tecnico illustrativo.

14.30 Saluto di benvenuto.
Presidenti Ordini Professionali aderenti alla iniziativa

Presentazione del Gruppo Mapei e coordinamento lavori
Ing. Stefano Barachetti - Divisione Grandi Progetti Mapei SpA

Indagini diagnostiche su strutture in c.a. e muratura:
Ing. Alessandro Battisti CO.M. SIGMA Srl

La realizzazione di un intervento di ripristino durevole e sostenibile
Pasquale Zaffaroni - Product Manager Linea Edilizia Mapei SpA

16.15 Coffee break

16.30 La vulnerabilità sismica degli edifici esistenti:
Prof. Giovanni Plizzari - Università degli Studi di Brescia - Dip. di
Ingegneria Civilie, Architettura, Territorio, Ambiente e di Matematica

La validazione sperimentale dei sistemi di protezione sismica:Micro-calcestruzzi ad elevate prestazioni (HPFRCC) e materiali compositi di nuova generazione (Mapewrap EQ System)
Prof. Ing. Alberto Balsamo - Università degli Studi di Napoli
Federico II°, DiSt - Dipartimento di Strutture per l’Ingegneria e
l’Architettura

Le soluzioni Mapei per la mitigazione sismica degli edifici esistenti con materiali compositi di nuova generazione Intervento su elementi strutturali e non strutturali
Ing. Giulio Morandini - Product Manager Linea Rinforzo
Strutturale Mapei SpA

19.00 Dibattito e chiusura lavori.
+ leggi tutto

05

Ottobre

17:30 - 19:30 

2 crediti
2 ore

seminario

la sede dell'Ordine
Il valore di mercato dei terreni agricoli

PRESENTAZIONE
Il Seminario è un evento del percorso formativo sulla stima del valore dei beni materiali e immateriali.
Lo scopo del seminario è l’aggiornamento delle competenze sulla valutazione e la stima dei valore dei terreni agricoli.
Il valore dei terreni agricoli è, infatti, determinato da una serie di fattori: l’attività agricola e i fabbricati ad essa dedicati, impianti e i macchinari utilizzati dall’azienda, l’eventuale bestiame allevato e infine il valore della gestione dell'impresa agricola. Il valore del terreno è inoltre legato alla specificità e alle diversità territoriali.

PROGRAMMA DEL SEMINARIO

Ore 17.00 Registrazione dei partecipanti
Ore 17.15 Saluti
Ore 17.30 Inizio lavori
Introduzione
Ippolita Chiarolini, Consigliere – Coordinatrice commissione ingegneria economico estimativa Ordine degli Ingegneri della provincia di Brescia

La valutazione dei terreni agricoli
Giovanna Prandini, Presidente di Probrixia – azienda speciale Camera di Commercio
Pietro Avanzi, Coordinatore listino dei valori immobiliari – Borsa immobiliare
Fabio Gargano, Comitato listino dei valori immobiliari – sezione agraria – Borsa immobiliare

Ore 19.00 Quesiti e conclusioni
Ore 19.30 Termine lavori
+ leggi tutto

04

Ottobre

09:00 - 13:00 

4 crediti
4 ore

seminario

Università degli Studi di Brescia , sala consiliare (via Branze 38 - Brescia)
Progetto S.C.U.O.L.A. - Smart Campus as Urban Open Lab - Obbiettivi e risultati dei dimostratori di Brescia
Il progetto SCUOLA - Smart Campus as Urban Open Labs sperimenta un sistema evoluto per integrare in modo intelligente sistemi complessi per la gestione delle Smart Grid, efficienza energetica degli edifici attraverso l’Energy Management System, generazione innovativa da fonti rinnovabili e storage, sistemi di ricarica intelligenti per veicoli elettrici, tecnologie di comunicazione ibride per fornire servizi agli utenti. Il cuore del progetto è l’evoluzione del sistema elettrico, che mira ad accrescere la sua intelligenza e quella dei suoi utenti mediante innovativi sistemi di comunicazione, controllo e gestione.
La sperimentazione del progetto SCUOLA si è sviluppata presso edifici dei due atenei lombardi e una residenza domestica di Brescia.
Il 30 Giugno di quest’anno sono stati illustrati i risultati ottenuti presso il Politecnico mentre in questa giornata il focus sarà sui dimostratori allestiti presso l’Università di Brescia ed il domestico

Ore 8.45
REGISTRAZIONI
Ore 9.00
APERTURA LAVORI E SALUTI
Sergio Pecorelli, Rettore Università degli Studi di Brescia

Ore 9.05
INQUADRAMENTO GENERALE DEL PROGETTO SCUOLA
Massimo Trioni A2A SpA
Ore 9.20
I DIMOSTRATORI DI PROGETTO PRESSO IL POLITECNICO DI MILANO
Maurizio Delfanti Politecnico di Milano
Ore 9.40
IL PROGETTO SCUOLA PRESSO L’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA
Alessandra Flammini Università degli Studi di Brescia
Ore 9.55
ARCHITETTURA DI PROGETTO ED INTEGRAZIONE ICT
Stefano Rinaldi, Paolo Ferrari, Francesco Gringoli, Università degli Studi di Brescia,
Ore 10.10
STRATEGIE PER LA GESTIONE DEI CONSUMI E CONSAPEVOLEZZA DEGLI UTENTI
Giacomo Verticale, Politecnico di Milano
Marco Mariani GFMNet
Ore 10.30
GENERAZIONE DISTRIBUITA E SISTEMI DI ACCUMULO – ARCHITETTURE E SOLUZIONI DI PROGETTO
Marco Pasetti, Lucio Zavanella Università degli Studi di Brescia, Marco Maresca Thytronic, Pietro Baggi SIEL, Francesco Maggi ECLIPSE

Ore 10.55
COFFEE BREAK

Ore 11.15
LA SELETTIVITA’ LOGICA PER LA RETE DI DISTRIBUZIONE
Alessio Dedè, Giovanni Massa UNARETI (A2A),
Ore 11.30
OTTIMIZZAZIONE ENERGETICA IN AMBITO DOMESTICO E SISTEMI DI RICARICA INNOVATIVI PER AUTO ELETTRICA
Giulio Vivacqua A2A, Eleonora Fratesi, Italdata, Roberto Pellegrini ADB
Ore 11.55
ENERGY MANAGEMENT SYSTEM PER LA GESTIONE DELL’EDIFICIO
Daniele Manerba, Devis Bianchini, Università degli Studi di Brescia
Ore 12.10
EDIFICIO COGNITIVO E GESTIONE DELLA SICUREZZA DEI DATI
Angelo L. C. Ciribini, Giorgio Pedrazzi, Università degli Studi di Brescia
Ore 12.20
I PROGETTI SMART CITIES NEL PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE FONDO EUROPEO PER LO SVILUPPO REGIONALE (POR-FESR)
Giovanni Abrami, POR-FESR Regione Lombardia
Ore 12.35
TAVOLA ROTONDA:
Modera: Riccardo Trichilo, Presidente CSMT
Partecipano:
Daniele Marioli, Università di Brescia
Maurizio Delfanti, Politecnico di Milano
Lorenzo Giussani, A2A SpA

Ore 13.00
FINE LAVORI
+ leggi tutto

28

Ottobre

14:30 - 18:30 

16 crediti
16 ore

corso

la sede dell'Ordine
Ristrutturare l’edilizia storica: una vera professione a sé stante
PRESENTAZIONE DEL CORSO

Il breve corso di quattro pomeriggi (16 ore equivalente a 16 crediti) si propone di analizzare lo stato dell’arte degli interventi di ristrutturazione degli edifici dell’edilizia storica, partendo dal rispetto dell’esistente e dalle tecniche sviluppate nell’edilizia monumentale ma adeguate all’operatività necessaria per gli innumerevoli edifici che costituiscono l’edilizia rurale e storica minore.
Si analizzeranno le metodologie di mantenimento e recupero delle superfici ad intonaco, i consolidamenti con interventi compatibili e non invasivi, il problema dell’inserimento di impianti contemporanei in organismi edilizi che non erano certamente stati pensati per contenere tali apparecchiature. Infine tramite casi pratici si analizzeranno le problematiche della progettazione esecutiva e della direzione dei lavori in edifici che possono riservare numerose sorprese senza un’adeguata analisi preventiva.
I docenti provengono tutti dalla Scuola di Specializzazione in Restauro dei Monumenti e del Paesaggio dell’Università la Sapienza di Roma per garantire una visione ed un approccio omogeneo e pragmatico.

Vedasi locandina
+ leggi tutto

28

Settembre

14:00 - 18:00 

8 crediti
8 ore

corso di aggiornamento

la sede dell'Ordine
Aggiornamento RSPP/ASPP: D.P.R. 177 – spazi confinati: formazione del rappresentante del committente e/o preposto
PRESENTAZIONE
Oltre a rappresentare un momento di confronto e aggiornamento sull’applicazione del Regolamento per la qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi operanti in ambienti sospetti di inquinamento o confinanti, il corso si rivolge ai Colleghi che intendono svolgere il ruolo di Rappresentante del Datore di lavoro committente così come individuato all’art. 3 c 2 del DPR 177/11.

PROGRAMMA
Ore 08.30 Registrazione dei partecipanti
Ore 08.45 Presentazione e saluti
Ing. Mastrapasqua – Commissione Sicurezza Luoghi di lavoro
Ore 09.00 Inizio lavori
• Fattori di rischio propri delle attività in ambienti sospetti di inquinamento o confinati e nozioni sulle principali misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione, in particolare in caso di appalto;
• Definizione di compiti, obblighi e responsabilità del Rappresentante del Datore di lavoro committente;

Ore 13.00 Pausa
Ore 14.00 Ripresa lavori
• Orientamento giurisprudenziale relativamente ai seguenti temi: posizione di garanzia ai fini prevenzionistici, organizzazione del lavoro, regole di comune prudenza, ingerenza del committente;
• Cenni sulle tecniche di comunicazione e sensibilizzazione dei lavoratori;
• Applicazione delle procedure di sicurezza lavoro coerenti con le previsioni di cui agli articoli 66 e 121 e punto 3 dell'allegato IV (D.Lgs. 81/08 e s.m.i.) e modalità di esercizio della funzione di vigilanza dell’osservanza da parte dei lavoratori delle disposizioni di legge e aziendali in materia di salute e sicurezza sul lavoro e di uso di DPI e collettivi messi a loro disposizione.

Ore 17.45 Test finale
Ore 18.00 Fine lavori

Corso valido per l’aggiornamento RSPP/ASPP.



+ leggi tutto

24

Settembre

10:00 - 12:00 

2 crediti
2 ore

visita

Centrale Nord, via Grazzine - Brescia
Visita tecnica presso l'impianto di potabilizzazione A2A ciclo idrico
PRESENTAZIONE
A2A Ciclo Idrico gestisce:
• le attività nel campo della ricerca, produzione, approvvigionamento, captazione, adduzione, trattamento, trasporto, trasformazione, distribuzione, vendita dell'acqua per usi primari, industriali e agricoli
• le attività nel campo della raccolta e trattamento delle acque reflue, acque meteoriche ed altri reflui
• le attività nel campo dell'utilizzo e recupero delle energie del ciclo integrale delle acque
• la gestione, manutenzione e sviluppo delle reti idriche e fognarie e degli impianti di captazione, potabilizzazione, stoccaggio, rilancio, sollevamento e depurazione delle acque
In particolare, per quanto riguarda il settore di distribuzione dell’acqua potabile, la Società opera nel Comune di Brescia e in numerosi comuni della Provincia.
Complessivamente le reti di acquedotto gestite hanno uno sviluppo di 3.546 chilometri.
Le fonti di produzione sono costituite da 175 pozzi e da 188 fonti e sorgenti e l’acqua erogata complessivamente è pari a circa 49 milioni di m3 all’anno.

PROGRAMMA DELLA VISITA
Ore 9.45 Ritrovo presso la Centrale Nord, Via Grazzine - Brescia
Registrazione dei partecipanti

Ore 10.00 Inizio visita
- Spiegazione tecnica del processo di trattamento a cui viene sottoposta l’acqua immessa nell’acquedotto;
- Presa visione dell’impianto;
- Durante la visita verranno illustrati il processo di abbattimento del cromo esavalente recentemente introdotto nei pozzi e i risultati ottenuti.
- Quesiti

Ore 12.00 Termine visita


NOTA IMPORTANTE: gli spostamenti da e per l’impianto di potabilizzazione dovranno avvenire con mezzi propri.
+ leggi tutto

22

Settembre

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario

la sede dell'Ordine
La tutela dei segni distintivi: i marchi
PRESENTAZIONE
Il Seminario, alla sua prima edizione, si colloca nel contesto del percorso formativo sulle tematiche legate alla proprietà industriale ed intellettuale ed ha come oggetto la tutela dei marchi in quanto segni distintivi dell’azienda.
L’obiettivo è di fornire una panoramica dei principi generali che regolano la materia, evidenziandone gli aspetti peculiari nell’ottica dell’utilizzo e dello sfruttamento quotidiano dello strumento.
Utilizzando come punto di partenza il Codice della Proprietà Industriale, saranno analizzati in particolare i requisiti di validità del marchio in funzione delle diverse categorie di segni distintivi, i diritti conferiti dalla registrazione di marchio ed i limiti a tali diritti ed infine le principali ipotesi di violazione e tutela dei relativi diritti.


PROGRAMMA DEL SEMINARIO
Ore 14.00 Registrazione dei partecipanti
Ore 14.30 Inizio lavori
1. Principi generali in materia di tutela dei segni distintivi
2. Nozione e funzione del marchio
3. Requisiti di validità
4. Diritti conferiti dalla registrazione di un marchio
5. Vicende del diritto
6. Estinzione del diritto: nullità e decadenza del marchio
7. Violazione dei diritti di marchio
8. Strumenti di tutela
Ore 18.30 Fine lavori
+ leggi tutto

22

Settembre

09:30 - 13:00 

3 crediti
3 ore

seminario

Museo della scienza - Via Ozanam, 4 Brescia
Mobilità elettrica in Italia: a che punto siamo?
PROGRAMMA:

Ore 9.00 Registrazione dei partecipanti
Ore 9.30 Saluti introduttivi
Inizio lavori
Aspetti tecnologici della mobilità elettrica
Giulio Vivacqua – A2A (Ricerca e Innovazione)
Stato dell’arte e previsioni di sviluppo tecnologico delle batterie
Enrica Micolano - RSE (TGM-Dipartimento Tecnologie di Generazione e Materiali)
2011-2016 Esperienza A2A in Lombardia
Massimo Trioni – A2A (Ricerca e Innovazione)
Esperienza di carsharing elettrico in Lombardia
Giovanni Alberio – FNMGroup (Resp. Sviluppo rete)

10.55 Coffee break
Ripresa lavori
Mobilità elettrica in Italia: l’esperienza di RSE
Giuseppe Mauri – RSE (SSE - Dipartimento Sviluppo dei Sistemi Energetici)
Esperienza dell’AEEGSI attraverso i modelli pilota 242/10
Luca Lo Schiavo – AEEGSI (Vice Direttore Infrastrutture, Unbundling e Certificazione)
Esperienza Provincia di Brescia
Diego Peli – Provincia di Brescia (Consigliere Pianificazione dei servizi di Trasporto)
Strategia regionale sulla mobilità elettrica
Silvana Di Matteo, Regione Lombardia (Struttura Infrastrutture per lo Sviluppo territoriale e la Mobilità sostenibile)

Ore 12.45 Dibattito e chiusura lavori
+ leggi tutto

19

Settembre

16:00 - 18:00 

2 crediti
2 ore

seminario

la sede dell'Ordine
Seminario introduttivo al ciclo sulle direttive di prodotto europee - (Rifacimento seminario del 07/07/2016)
PRESENTAZIONE
Il seminario vuole essere una presentazione del percorso formativo che si terrà a partire da settembre 2016 e si concluderà entro giugno/luglio 2017. Il ciclo riguarderà le principali direttive di prodotto Europee ed avrà caratteristiche di complementarietà tali da creare un percorso omogeneo e dal carattere multidisciplinare. Gli eventi saranno caratterizzati da una tematica comune: la sicurezza dei prodotti. I moduli sono comunque stati pensati per essere affrontati anche singolarmente, in modo autonomo. Le tematiche del ciclo sulle direttive di prodotto riguarderanno:

- Il nuovo approccio nelle direttive europee ed il ruolo delle norme armonizzate (Direttiva Macchine 2006/42/CE e valutazione rischio EN 12100:2010)
- La validazione delle funzioni di sicurezza (EN 13849-2/EN 62061) ed il ruolo dell’Organismo Notificato
- L’utilizzo del software SISTEMA nella validazione dei circuiti di sicurezza secondo la EN 13849-2. Esempi pratici
- Direttiva LVD-3 bassa tensione – 2014/35/UE
- Direttiva EMC-3 compatibilità elettromagnetica – 2014/30/UE
- Direttiva ATEX-2 prodotti – 2014/34/UE
- Direttiva PED apparecchi a pressione - 2014/68/UE
- Norma EN 1090: Marcatura CE per i componenti strutturali in acciaio o alluminio.
- Tecniche FMEA e FMECA per l’analisi dei rischi, l’individuazione e la soluzione di problemi
- Principi di gestione della manutenzione industriale: metodi e nuove tecnologie a supporto della manutenzione
- Redazione ottimale della documentazione tecnica (manuale e fascicolo tecnico)
- Direttiva RED (ex R&TTE) dispositivi radio – 2014/53/UE
- Certificazione di qualità di prodotti software
- Direttiva campi elettromagnetici – 2013/35/UE sulle disposizioni minime di sicurezza e di salute relative all'esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dagli agenti fisici (campi elettromagnetici)
- Approccio al mercato Nord Americano. Normativa UL e normativa CE


PROGRAMMA DEL SEMINARIO INTRODUTTIVO
Ore 15.30 Registrazione dei partecipanti
Ore 16.00 Inizio lavori – introduzione al ciclo di incontri sulle direttive di prodotto europee
Ore 18.00 Fine lavori
+ leggi tutto

19

Settembre

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario

Area di Ingegneria, Università degli Studi di Brescia, via Branze, 43
Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS)
PROGRAMMA:

Ore 14,15 Registrazione dei partecipanti
Saluti delle autorità accademiche

Ore 14,30 Linee guida europee per la redazione di un piano urbano della mobilità sostenibile
Prof. Ing. Giulio Maternini Ordinario di Trasporti, Università degli Studi di Brescia.

Ore 15,00 Elementi economici del PUMS. Il caso di Bristol
Prof. Graham Parkhurst Director Centre for Transport and Society, Department of Environment and Technology, University of the West of England, Bristol.

Ore 16,00 Intervallo

Ore 16,15 Gestione del traffico nel PUMS di Parma Arch. Angela Chiari Mobility Manager di Area del Comune di Parma.

Ore 16,40 Sviluppo sostenibile delle infrastrutture di trasporto nella città di Parma
Prof. Ing. Felice Giuliani Ordinario di Strade, Ferrovie e Aeroporti, Università degli Studi di Parma.

Ore 17,00 Un Piano per la Mobilità Sostenibile per Brescia
Ing. Stefano Sbardella Responsabile del Settore Mobilità, Eliminazione Barriere Architettoniche, Trasporto Pubblico del Comune di Brescia.
Ing. Andrea De Bernardi Consulente del Comune di Brescia per la redazione del PUMS

Ore 17,40 Incidenza del PUMS nella pianificazione urbanistica
Prof. Ing. Michela Tiboni Associato di Tecnica e Pianificazione Urbanistica, Università degli Studi di Brescia.

Ore 18,00 Dibattito

Ore 18,30 Conclusioni
+ leggi tutto

16

Settembre

15:30 - 18:30 

3 crediti
3 ore

seminario

Auditorium Sede Brescia Mobilità, Via Magnolini 3, Brescia
Il biometano per Brescia: dalla raccolta differenziata ai bus, nuove idee e progetti per la città sostenibile
PROGRAMMA:
Ore 15.00 Saluti istituzionali:
Sindaco di Brescia Emilio Del Bono
Presidente di A2A Giovanni Valotti
Presidente di Brescia Mobilità Carlo Scarpa
Presidente Ordine Ingegneri provincia di Brescia Marco Belardi

Ore 15.30 Interventi:
Barcellona - vantaggi e opportunità nell’utilizzo del metano per bus
Josep Serrato Ariño - Responsabile per la manutenzione e nuovi progetti di infrastrutture TMB. TRANSPORTS DE BARCELONA, S.A.
L’esperienza del metano per le flotte bus: Brescia, un caso di eccellenza in Italia
Claudio Garatti, direttore Brescia Trasporti
Dalla raccolta differenziata al biometano: prospettive, progetti, idee per Brescia
A2A, Referente Tecnico

0re 17.30 Tavola rotonda:
Intervengono: Ing. Ezio Cerquaglia, Amministratore Unico Brescia Trasporti – Fulvio Roncari, Presidente A2A Ambiente, Referente per il Comune di Torino, Ing. Daniela Carbone - ASSTRA Ore

18.30 Chiusura lavori
+ leggi tutto

16

Settembre

14:00 - 17:00 

2 crediti
2 ore

visita

MG MARPOSS S.p.A. - Via dei metalli – Travagliato (BS)
Visita in azienda MG MARPOSS S.p.A.
PRESENTAZIONE
Lo scopo della visita è fornire un aggiornamento delle competenze in organizzazione e processi aziendali, anche produttivi. Il settore è quello della metrologia, specializzazione in sistemi di misura, controlli funzionali e di tenuta, e macchine per il controllo qualità. Nel giugno 2000 l’azienda è entrata a far parte di un gruppo che, attraverso la rete è presente in tutti i paesi industrializzati con strutture di vendita e assistenza tecnica post-vendita. I principali settori applicativi sono: industria automobilistica e la sua sub-fornitura, aeronautica, componentistica idraulica e pneumatica, componentistica elettrica, industria del vetro, macchine utensili, etc.


PROGRAMMA DELLA VISITA

Ore 13.45 Ritrovo e registrazione dei partecipanti
Saluti

Ore 14.00 Presentazione corporate profile
Illustrazione dei processi aziendali e visita tecnica allo stabilimento.

Ore 17.00 Termine visita
+ leggi tutto

01

Settembre

09:00 - 11:30 

2 crediti
2 ore

visita

presso Amazon - Via Dogana Po, 2/U - Castel San Giovanni (Piacenza)
Visita in azienda Amazon
PROGRAMMA DETTAGLIATO
Ore 09.00 Registrazione partecipanti. Obbligatorio esibire un documento di identità.
Ore 09.15 Breve introduzione relativamente alla storia dell’azienda con visione di un filmato che riguarda l’attività di Amazon in tutto il mondo.
Ore 10.00 Tour sul floor con spiegazione dei singoli processi produttivi: Inbound (dock, receive e stow) e Outbound (pick, pack). A seguire ci sarà spazio per approfondimenti, domande e curiosità.
Ore 11.30 Conclusione visita

NOTE TECNICHE DELL’AZIENDA:
Il Centro di distribuzione Amazon, con i suoi 25.000m² ha la superficie di circa tre campi da calcio, è stato aperto il 27 ottobre 2011 ed è il primo sito di Amazon in Italia. Lo stabilimento ha una superficie operativa di 85.000 metri quadrati nella quale lavorano circa 620 dipendenti.
Tutti i centri di Distribuzione si suddividono nei rami di Inbound e Outbound. L’Inbound riceve i prodotti dei molti venditori. Il ramo Outbound, invece, evade gli ordini dei clienti, ossia ritira, imballa e spedisce la merce ordinata entro scadenze ben precise e in tempi stretti. A seconda della domanda della clientela e del periodo dell'anno, il numero di ordini e le spedizioni variano di dimensioni e possono crescere notevolmente nei picchi natalizi tanto che a Castel San Giovanni sono riusciti a far fronte a un picco di quasi 250.000 spedizioni e 400.000 ordini in un giorno solo. Un ritmo da oltre 4 ordini al secondo. All’interno dello stabilimento si trova il settore delle merci in arrivo. Qui i prodotti dei fornitori vengono disimballati, codificati e infine assegnati dal software di gestione al settore del magazzino più funzionale. Il magazzino è diviso in tre settori: quello per gli articoli pesanti e di grandi dimensioni, quello per i prodotti ingombranti di medie dimensioni e quello per i prodotti piccoli e leggeri. Il settore dedicato a libri, cd, dvd e piccoli oggetti si estende per quattro piani in altezza. A sua volta il magazzino è diviso in zone. Ogni zona è coperta da un addetto, che riceve le richieste dei prodotti di sua competenza, li raccoglie e li manda avanti alla fase di composizione degli ordini. Quando tutti i prodotti di un ordine sono stati raccolti, vengono assemblati nella confezione più adatta e preparati per la spedizione. I pacchi sono quindi suddivisi in modo automatico in base alla priorità, alla dimensione e al tipo di spedizione, e condotti attraverso nastri al contenitore del corriere che lo prenderà in carico.
Tutto è orchestrato in modo rapido e automatico dal sistema logistico, che sceglie in ogni momento le combinazioni più efficienti tra disponibilità di uomini e mezzi, complessità degli ordini da trattare, dislocazione degli articoli da recuperare tra le decine di milioni stivate, tempi di consegna concordati con i clienti e scadenze di trasferimento dei pacchi agli spedizionieri.
+ leggi tutto

21

Luglio

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

corso di aggiornamento

la sede dell'Ordine
Aggiornamento prevenzione incendi: Impianti di protezione attiva antincendio - MODULO III
Il corso si propone di fornire una panoramica complessiva, seppur non esaustiva, sugli impianti di protezione attiva ai fini antincendio. Il corso si compone di tre giornate, tra loro indipendenti.

PROGRAMMA
- Impianti di rivelazione e allarme incendi di tipo automatico e manuale
- Impianti automatici e manuali di evacuazione fumo e calore
- Test finale di apprendimento



Corso di aggiornamento in materia di prevenzione incendi, di cui all’art. 7 del D.M. 5/08/2011, finalizzato al mantenimento dell’iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell’Interno ex D. Lgs. 139/2006.
+ leggi tutto

19

Luglio

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

corso di aggiornamento

la sede dell'Ordine
Aggiornamento prevenzione incendi: Impianti di protezione attiva antincendio - MODULO II
Il corso si propone di fornire una panoramica complessiva, seppur non esaustiva, sugli impianti di protezione attiva ai fini antincendio. Il corso si compone di tre giornate, tra loro indipendenti.

PROGRAMMA
- Impianti a schiuma
- Impianti di spegnimento ad estinguente gassoso
- Test finale di apprendimento


Corso di aggiornamento in materia di prevenzione incendi, di cui all’art. 7 del D.M. 5/08/2011, finalizzato al mantenimento dell’iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell’Interno ex D. Lgs. 139/2006.
+ leggi tutto

15

Luglio

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

corso di aggiornamento

la sede dell'Ordine
Aggiornamento prevenzione incendi: Impianti di protezione attiva antincendio - MODULO I
Il corso si propone di fornire una panoramica complessiva, seppur non esaustiva, sugli impianti di protezione attiva ai fini antincendio. Il corso si compone di tre giornate, tra loro indipendenti.

PROGRAMMA
- Impianti fissi di protezione automatica a pioggia (sprinkler)
- Le alimentazioni idriche degli impianti antincendio
- Test finale di apprendimento

Corso di aggiornamento in materia di prevenzione incendi, di cui all’art. 7 del D.M. 5/08/2011, finalizzato al mantenimento dell’iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell’Interno ex D. Lgs. 139/2006.
+ leggi tutto

14

Luglio

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario

la sede dell'Ordine
La nuova ISO 14001:2015 – tra innovazione e continuità
PRESENTAZIONE
Scopo del seminario è quello di conoscere le principali novità introdotte dalla UNI EN ISO 14001:2015.

Ore 14.00 Rilevazione presenze
Ore 14.30 Inizio seminario

PROGRAMMA
- STRUTTURA DELLA NUOVA NORMA
- CORRELAZIONE TRA I PUNTI NORMA DELLA NUOVA VERSIONE RISPETTO ALLA PRECEDENTE E IN RELAZIONE AL CICLO DI DEMING
- LE PRINCIPALI NOVITÀ RISPETTO ALLA VERSIONE PRECEDENTE
- LA COESISTENZA CON LA PRECEDENTE VERSIONE DELLA NORMA ? TEMPI DI ADEGUAMENTO RICHIESTI
Ore 18.30 Fine lavori
+ leggi tutto

13

Luglio

09:00 - 13:00 

3 crediti
4 ore

seminario

Aula Magna del complesso universitario di ingegneria - Via Branze 39 Brescia
Gli impianti di depurazione MBR in Italia: stato dell’arte e prospettive future
PRESENTAZIONE
Il presente seminario, in cui verrà presentato il 1° Rapporto Annuale dell’Osservatorio sugli impianti di depurazione MBR, ha l’obiettivo di illustrare benefici e problematiche gestionali posti dall’uso dei processi MBR nel trattamento di reflui urbani e industriali, con particolare riferimento alle installazioni presenti sul territorio italiano. A tale scopo, dopo alcuni interventi che presenteranno l’attuale applicazione degli impianti MBR in Italia e le principali attività di ricerca e sviluppo del settore, verrà dato spazio a esperienze gestionali che riguardano depuratori MBR sia urbani sia industriali.

PROGRAMMA DEL SEMINARIO
Ore 08.30 Registrazione dei partecipanti
Ore 09:00 Obiettivi dell’Osservatorio e presentazione del 1° Rapporto - C. Collivignarelli
Ore 09:20 I processi MBR nel campo della depurazione delle acque reflue: stato dell’arte e recenti sviluppi tecnologici - V. Belgiorno
Ore 09:40 Rassegna delle recenti ricerche scientifiche in tema di processi MBR - G. Viviani
Ore 10:00 Gli impianti di depurazione MBR in Italia: censimento e giudizio dei gestori - M. Vaccari
Ore 10:20 Coffee break
Esperienze di gestione di impianti di depurazione MBR
Ore 10:45 L’impianto di depurazione di S. Giustina (RN)
Ore 11:00 L’impianto di depurazione di Rosia (SI) - E. Di Nunno
Ore 11:15 Il revamping dell’impianto di depurazione di Verziano (BS) - D. Bolpagni , L. Massafra
Ore 11:30 L’impianto di depurazione a servizio di uno stabilimento di produzione di prodotti da forno - M. Lucchese
Ore 11:45 Tavola rotonda - Coordinano: G. Bertanza, F. Pirozzi
Ore 12:45 Conclusioni
+ leggi tutto

12

Luglio

15:00 - 18:00 

3 crediti
3 ore

seminario di aggiornamento

la sede dell'Ordine
Aggiornamento prevenzione incendi: I comportamenti umani nelle situazioni di emergenza.
Programma:
Prima parte: Descrizione dei principali comportamenti umani che si manifestano nelle condizioni di emergenza; Loro origine psicosociale, personale e mentale; Strategie di contenimento dei comportamenti pericolosi e di “alleanza” con le richieste positive.
Seconda parte: Interventi organizzativi: strutturazione dei piano di emergenza, strategie comunicative e ruolo delle squadre di emergenza.
Terza parte: Le esercitazioni come banco di verifica e di miglioramento del piano di emergenza.

N.B - Ricordiamo che come da Allegato 2 della Circolare DCPREV prot. N. 7213 del 25/05/2012 - Per il raggiungimento delle 40 ore i professionisti possono seguire un numero di SEMINARI CHE TOTALIZZINO NON PIÙ DEL 30% DEL MONTE ORE complessivo per i cinque anni.

Seminario di aggiornamento in materia di prevenzione incendi, di cui all’art. 7 del D.M. 5/08/2011, finalizzato al mantenimento dell’iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell’Interno ex D. Lgs. 139/2006.
+ leggi tutto

11

Luglio

14:30 - 18:15 

2 crediti
4 ore

seminario

Accessibility as a Key Enabling Knowledge for Enhancement of Cultural Heritage
PROGRAMMA DEL SEMINARIO

14.00 Registrazione
14.15 Saluti Istituzionali:
Autorità Università degli Studi di Bescia
Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia ed Ordine degli Architetti, P.P.C. della Provincia di Brescia
14.45 Presentazione del libro “Accessibility as a Key Enabling Knowledge for Enhancement of Cultural Heritage” a cura di Alberto Arenghi, Ilaria Garofolo, Oddbjorn Sormoen Alberto Arenghi (DICATAM – Università di Brescia)
15.15 Arte, Architettura & Disabilità: il diritto al ‘Bello’ Simone Fanti (RCS Group)
15.45 Accesso alla vita. Ripensare all’accessibilità Oddbjorn Sormoen (KA Oslo)
16.15 L’accessibilità al patrimonio culturale come sfida Antonio Laurìa (DIDA – Università di Firenze)
16.45 Le soluzioni compositive per un’accessibilità alternativa al patrimonio culturale Maria Agostiano (MIBACT)
17.15 Dibattito
18.15 Fine Lavori
+ leggi tutto

08

Luglio

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario di aggiornamento

la sede dell'Ordine
Aggiornamento prevenzione incendi: La prevenzione incendi nelle strutture sanitarie. Dal D.M. 18.09.2002 al D.M. 19.03.2015: adeguamenti e nuovi obblighi gestionali.
Il seminario tratterà il tema della Prevenzione Incendi nelle Strutture sanitarie, con riferimento al quadro normativo attuale ed in particolare alle novità introdotte dal D.M. 19.03.2015, analizzando gli obblighi di adeguamento previsti, con le varie modalità e scadenze temporali, le principali criticità e l’aspetto legato alla gestione della sicurezza antincendio.

Programma dettagliato: La progettazione antincendio nelle strutture sanitarie; evoluzione normativa; la struttura del D.M. 18.09.2002; le novità del D.M. 19.03.2015; l’obbligo di adeguamento previsto per le strutture sanitarie esistenti con oltre 25 posti letto alla luce del D.M. 19.03.2015; termini temporali per l’adeguamento; modalità di adeguamento; strutture sanitarie di tipo ambulatoriale; organizzazione e gestione della sicurezza antincendio; il sistema di gestione della sicurezza finalizzato all’adeguamento antincendio; le soluzioni per la mitigazione del rischio incendio nelle strutture sanitarie; le principali criticità e la programmazione degli interventi; considerazioni giuridiche su alcuni punti della nuova normativa.


N.B - Ricordiamo che come da Allegato 2 della Circolare DCPREV prot. N. 7213 del 25/05/2012 - Per il raggiungimento delle 40 ore i professionisti possono seguire un numero di SEMINARI CHE TOTALIZZINO NON PIÙ DEL 30% DEL MONTE ORE complessivo per i cinque anni.

Seminario di aggiornamento in materia di prevenzione incendi, di cui all’art. 7 del D.M. 5/08/2011, finalizzato al mantenimento dell’iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell’Interno ex D. Lgs. 139/2006.
+ leggi tutto

07

Luglio

14:30 - 18:30 

4 crediti
4 ore

seminario

la sede dell'Ordine
PGT Brescia
PROGRAMMA DEL SEMINARIO
Ore 14.00 Registrazione dei partecipanti

Ore 14.15 Saluti ed introduzione – Ing. R. Brignani Coordinatore Commissione Urbanistica Ordine degli Ingegneri della provincia di Brescia

Ore 14.30 Inizio lavori
- ILLUSTRAZIONE DEI PRINCIPI FONDANTI LA VARIANTE GENERALE DEL PGT E DESCRIZIONE DELLE NOVITÀ INTRODOTTE DALLA DCC 205 DEL 22/12/2005 SULLE POSSIBILITÀ DI RIDUZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE. CONVENZIONI SOVRANAZIONALI: MODELLO COMUNITARIO E MODELLO INTERNAZIONALE - Assessore Prof. Ing M. Tiboni
- "IL COSTRUITO" - DESCRIZIONE DELLE NUOVE MODALITÀ DI INTERVENTO PREVISTE NEI NAF ED IN GENERALE DI RIGENERAZIONE URBANA E RIQUALIFICAZIONE DEL IL TESSUTO URBANO CONSOLIDATO. - Arch. G. Ribolla
- "IL NON COSTRUITO" - ANALISI DELLE TEMATICHE AMBIENTALI CARATTERIZZANTI LA VARIANTE GENERALE DEL PGT, QUALI LA DISCIPLINA NORMATIVA DELLE AREE AGRICOLE PERIURBANE, LA COSTRUZIONE DELLA RETE VERDE, LA COMPENSAZIONE ECOLOGICA. - Arch. F. Gavazzi ed Ing. I. Fumagalli
- "LA CITTÀ PUBBLICA" - DESCRIZIONE DEI PIANI DI RIGENERAZIONE URBANA DI VIA MILANO E VIA DALMAZIA E DEL PEEP SAN POLINO - Arch. L. Treccani
- RIFLESSIONE SULLE OSSERVAZIONI PRESENTATE DALL’ORDINE DEGLI INGEGNERI DI BRESCIA - Ing. R. Brignani
- DIBATTITO FINALE
Ore 18.30 Fine lavori
+ leggi tutto

30

Giugno

14:30 - 17:30 

6 crediti
6 ore

convegno

Camera di Commercio - Via Einaudi, 23 (Brescia)
Il nuovo codice dei contratti pubblici - Scenario, nuove regole e indicazioni operative dopo la Riforma
Il D.Lgs. 50/2016, già noto come “Nuovo Codice Appalti”, abrogando il Codice dei Contratti di cui al D. Lgs. 163/2006, parte del Regolamento di cui al D.P.R. 207/2010 e numerose altre norme collegate, realizza un completo e profondo riordino nel settore degli appalti e dei contratti pubblici.
Il decreto costituirà pertanto il nuovo ed unico testo di riferimento, unitamente ad una lunga serie di atti attuativi, disposti sotto forma di decreti ministeriali o altri “strumenti di regolamentazione flessibile” che verranno emanati dall’ANAC. Tuttavia la sua adozione e la tecnica legislativa prescelta pongono rilevanti problemi applicativi e di coordinamento con la disciplina previgente, cui -per molti aspetti- occorrerà continuare a fare riferimento.
L’evento, dopo un’analitica ricognizione del nuovo perimetro normativo e delle novità offerte dalla Riforma, si sofferma sulla sovrapposizione di normativa e di prassi conseguente all’entrata in vigore della nuova disciplina, fornendo agli addetti ai lavori -sia appartenenti a P.A. che imprese e professionisti- una prima, concreta ed operativa informazione sulle novità della nuova regolamentazione e su come gestire la lunga fase transitoria di coesistenza tra i regimi normativi.
La sessione formativa si connota per l’indiscusso valore operativo e per il format interattivo. Ampio spazio ai quesiti dei partecipanti e casi pratici finalizzati a risolvere la sovrapposizione di normativa nel periodo transitorio supportano la condivisione delle tematiche e delle problematiche tra i professionisti presenti


I partecipanti all’evento possono acquistare il volume “Guida al Codice dei Contratti Pubblici 2016” (Ed. Legislazione Tecnica 2016) al prezzo promozionale loro riservato di € 10,00 (anziché € 40,00) fino al giorno 29 giugno 2016 al seguente link: http://ltshop.legislazionetecnica.it/dett_iniziativa.asp?id_iniziativa=661&cod_prov=929

Rilevazione presenze dalle ore 9.30

SESSIONE GENERALE MATTUTINA - Ore 10.00-13.00

Saluti Istituzionali
Ing. M. Belardi - Presidente Ordine Ingegneri della Provincia di Brescia
Ing. M. Lapenna - Consigliere tesoriere CNI e referente servizi di ingegneria
I sevizi di ingegneria ed architettura nel nuovo quadro normativo
Il quadro normativo e istituzionale - Dott. D. De Paolis
- Il nuovo perimetro normativo tra vecchie e nuove previsioni
- Norme abrogate e norme ancora in vigore
- Le Linee Guida di ANAC: stato dell’arte
Il Nuovo Codice Appalti e periodo transitorio - Avv. F. Petullà
- Il nuovo Codice dei contratti pubblici: struttura e ambito di applicazione
- Le norme attuative ed il ruolo centrale dell'ANAC
- La fase transitoria, le criticità applicative e sugge- rimenti pratici


SESSIONE OPERATIVA POMERIDIANA - Ore 14.30-17.30

Analisi delle Principali novità - Avv. F. Petullà
- Qualificazione delle stazioni appaltanti e delle centrali di committenza
- La fase di programmazione e progettazione
- La fase di scelta del contraente ed affidamento
- L’affidamento dei servizi di architettura e di ingegneria
- La fase esecutiva del contratto
- La fase di conclusione del contratto
- Il precontenzioso e la gestione delle controversie

Dibattito e Quesiti

+ leggi tutto

29

Giugno

16:00 - 18:00 

2 crediti
2 ore

seminario

Associazione Artigiani (Via Cefalonia n.66 – 25124 Brescia)
Caffe’ strutturali - Primi passi con la nuova normativa
PRESENTAZIONE
La Commissione Protezione Civile e la Commissione Strutture e Geotecnica dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Brescia, viste le recenti novità normative ed in particolare:
- Legge regionale 12 Ottobre 2015 – n. 33 Disposizioni in materia di opere o costruzioni e relativa vigilanza in zone sismiche,
- D.g.r. 11 luglio 2014 - n. X/2129 Aggiornamento delle zone sismiche in Regione Lombardia
- D.g.r. 30 marzo 2016 – n. X/5001 – Approvazione delle linee di indirizzo e coordinamento per l’esercizio delle funzioni trasferite ai comuni in materia sismica

intendono organizzare alcuni incontri informali di approfondimento e confronto tra colleghi interessati denominati “Caffè strutturali”. Si tratta di momenti di incontro e scambio di opinioni dove ognuno potrà raccontare la propria esperienza ed ascoltare quella dei colleghi, confrontare i rispettivi metodi di lavoro, dialogare;

PROGRAMMA
Ore 15.30 Registrazione dei partecipanti
Ore 16.00 Inizio lavori
- Il ruolo dei professionisti competenti in materia sismica disponibili a supportare i Comuni, cosa verificare, grado di approfondimento
- La convenzione Ordine degli ingegneri – Comuni
- Interventi semplici – Opere minori (es. rifacimento copertura in legno)
- Varie
Ore 18.00 Fine lavori

La serata rappresenta la prima di una possibile serie di incontri. Chi lo desiderasse potrà inoltrare quesiti in materia a formazione@ordineingegneri.bs.it affinché i temi possano essere inseriti nei programmi dei successivi incontri.
Informiamo che verrà data priorità di iscrizione agli ingegneri che hanno partecipato alla manifestazione di interesse relativa alla sismica.
+ leggi tutto

29

Giugno

14:00 - 17:30 

8 crediti
8 ore

corso di aggiornamento

la sede dell'Ordine
Aggiornamento prevenzione incendi: Il D.M. 03/08/2015: come cambia la prevenzione incendi - TERZA EDIZIONE MODULO I
SI TRATTA DELLA TERZA EDIZIONE DEL CORSO DEL 9 FEBBRAIO, RIPETUTO VISTO IL GRANDE INTERESSE SUSCITATO.
CHI AVESSE GIA' PARTECIPATO AL CORSO NON POTRA' RIPARTECIPARE A QUESTA EDIZIONE.


Il corso è parte di un percorso formativo su “Il D.M. 03/08/2015: come cambia la prevenzione incendi”, composto da tre moduli, nelle seguenti date:
- modulo 3 - 13 e 14 giugno
- modulo 1 - 29 giugno,
- modulo 2 - 18 luglio
l’iscrizione avviene singolarmente per ciascun modulo.

Programma:
Protezione attiva (capitoli S6 – S7 – S8 – S9 – S10)
Regole tecniche verticali (capitoli V1 – V2 – V3)


Corso di aggiornamento in materia di prevenzione incendi, di cui all’art. 7 del D.M. 5/08/2011, finalizzato al mantenimento dell’iscrizione dei professionisti negli elenchi del Ministero dell’Interno ex D. Lgs. 139/2006.
+ leggi tutto